Brazilian Jiu-Jitsu

7 Talenti del Grappling nati dopo il 2000

7 Talenti del Grappling nati dopo il 2000 1

ROBERTO JIMENEZ

Nato a Miami, Stati uniti, il 19 maggio 2000 e figlio di immigrati Ecuadoriani. Roberto Jimenez e’ una cintura nera sotto suo padre, Raul Jimenez. Nonostante i due abbiano rappresentato per parecchio tempo il Team Alliance, attualmente Roberto gareggia con il patch della loro propria accademia, lo Studio 76 a Las Vegas. L’oro nelle cinture viola al Mondiale IBJJF del 2018 (peso e assoluto) e nelle marroni nel 2019 o le vittorie in tornei di prestigio come il Fight 2 Win e il 3CG KUMITE, sono solo alcuni dei suoi risultati migliori. Nonostante la sua giovane etá e la sua corta esperienza come faixa preta, Jimenez ha già battuto gente di altissimo livello come Vagner Rocha, Fellipe Andrew e Keenan Cornelius. Roberto Jimenez e’ senza dubbio uno dei giovani lottatori piú interessanti del Jiu Jitsu a livello mondiale, fra i nati prima dell’anno 2000.

KADE & TYE RUOTOLO

I gemelli Ruotolo sono originari dell’isola di Maui, Hawaii, ma si trasferiscono presto ad Huntington Beach, California. Si iniziano nel mondo del Jiu Jitsu all’etá di 3 anni, sotto la tutela dei fratelli Mendes ed attualmente sono cinture viola di André Galvao alla Atos Jiu Jitsu di San Diego. Tye, sorprese tutti nel 2019, quando con solo 16 anni e da cintura azzurra, riuscí ad ottenere un ottimo quarto posto al ADCC, perdendo contro Paulo Miyao nella finale per il bronzo in un match molto combattuto. Anche se sono ancora giovanissimi, i “Ruotolo Twins” sono giá parte del Jiu Jitsu che conta.

NICKY RYAN

Il fratello minore di “King” Gordon Ryan e’ un altro grande giovane talento nel mondo del Grappling. Attualmente diciottenne, ha ottenuto nel 2019 la cintura marrone direttamente da John Danaher. Sempre nel 2019, partecipa al ADCC ad Anaheim (Stati Uniti), gareggiando a un ottimo livello anche se sconfitto nei quarti di finale da Paulo Miyao. Nicky Ryan, nella sua corta carriera da fighter puó giá contare con vittorie contro rivali piú quotati e con molta piú esperienza come Geo Martinez, Masakazu Imanari o Urijah Faber nella edizione numero 10 del Polaris. L’impressione e’ che sentiremo ancora parlare a lungo dell’enfant prodige della Danaher Death Squad.

TAINAN DALPRA

Il diciannovenne Tainan Dalpra nasce a Florianopolis, Brasile. A 13 anni viaggia negli Stati Uniti per partecipare al Pan Ams Kids ed entra in contatto con i fratelli Mendes. Da lí a poco si traferirá in California per allenarsi a tempo pieno nella Art of Jiu Jitsu con Rafael e Gui Mendes. Attualmente cintura marrone, Dalpra ha vinto praticamente tutto fino ad ora: 6 volte campione del Mondo fra Gi e No Gi e 7 ori al Pan Ams. Un dato importante per farci capire il talento di questo ragazzo e’ che non ha perso un solo match nella categoria Juvenile dal 2016 al 2017 e nel 2018 ha ottenuto doppio oro, peso e assoluto, in ogni evento in cui a partecipato. I numeri quí, parlano davvero chiaro…

GABRIELI PESSANHA

Nata nel 2000 nella favela di Cidade de Deus, Rio de Janeiro (si, proprio lo stesso quartiere reso famoso dal film “City of God”). La ventenne Gabrieli Pessanha e’ fra le ragazze piú dominanti nel BJJ degli ultimi anni. Promossa a cintura nera nel 2018 dal suo coach Mauricio de Deus, Gabrieli e’ stata premiata come “Queen of mats” dalla UAEJJF nel 2020 ed ha vinto praticamente tutto quello che si potesse vincere con la cintura viola e con la marrone: Mondiale, Europeo, Brasileiro, Pan Ams, Grand Slams e World Pro della UAEJJF. Solo il tempo ci dirá se ci troviamo di fronte a una nuova Gabi Garcia, ma per adesso, la giovane Gabrieli ha tutte le carte in regola per convertirsi nella donna piú vincente dei prossimi 10 anni.

MICAEL GALVAO

Anche se non potrá gareggiare nella categoria adult fino al 2021, questo sedicenne cintura viola originario dello stato di Manaus e’ sicuramente fra i giovani piú gettonati del momento. Figlio del faixa preta Melqui Galvao, Mica ha giá collezionato centinaia di incontri e non perde un match da piú di 3 anni. Si parla addirittura di 106 vittorie consecutive, delle quali 103 vinte per sottomissione. Il 2019 e’ stato definitivamente il suo anno. Il giovane Mica infatti e’ riuscito a conquistare il doppio oro, peso e assoluto, nei 4 eventi piú importanti della IBJJF: Worlds, Euros, Pan Ams e Brasileiro. Anche in questo caso i numeri non mentono. Ci troviamo di fronte a un ragazzo che sará sicuramente uno dei fighters piú vincenti dei prossimi anni.

Abbiamo dedicato una puntata di Young Guns a Micael Galvao. leggi qui.

 

 

Chi è l'autore

Francesco Barceloneta

Francesco Barceloneta

Italiano emigrato a Barcellona nel 2006. Cintura viola e istruttore di BJJ. Appassionato di sport, i libri e la scrittura. Forse sarei anche potuto diventare forte nel Jiu Jitsu, ma poi mi sono rotto il ginocchio...

X