News & Media Tornei in Italia

Risultato finale Calcio Storico Fiorentino 2013 – Bianchi di Santo Spirito vs Azzurri di Santa Croce

Risultato finale calcio storico fiorentino 2013
Brandon
Scritto da Brandon

30/06/2013 Risultato Finale Calcio Storico Fiorentino 2013 – Bianchi di Santo Spirito vs Azzurri di Santa Croce

30/06/2013 Risultato finale Calcio Storico Fiorentino 2013 – Bianchi di Santo Spirito vs Azzurri di Santa Croce

Purtroppo non sono riuscito ad andare a vederla dal vivo e quindi l’ho vista in tv: quello che scrivo l’ho preso solo da cosa è stato fatto vedere in tv e quindi potrei aver non visto alcune cose.
La finale viene rimandata al giorno odierno: a questo giro niente pioggia, solo sole e caldo.
Inizia la partita, la palla va agli Azzurri mentre a centrocampo si accende subito la partita.
Gli Azzurri impostano la partita sulla rissa per sconcentrare ed innervosire i Bianchi anche utilizzando colpi illegali come calci a calcianti in terra, pugni da dietro e combattendo in più di due contro uno solo. I Bianchi continuano a giocare leali. Ad un certo punto i difensori dei Bianchi, per aiutare i loro compagni che spesso si trovavano da soli contro più calcianti azzurri, sono tutti a dar mano ai compagni e il portatore di palla degli Azzurri parte indisturbato arrivando in fondo al campo e segnando la caccia del vantaggio azzurro. Da qui anche alcuni Bianchi cominciano a commettere qualche scorrettezza ed infatti vengono espulsi molti calcianti da ambo le parti (anche se alcuni Azzurri sono usciti 15 min dopo l’espulsione dopo ripetuti richiami coi microfoni minacciando di sospendere la partita se non fossero usciti). La palla è degli Azzurri: un calciante tira la palla ed un portiere dei Bianchi la devia mandandola sopra la traversa e quindi gli Azzurri guadagnano un’altra mezza caccia. Gli Azzurri comandano per 1 caccia e mezzo a zero.
Dopo i tanti espulsi la partita è più calma e leale.
Manca circa un quarto d’ora: la palla è dei Bianchi ed il portatore di palla avanza molto, difeso dai suoi compagni ma arrivato poco dopo la metà campo prova un tiro di piede che va appena sopra la traversa; un’altra mezza caccia per gli Azzurri. La partita finisce due cacce a zero per gli Azzurri ma appena viene fischiata la fine tutti i rancori finiscono e tutti i calcianti si abbracciano tra di loro.

Risultato Finale Calcio Storico Fiorentino 2013 – Bianchi di Santo Spirito vs Azzurri di Santa Croce

COMMENTI SUI CALCIANTI PRATICANTI DI MMA

Parte Bianca:
–  Michele Verginelli: ha sempre combattuto lealmente anche se non è stato inquadrato molte volte.
–  James Zikis: un guerriero, ha tenuto su la guardia dall’inizio alla fine, subendo anche molti colpi. Ad un certo punto è anche caduto subendo un colpo ma si è rialzato barcollando e poco dopo ha ricominciato a combattere! Un mostro!
Parte Azzurra:
–  Marco Santi: non sono mai riuscito a vederlo ed a quanto ho capito è stato espulso.

 

Update 1: ecco un paio di link:

 

update 2014: per chi arriva dopo la trasmissione di PIF – il testimone, si guardi tutto il match prima di postare.

Chi è l'autore

Brandon

Brandon

51 Commenti

  • Quello che tu dici è vero Cainos..
    Ma tu come ti sentiresti, quando vedi i tuoi Dirigenti che per una squalifica ( ingiusta) a Marino Vieri, indicono una conferenza stampa, con tanto di prove video e cartacee, per dimostrare l’innocenza del Calciante.
    E quelli stessi Dirigenti, che per la diffida a giocare la finale (assurda) di Matteo Minonzio, non hanno alzato un dito per provare a fargliela disputare?
    Penso che la risposta sia troppo facile..

    SOLO BIANCHI

  • Che Minonzio e Sorio non fossero previsti per la finale, lo sa tutta Firenze. Che al loro posto erano stati scelti Di Luisa e Gatti, è altrettanto noto.
    Che i Bianchi hanno fatto tutto il possibile per far togliere la squalifica a Vieri, lo sanno anche i muri.
    Passo e chiudo.

  • Capisco l’affetto per la propria squadra ma credo che ci siano alcune domande da porsi:
    – è giusto che ci siano dei regolamenti che il consiglio comunale di Firenze impone alla manifestazione da lui stesso patrocinata per evitare che questa diventi una megarissa?
    – è ammissibile che una manifestazione storica serva come palco per l’esibizione di idelogie che hanno portato alla morte di milioni di persone?
    – lo sport deve interessarsi ai valori che immancabilmente diffonde (rispetto per l’avversario, uguaglianza, pacifismo e tutti i significati che lo sport contiene dai tempi delle olimpiadi dell’antica Grecia) oppure deve essere neutrale?
    – è bello che il calcio storico diventi una specie di royal rumble delle mma in cui le squadre fanno a gara ad assoldare lottatori professionisti che ne sanno poco di regole del calcio ma sanno come mandare ko gli avversari?
    – Michele Verginelli, Matteo Minonzio e gli altri professionisti che giocano al calcio storico sono fiorentini?
    – le mma sono uno sport oppure sono un modo per imparare a menare la gente che ti sta sulle palle come fa Matteo Minonzio che si vanta di andare in giro a fare ronde per gonfiare gli extracomunitari ?
    – sono “assurde diffide” o “oscuri complotti” quelli che impediscono ad un individuo pluricondannato per risse e aggressioni di natura xenofoba di partecipare ad un torneo sportivo che è anche una festa della città?

  • Hallo, fiorentini? Ma che combinate? Ma vi siete persi in beghe poco interessanti per il resto del globo, che con lo sport ci entrano nulla.

  • Grande Gabriele..
    Per fortuna che hanno impedito a Minonzio di giocare la finale..
    Altrimenti sarebbe stata una partita piena di scorrettezze, colpi proibiti e botte da dietro..
    Così si fa..
    Teniamo i teppisti lontano da Piazza S.Croce e godiamoci l’indimenticabile spettacolo della finale di quest’anno.
    Tutta Firenze rende omaggio a Gabriele.

  • Gabriele, l’unico noioso sei tu.
    Vatti a rivedere la squadra dei Bianchi di quest’anno.
    C’erano 2 ragazzi di colore, un ebreo (Zikic) e parecchi calcianti con tatuaggi di Che Guevara.
    Il giorno della finale non disputata per pioggia, indossavano tutti una maglietta di solidarietà nei confronti di Matteo.
    Quindi, l’unico accecato dall’ odio politico sei tu.
    Su questo sito si parla di sport, se vuoi sputare veleno su quelli che non la pensano come te politicamente, vai su altri siti.
    Addio.

  • -è giusto che vengano imposti dei regolamenti, ma bisogna anche studiarli, rendersi conto se questi possono essere messi in atto, se esistono delle situazioni in cui questi possono essere facilmente infranti. Non si fa correre nessuno, non si tira con l’arco, non si tira le arance ai carri, ma si usano le mani, quindi evitare che si creino situazioni da mega rissa credo sia utopico, magari si possono contenere ma da un anno ad un altro dire “abbiamo depurato il calcio storico da eventi di violenza gratuita” ce ne passa
    -Non sono di destra, ma Minonzio non parla di politica ad un microfono. Non sta in nessun consiglio amministrativo e non compare su nessun cartellone di campagna elettorale. È li solo e soltanto per giocare. Se il tatuaggio turba troppo i cittadini credo si possa risolvere la questione con il taping adatto.
    -Questo non è uno sport, e ti ricordo che in antica grecia talvolta nelle gare di lotta ci scappava il morto, alla faccia del rispetto e dell’uguaglianza.
    -Se fosse SOLO una royal rumble non avremmo una palla. Ogni squadra ha una componente di lottatori ed una componente di giocatori di palla. Se piccbi forte ma non sai leggere il gioco, perdi di sicuro. Poi ogni partita puo essere giocata in diversi modi, con piu o meno gioco di palla. Ma se questo non piace basta cambiare canale. Per quanto riguarda i ko, quei pochi che si son visti, son arrivati quasi tutti da calcianti di Firenze, quindi il termine “assoldare per il ko” è doppiamente errato. In primis nessuno viene assoldato, ma gli esterni che vengono a partecipare si avvicinano di loro spontanea volontà e si allenano passando una selezione tra i membri delle squadre (non sai quanti ragazzi si allenano, e credimi, molti che restano fuori sono capaci). In secundis, non ho visto i cosidetti “mercenari” andare al giro e spengere gente al tocco, come supereroi, ma li ho visti addirittura piu presi di mira degli altri..quindi non mi sembra che questa manifestazione per loro sia una passeggiata per far vedere quanto sono bravi e quanto possono dare in piu rispetto agli altri.
    -Michele Verginelli, Matteo Minonzio e gli altri (James Zikic) hanno pagato forse piu degli altri in campo, proprio per il fatto di non essere fiorentini. Sanno benissimo che sono malvisti da tanti calcianti di altre squadre e da tanti appassionati, ma la loro voglia di giocare e di scendere in piazza è piu forte del senso di avversione di chi li vorrebbe a casa loro.
    -Le mma sono uno sport, sono d’accordo con te. Quel che accade fuori dalla palestra , dall ottagono o dal campo di gioco riguarda non piu il tifoso, l’appassionato o il commentatore da tastiera, ma la questura e la legge. Scrivi solo se hai delle prove, dei fatti, delle denunce. Se hai solo chiacchiere [..si vanta..] lascia perdere
    -Come sopra. Se era un criminale non lo facevano nemmeno partecipare. Eppure i bianchi sono l’unica squadra con due ragazzi di colore, Rodrigo e Diemba. Se era un tale xenofobo e mercenario chi glielo faceva fare di scendere in campo con i bianchi ed avere questi due ragazzi come compagni di squadra?

    per gabriele
    la noia è leggere i tuoi commenti, sempre tutti così illuminanti…

  • Ragazzi il problema non è il tatuaggio di Minonzio, il problema sono le denunce e le sentenze di tribunale che in Italia hanno valore maggiore di opinioni politiche.
    Minonzio è un criminale pluricondannato, neonazista, il fatto che giochi nella mia squadra non dovrebbe farmi dimenticare i valori dello sport.
    Se fossimo in un paese serio come la Germania, la Francia o gli Stati Uniti personaggi come questo sarebbero esclusi sia dal calcio storico che dalle mma, invece in Italia si può far tutto e il contrario di tutto e i risultati si vedono.
    @max, guarda io scrivo e soprattutto leggo in questo sito da anni e mi conoscono tutti, non vengo di certo per fare propaganda politica, non ho ne hitler ne che tatuati da nessuna parte e comunque non sono la stessa cosa. Vengo sul sito per parlare di mma se Minonzio durante le partite ga il saluto romano e dopo va in giro per Bologna a collezionare denunce per aggressioni e risse per me è solo una vergogna.

  • Grigiosenna
    Vai sulla casellina ricerca di google e digita:
    “matteo minonzio denunce”
    Oppure
    “matteo minonzio condannato”
    Oppure
    “matteo minonzio aggressione”
    Quando avrai letto tutto rispondimi (quindi almeno tra una settimana)

    Ps: trovo mostruosamente noiosi commenti da tifosi che negano la palese evidenza dei fatti per sposare una tesi precostituita
    Nel caso specifico le lamentele di Alessandra “abbiamo perso perche non hanno fatto giocare minonzio” a contrario ho trovato molto interessante l’analisi di cainos

    Pps: “se era un criminale non lo facevano nemmeno giocare” infatti gli è stato impedito di giocare la finale

    Ppps: se bastasse avere un tatuaggio di Che Guevara o un amico di colore per essere una brava persona il mondo sarebbe un postomigliore, questo ragionamento mi ricorda la storia del romano che dopo aver bruciato un negozio di cingalesi a sua discolpa ha dichiarato “ma non sono razzista, sono sempre stato di sinistra, lo sanno tutti” ti pare una giustificazione accettabile da parte di un giudice?

  • Puo essere la giustificazione di un malandrino qualunque ma non di un giudice. Quando dico “non è piu interesse del tifoso ma della legge” intendo il seguente pensiero. Se c’è una regola, questa è giusto che venga rispettata da tutti. Puniti i trasgressori. Ci pensa il giudice (che non credo accetti il “ma io sono di sinistra, lo sanno tutti..). Se questo individuo ha sbagliato è sacrosanto che abbia pagato, e se sbagliera di nuovo è sacrosanto che paghi per quello che fa. La falla dei nostri “costituzionalissimi” ragionamenti viene fuori quando li accostiamo ad un evento come il calcio storico. Ci hanno provato, nel 2009 a tenere lontani tutti quelli con denunce pendenti e i condannati, risultato? Squadre decimate e ridotte all’osso, i verdi non si sono presentati nemmeno a giocare il torneo. Non ne posso piu dei commentatori che cercano di vendere il torneo come evento sportivo, questo non è uno sport. I calcianti sono persone comuni, e dentro ci sta la persona per bene come la testa di cazzo. Io ti porterei i fascicoli della questura di certa gente che era in campo quest anno..cosa fai poi? Chiudi tutto? non fai giocare nessuno? Per questo mi vengono le bolle quando leggo o sento il benpensante che pretende un livello di pulizia totale in ogni angolo del vivere quando ad un’analisi piu approfondita emerge che certi ambiti forse aiutano a scaricare un po’ di odio e violenza in un’arena.

  • Caro Gabriele, allora spiegami una cosa..
    Una settimana prima Minonzio lo fanno giocare contro i Rossi, nessuno dice niente, la partita si svolge in modo corretto e del tatuaggio non se ne accorge nessuno.
    Una settimana dopo, ci si accorge dell’ “improponibile” tattoo,
    Minonzio non gioca la partita con gli Azzurri, la finale è una vera e propria caccia all’ uomo.
    Spiegami tu, che mi sembri molto preparato, la logica di questo comportamento.
    Ti ricordo che sono 3 anni che Minonzio è calciante, nessuno si ricorda di saluti romani o gesti politici.
    Ti dirò di più.. Minonzio tutti i fine settimana è in giro per S.Spirito, quartiere non certo di destra, ma di aggressioni o risse per motivi politici, non ne ho mai sentite.
    Allora, caro il mio saputello, ma di cosa stai parlando?

  • Che ti devo spiegare? Mi sembra un ragionamento molto semplice: il consiglio comunale e provinciale che patrocinano l’evento mettono un regolamento per evitare che l’evento degeneri, Minonzio rientra nei non desiderabili vista la serie di denunce e condanne che ha ricevuto (fai la ricerca su google che ti ho detto), la partita si gioca e fine della storia.
    Mi pare che l’unica cosa che tu voglia sentire dire è “c’è stato un complotto dei verdi-rossi-blu con lappoggio di Renzi-comunisti-giudici e polizia per far perdere i bianchi”, mi sembra un ragionamento da tifosa e poco verosimile, seguo le mma e non il calcio proprio per non imbattermi in fanatici.
    Il discorso “l’altra volta ha giocato ed è andato tutto bene” mi sembra abbastanza privo di senso perchè i divieti hanno anche valore preventivo, è come se dicessi “non mettiamo in galera un assassino perchè tra l’ultimo omicidio e il processo non ha ammazzato nessuno”.
    Le offese servono solo a spiegare che non hai argomenti.
    Grigiosenna, non ho capito la prima parte del discorso, comunque non credi che una diffida di cui stiamo parlando non sia proprio uno stravolgimento del torneo? E poi se non è sport cos’è? Se è una manifestazione storica a maggior ragione deve essere regolata dal consiglio comunale.

  • Cosa è che non hai capito?

    ps.
    Le regole in campo sono sempre state e sono tutt ora (un po’ stemperate) quelle della guerra. Tu hai a che fare con spostare compagni come fossero unita, proteggere fette di campo, utilizzare pezzi da sfondamento o da incursione. Come diamine si fa a chiamarlo sport. Poi alla base c’è lo scontro a mani nude, piedi, testa, colpi sopra e sotto la cintura (li si seguono delle regole non scritte simil “taglione”). Spiegami come fai a chiamarlo sport. Puoi cercare di renderlo piu gradevole, con tv, tribune, giornali e articoli, filmini su yt ecc ecc. Ma non sara mai e poi mai una manifestazione di storia e sport. Di storia e basta.

  • Gabriele.. Io non ho bisogno di offenderti, ti offendi da solo con quello che scrivi.
    Tu non sei fiorentino, non hai mai visto una partita di Calcio in Costume e passi le giornate a diffamare gente che hai visto solo in fotografia da dietro un PC.
    Un giorno vieni a farti un giro a Firenze e chiedi a qualcuno come finivano le partite una decina d’anni fa.
    Faide, sparatorie e regolamenti di conti erano all’ ordine del giorno.
    Quindi, prima di sputare sentenze su un calciante rispettato da tutta Firenze, vatti a rileggere la storia recente del Calcio Storico.
    Scoprirai che il tatuaggio di Minonzio infastidisce solo gli ottusi come te.
    Ti saluto

  • Scoprirai che il tatuaggio di Minonzio infastidisce solo gli ottusi come te.
    su questo direi che infastidisce gli antifascisti .-….se permetti!

  • Andrea Ronchi, un giorno scoprirai che a vedere la partite di Calcio Storico, ci sono antifascisti, anticomunisti, ragazzi di colore ma soprattutto persone che vengono a vedere la partita per sostenere il proprio Colore.
    Capisco che per te e Gabriele è molto difficile capire questo concetto, ma purtroppo per voi è così.

  • Certo che tra te e il tuo “compagno” Gabriele, non sapete capire una spiegazione chiara come quella di Alessandra.
    Ma lo volete capire che la gente viene in Piazza per la partita, non per i tatuaggi.. E se un tatuaggio è così fastidioso, come dite voi, lo si copre col cerotto, come si fece l’anno scorso.
    E’ chiaro una volta per tutte, o bisogna scrivervi in cirillico..
    Che forse è l’unica lingua che conoscete.

  • Interessante notare come poco dopo il sesto minuto di gioco (o poco dopo l’ottavo minuto del video) si vede un BIANCO far cadere UN ALTRO BIANCO (Riccardo “Verona” Sorio) per terra spingendolo a tradimento di lato. Dal buco che si crea arriva la caccia degli Azzurri grazie a Piombino che si incunea. Fa riflettere, no???
    FORZA BIANCHI.

X