UFC

Alistair Overeem fa mea culpa

alistair-overeem-480pixel

Alistair Overeem è arrivato in UFC con tutte le carte in regola per essere il super campione dei pesi massimi che mancava alla promotion. Da quando era passato ai pesi massimi ha vinto tuto: Strikeforce, Dream, K-1 e molti si aspettavano anche la cintura UFC…

Alistair Overeem è arrivato in UFC con tutte le carte in regola per essere il super campione dei pesi massimi che mancava alla promotion. Da quando era passato ai pesi massimi aveva vinto tutto: Strikeforce, Dream, K-1 e molti si aspettavano anche la cintura UFC…

alistair-overeem-480pixel

Appena firmato per la promotion americana gli è stato proposto il title shot (contro l’allora campione JDS) ma ha preferito rimanere attivo (e prendere una bella % dei PPV ndChupa) combattendo contro Brock Lesnar, ormai Orso ferito.

Lo stermina cavalli olandase si è sbarazzato dell’americano con dei potenti middle kick al costato. A questo punto tutto era pronto. Title match a maggio 2012 contro JDS. Fuoco e fiamme…

E invece…

Prima un controllo anti-doping random pre match lo ha incastrato con il testosterone particolarmente alto: saltato l’incontro, 6 mesi di sospensione. Al ritorno Overeem aveva Antonio BigFoot Silva, forse non il numero 1 ma dotato di moltissime armi pericolose. Alistair ha fatto un po’ di trash talking prima del match per poi presentarsi al giorno dell’incontro spompo (esami sucessivi gli davano carenza preoccupante di testosterone).

Durante l’incontro non è riuscito a imporre il suo gioco, facendosi portare al terzo round dove ormai bollito si è beccato un KTFO potente dal brasiliano.

Tra 12 giorni Overeem tornerà a combattere contro Travis Browne, forse meno pericoloso di Silva ma da non sottovalutare – molto versatile in tutti gli aspetti. L’olandese ha fatto tesoro delle lezioni:

“Si, assolutamente – questo è un nuovo inizio. Credo che sia Browne che io siamo dei fighter al top della categoria e una vittoria ci porti più vicini alla titleshot… so che una vittoria in questo match mi porta sui binari giusti del mio obiettivo della vita: diventare il campione UFC dei pesi massimi.”

“So che ci sono altri fighter che hanno questo sogno, e che nelle MMA tutto può succedere. Adesso mi focalizzo sul match: quello che può succedere dopo si scoprirà solo vivendo.”

Sembra che Overeem abbia davvero fatto un mea culpa e la tranvata presa da Bigfoot Silva lo abbia fatto rinsavire, facendolo tornare coi piedi a terra. Grande il sogno, ma anche rispettoso dell’avversario.

Chi è l'autore

Manolo

Manolo "El ChupaCabra"

Praticante di MMA, agonista di BJJ e grappling, ottimo conoscitore delle arti marziali miste e del valetudo. Manolo "El Chupacabra" non è niente di tutto questo.

31 Commenti

X