MMA Asia & Giappone

Risultati Rizin 4

Mich
Scritto da Mich

 

In un evento spettacolare, con 10 match su 11 finiti prima del limite, Cro Cop riporta le lancette dell’orologio indietro di qualche anno e si laurea campione del Rizin Grand Prix.

In semifinale il croato si è sbarazzato dell’ex lottatore di sumo Baruto in meno di un minuto: schiacciato all’angolo dalla mole dell’estone, lo ha atterrato con una ginocchiata al plesso solare per poi chiudere i conti con il ground and pound. In finale ha invece affrontato Amir Aliakbari che, nell’altra semifinale, aveva sfruttato la sua abilità nella lotta per avere la meglio di Valentin Moldavsky e infliggergli la prima sconfitta in carriera. Anche nel main event, Cro Cop ha dimostrato di essere ancora uno striker letale: dopo due minuti dall’inizio del match, un gancio sinistro da manuale ha atterrato l’iraniano, e qualche colpo al tappeto ha decretato la fine dell’incontro.

Da segnalare anche, nel co-main event, la vittoria di Kron Gracie contro l’ex UFC Tatsuya Kawajiri. Si trattava dell’ostacolo più duro finora affrontato dal rampollo dei Gracie, che con questa prestazione ha dimostrato di non avere solo un cognome importante.

Buone affermazioni anche per i prospects giapponesi Tenshin Nasukawa, che contro il journeyman Dylan Oligo ha ottenuto la seconda vittoria in 48 ore grazie a una ghigliottina, e Rena Kubota, che ha messo KO Hanna Gujwan con ul calcio al fegato nell’ultimo round di un match molto combattuto.

Ha pagato invece la sua inesperienza Hideo Tokoro, finalizzato con un’armbar perfetta da Erson Yamamoto. Un altro veterano sugli scudi è Hayato Sakurai, che ha festeggiato il ritorno sul ring con un TKO contro Wataru Sakata.

Infine, Gabi Garcia ha picchiato una pro wrestler in pensione e, dopo il pestaggio è stata sfidata da un’altra wrestler, tale “Jazzy Alpha Female”, con tanto di rissa sfiorata tra le due. Lecito aspettarsi che, nel 2017, oltre a nuovi talenti emergenti e qualche vecchio campione ancora capace di stupire, non mancheranno i freaks.

 

Finale Grand Prix: Mirko Cro Cop b. Amir Aliakbari via TKO RD1.
Kron Gracie b. Tatsuya Kawajiri via sottomissione (rear-naked choke), RD2.
Erson Yamamoto b. Hideo Tokoro via sottomissione (armbar), RD1.
Rena Kubota b. Hanna Gujwan via KO (calcio al corpo), RD3.
Andy Nguyen b. Miyu Yamamoto via sottomissione (armbar), RD1.
Kizaemon Saiga b. Dillin West via TKO (pugni), RD1.
Gabi Garcia b. Yumiko Hotta via massacro, RD1.
Hayato Sakurai b. Wataru Sakata via TKO (pugni), RD2.
Mirko Cro Cop b. Baruto Kaito via TKO (ginocchio al corpo e pugni), RD1.
Amir Aliakbari b. Valentin Moldavsky via split decision.
Tenshin Nasukawa b. Dylan Kawika Oligo via sottomissione (ghigliottina), RD2.

Aggiungi-palestra

Chi è l'autore

Mich

Mich

Mich: Milanese di 27 anni emigrato a Parigi. Le mie più grandi passioni sono la poesia e gli sport di combattimento, che pratico da diversi anni, anche se sui risultati possiamo stendere un velo pietoso. Amante delle MMA asiatiche dalla prima volta che ho sentito Lenne Hardt strillare i nomi di Cro Cop e Wanderlei Silva.

9 Commenti

  • Anche Baruto non ha fatto una gran bella figura… magari meglio di Akebono, che ormai era gia’ strapensionato, ma nemmeno qualcosa di veramente valido.
    A sto punto solo Asashoryu, furbo, cattivo e veloce avrebbe potuto avere un brillante avvenire nelle MMA o comunque qualche chance in piu’ dei suddetti. Forse.

    • In effetti anche io sono rimasto sorpreso dalla facilità con cui Baruto è andato giù. A sua discolpa possiamo dire che ha affrontato un Cro Cop in ottima forma. Non è sicuramente un campione, ma mi sembra comunque il meno peggio tra i lottatori di sumo che hanno tentato la strada delle mma…
      p.s. chiedo scusa per l’ignoranza in materia: Asashoryu era il “bad boy” del sumo, giusto?

      • Sì sì, un genio nel campo del Sumo ma anche molto ribelle (partite di calcio mentre ufficialmente era out per infortunio, risse, contestazioni agli arbitri).
        In pratica è stato costretto a ritirarsi, pena sanzioni pesantissime.
        Ancora qualche incontro vinto e avrebbe avuto il record di vittorie all time.

  • Il match tra Gaby Garcia e quella donnina in menopausa è da pena capitale…
    per il resto tutti match abbastanza godibili, anche se avrei preferito vedere CroCop vs Silva III

  • Be dai Baruto in fin dei conti non e andato male…pensavo peggio… ho trovato fantastico il replay a rallentatore della ginocchiata che si e preso dove si nota la forza d’impatto del colpo.
    “Ancora qualche incontro vinto e avrebbe avuto il record di vittorie all time” Tommy ti sbagli Asashoryu si e ritirato con 669 vittorie e il record e 1047.
    Io spero nel prossimo Rizin di vedere un handicap match tra le due Pro wrestler e e Gabi!

    • “ha lasciato l’attività a soli 29 anni, con la bellezza di ben 25 yusho vinti, cosa che fa di lui il terzo yokozuna della storia per numero di vittorie, a sole 7 lunghezze dal primo (Taiho)”.
      Se mettiamo in conto che il Comitato Direttivo (Nihon Sumo Kyokai) non l’ha mai digerito, è probabile che almeno 30 yusho (Campionati) sarebbe riuscito a conquistarli.
      Comunque Asashoryu aveva il record All Time di vittorie in un anno (ben 84)…ora superato dal suo connazionale Hakuho (86)…

      • Di sicuro avrebbe potuto vincere molto di più se non fosse stato per il ritiro…Peccato, perchè era l’unico che avrebbe potuto fermare lo strapotere di Hakuho di questi ultimi anni.

  • Il Mitico Crocop si ritira….e’ ancora disposto a fare qualche ‘amichevole’ , una sorta di farewell tour.
    Grande Mirko, come te veramente pochi, sia come fighter che come persona.

    • Ho letto… una parte di me spera egoisticamente che ci ripensi (non sarebbe la prima volta), ma forse è meglio che smetta ora, preservando un po’ la sua salute e lasciando un ottimo ricordo. Comunque oggi ha annunciato di voler fare almeno un match di addio!