News & Media MMA USA UFC

ANTHONY JOSHUA vuole NGANNOU E JONES IN MMA

ANTHONY JOSHUA vuole NGANNOU E JONES IN MMA 1
Lorenzo
Scritto da Lorenzo

Dopo i recenti proclami di Floyd in MMA(ma per favore!!), un altro pugile suggerisce un’approdo nelle MMA.
Questa volta però si tratta di qualcuno su cui i fans sarebbero molto più interessanti. Anthony Joshua, campione pesi massimi WBA, IBF e IBO è all’unanimità il miglior massimo del mondo.

Durante un podcast di Sky Sports ha detto che immagina un approdo in mma contro Gorillone Ngannou e Jon Jones.

ANTHONY JOSHUA vuole NGANNOU E JONES IN MMA 2

Penso che una bella azzuffata sarebbe contro il tipo del Congo[riferendosi a Ngannou che è in realtà camerunense], credo che abbia perso da poco. Tipo enorme, sarebbe una bella scazzottata. Poi ci sarebbe Jon Jones, anche quella sarebbe una gran lotta.

Anthony ha poi immaginato una strategia per entrare nell’UFC:

Dovrei ovviamente prendermi un paio di match di riscaldamento, per imparare la lotta a terra e il resto. Però alla fine una lotta è una lotta. Certo che lo farei[combattere in mma].

Joshua è un cavallone di circa 1,98 per 113kg e con un record nella boxe di 20-0 con tutti KO. Molti si immaginano cosa avrebbe fatto un Mike Tyson in MMA con la sua esplosività e potenza nelle anche ed Anthony è anche lui un devastante colpitore con un grande atletismo e che potrebbe imparare a divincolarsi dai takedown facilmente come ha fatto Ngannou.

Però quando ti arriva un vero wrestler come Miocic o Cain?

Nonostante tutto fa piacere vedere questo dichiarazioni da parte di pugili. Mi fa pensare che presto uno dei grandi campioni manterrà la parola e ci proverà.

 

Chi è l'autore

Lorenzo

Lorenzo

Una delle colonne portanti di Gitalia dal primo momento. Dopo anni di esilio in terra Australiana è tornato a insegnare a fare barbeque e parlare di MMA.
E' il capo-redattore delle MMA mondo (UFC in particolare) e cura colonne molto apprezzate come "sorvegliato speciale"

13 Commenti

  • È probabile che succederà, già maywheater sembra non stia scherzando affatto visto che anche woodley ha confermato le voci dicendo che si allenerà con lui presto.
    Tutto questo è secondo me dovuto in gran parte che lo si voglia ammettere o no, a mcgregor, che ha messo faccia a faccia due mondi che finora si sono evitati a vicenda.

    Parlando da un punto di vista tecnico un pugile dovrebbe allenarsi anima e corpo per qualche anno per aspirare ad arrivare in alto nelle mma per poi dover ripartire comunque dal basso, vedremo che succederà con maywheater, a sentirla la cosa sembra una barzelletta ma se davvero dovesse concretizzarsi sarebbe super super super interessante.

    • Secondo me per un campione di striking è più difficile arrivare al top delle mma dopo essersi dedicato solamente allo striking. Storicamente wrestler e kitsuka ci riescono meglio.
      Anche da ammettere è che ci sono stati pochi pugili a provare perchè come soldi a loro non conviene quanto conviene ad un wrestler cheviene da un ambiente non professionistico.
      Però vedremo adesso che si stanno aprendo le acque con gente come Adesanya. Ma credo che il futuro saranno i giovani che iniziano già mischiando le discipline…

    • Per me Maywheather nelle Mixed Martial Arts prenderebbe più botte che l’orso.
      Il suo stile è proprio prettamente pugilistico. Schivate, tempismo, contrattacco.
      Ma non è un rage bull un picchiatore uno che avanza a testa bassa.
      Tyson l’avrei visto discretamente, ma nelle MMA ci vuole anche tantissima intelligenza motoria. Nel pugilato gli schemi motori sono meno complessi, a volte ne bastano 3-4 di base. Insomma le MMA assomigliano più a una specialità come il decathlon che ad una gara singola. Non credi? Un saluto Sonny!

    • Non ho sentito l’intervista ma suppongo/spero stesse scherzando quando parlava di un paio di incontri per imparare la lotta a terra e il resto. Lo troverei, in caso contrario, poco rispettoso. Btw, per ora ha da scontrarsi contro Parker. Probabilmente è proprio in vista dell’incontro del 31 marzo, che è stato intervistasto. Sky manderà il match. Avrà giocato un po’. Detto questo, a parte le baracconate, io sono perchè ognuno resti nel suo ambito. Almeno per quanto riguarda i campioni. Joshua è un grande atleta e deve fare quello per cui si è allenato anni. Il futuro , la prossima generazione, magari sarà più fluida. Per quanto riguarda Maywheater, ha parlato di 6/8 mesi di tempo di attesa. Poi ha sbracato, ( Bisping l’ha perculato per quanto sto per riportare), dandosi la pagella. Su una scala da 1 a 10, di lotta si da un 7 e con l’allenamento conta di arrivare a 9. Di Boxe ovviamente non 10 ma 100. Di calci, 4. Ammetto che, per quanto parla, vorrei vederlo nella gabbia con uno sfidante, però, libero di fare tutto sin da subito.

  • Ciao tommy, dunque voglio partire da un presupposto di base.
    Per padroneggiare una qualsiasi disciplina come la lotta o la boxe ci vogliono almeno 2 anni di allenamento intenso e per diventare un atleta di elite ancora di più, bisogna considerare poi anche che per arrivare ad alti livelli ci vogliono allenatori e sparring partner di alto livello.
    Dalla mia esperienza tommy ti posso dire che la boxe non è più semplice delle mma come la lotta o il jiujitsu non lo sono, nelle mma ci sono tecniche delle varie discipline che per forza di cose vengono accantonate perchè poco funzionali ma che risultano funzionali o anche essenziali alla disciplina di appartenenza, non so se sono riuscito a farmi capire non è facile spiegare scrivendolo.
    Comunque maywheater adatterebbe il suo stile di boxe alle mma e se mai qualcuno cercasse di farci a pugni sarebbere c***i amari su questo non ho dubbi.

    • Io penso che la differenza tra le mma e la boxe è tale che uno come John Lineker(bantamweight top10 ed ex flyweight) batterebbe Mayweather in mma senza alcun takedown e solo con i pugni.
      Il motivo sarebbe solamente la minaccia del takedown e del grappling che farebbe cambiare postura, tattica, tutto quanto a Floyd in modo da neutralizzarne la superiore scherma pugilistica

    • Ciao Sonny ho visto uno dei primi match della storia dell’ufc e un pugile (Jimmerson) venne sverginato se non ricordo male, poi ricordiamo Toney che è stato un fenomeno nella Boxe e nel femminile Heather Hardy ha preso tanti di quei pugni negli ultimi match che manco sembrava lontana parente dell’ex regina mondiale della Boxe. Lo stile tra Boxe e boxe nelle MMA è immenso. Puoi diventare campione come Joe Calzaghe, Patrizio Oliva e parzialmente come Mayweather senza avere uno stile aggressivo e di forte impatto. Se non attacchi come puoi vincere nelle MMA con le sole schivate? Nelle MMA questi schemi non sono redditizi, devi colpire tu, non schivare. I KO più devastanti spesso li ho visti fare proprio da non-boxer, lottatori come Hendo, Romero, M. Chandler, Daniel Cormier.

      • Ciao tommy sono contento di poter discutere con qualcuno di specifiche tecniche visto che sono di sicuro l’argomento che preferisco, dico la mia come al solito senza ovviamente la pretesa di convincere per forza.

        Maywheater è un pugile di altissimo livello e questo già di per sè implica che sa usare e sa difendersi dai pugni meglio di qualsiasi lottatore ufc, anche dei migliori puncher in circolazione, hendo romero e cormier in confronto a lui sono dei rissaioli da bar.

        Maywheater potrebbe competere anche ad alti livelli nelle mma se dovesse solo fare a pugni ma NON sopravviverebbe a un qualsiasi wrestler di alto livello, ecco qual’è il punto focale della questione, le mma sono uno sport A SÈ, non è questione di essere bravo in una cosa ma devi essere completo, un lottatore completo, questo è il fighter di mma cosa che maywheater può anche diventare ma con quasi 0 probabilità di arrivare ad alti livelli, nonostante la sua ENORME abilità nel boxare rimarrebbe comunque a livelli bassi nelle mma perchè appunto, sono un’altro sport.
        Credo essermi spiegato, non ho mai voluto intendere che maywheater batterebbe un top 10 ufc.

        • Probabilmente dopo uno svezzamento un Mayweather si potrebbe adattare agli scambi da mma e menare i brawler alla Lineker.
          Resta da vedere…anche la difesa cambia totalmente solamente per guantoni che sono una parte fondamentale della sua difesa cosidetta a “guscio”.

          • Provo a spiegare il mio punto di vista. Però da leggere piano piano.
            Tutta la Boxe si avvale di una serie di eventi tattici che però sono correlati strettamente a determinati schemi motori (non molto variegati a dire il vero -diretto jab gancio montante-, anche se con molte sfumature e complessità da acquisire). E da determinate caratteristiche del ring che influenzano il gesto tecnico, la strategia e la tattica.
            Quando si entra in clinch non si può essere presi a ginocchiate, quindi uno può legare con una certa tranquillità, voglio dire sa quali colpi può subire, quali gli possono arrivare, nelle MMA le cose sono molto più complesse; nella Boxe si può giocare con le corde, sfruttandone l’elasticità, il sostegno, queste nelle MMA non ci sono e cambia tutta la questione difensiva; i guantoni coprono di più il volto nel Pugilato, se ci si chiude a riccio posso anche sopravvivere, nelle MMA rarissimamente (vengo colpito alle gambe, portato a terra, le zone scoperte sono più ampie ecc); nell’ottica tecnica dello schivamento, se io schivo nella Boxe è perché so che non mi può succedere altro, l’avversario semplicemente va a vuoto e poi può incalzare ancora oppure desistere; nelle MMA posso schivare e poi posso essere preso alle gambe o preso con un calcio, quindi può diventare del tutto ininfluente la schivata. Che faceva JDS contro Cain Velasquez? Che faceva Anderson Silva contro Weidman e Cheal Sonnen? Schivava e poi veniva portato giù per terra. Insomma a mio avviso, è solo della Boxe esplosiva che ci si può avvalere (jab a parte che resta sempre una bella arma). Per questo ho fatto l’esempio di Romero e Hendo. Ma anche di Tyron Woodley o nei tempi belli di Johny Hendricks. L’unico che ricordi che ha usato fantasia e combinazioni variegate della Boxe in modo estremamente efficacie e imprevedibile è secondo me, Nick Diaz (in parte anche suo fratello Nate). Ma erano azioni d’attacco con dietro la consapevolezza di saper gestire l’eventuale take down o contrattacco.
            Con questo non dico di aver ragione, dico solo la mia.

  • Lorenzo io non credo che maywheater potrà mai competere contro un fighter di alto livello nelle mma, dovrebbe allenarsi tipo 5 anni e resterebbe ancora da vedere.
    Tommy il tuo discorso è giusto, però se nick e nate come dici riescono a usare alcune combinazioni con efficacia ed in confronto a maywheater sono dei principianti, immagina floyd fighter completo con le sue abilità di pugile, vedremmo cose che non abbiamo mai visto nelle mma…

    • Con la macchina del tempo sarebbe interessante vedere Roy Jones jr. portato , da giovanissimo, oggi. Se ho una curiosità, a parte Tyson, ce l’avrei con lui. Ovviamente stando ai più noti , senza spostarsi troppo indietro nel tempo e sfruttandone le potenzialità al meglio. Parlando di Tyson, Pearson , nell’incontro contro Hooker, aveva preso a imitarlo un po’. Hooker, come speravo, gli ha preso il tempo e , con una ginocchiata, gli ha fatto arrivare il paradenti in tribuna. Di base, per grandi linee, sono d’accordo con entrambi. Mi garba l’accostamento gara singola vs decathlon. Alla fine uno è iperspeciallizzato su una specialità mentre l’altro deve essere bravo in diverse.

X