News & Media

Freno a mano e grappling

Freno a mano e grappling 1

Altro articolo preso dal blog di Andrea Lavaggi: veloce e interessante dove dice la sua sull’eterna lotta Gi vs NoGI

Freno a mano e grappling 2

Altro articolo preso dal blog di Andrea Lavaggi: veloce e interessante dove dice la sua sull’eterna lotta Gi vs NoGI

Freno a mano e grappling

Esistono due scuole di pensiero, una asserisce che per essere un buon grappler è necessario praticare bjj (usare il Kimono) l’altra opposta, considera invece superflua tale pratica e suggerisce una pratica mirata esclusivamente no gi.
Perché allenarsi col Kimono (bjj) quando si ha una particolare predilezione per il grappling?
Perché costringere il proprio corpo ad indossare un fastidioso ed ingombrante kimono quando si cerca la velocità del no gi? Le ragioni sono molteplici ed i fautori delle due opposte scuole di pensiero hanno hanno varie frecce al loro arco.
Analizziamo i due tipi di pratica.
Il kimono da sensibilità, ti mette a pensare, ti costringe a lavorare con un peso ed un atrito addosso che limitano il movimento, ti costringe a difendere con maggiore accuratezza leve e triangoli, ti consente molte più sottomissioni e strategie.
Il grappling è rapido istintivo atletico ed esplosivo, sottomettere è un gesto fulmineo, passare è molto + difficile, …
(scusate anche l’immagine poco correlata, ma sono sicuro che all’autore del testo piace cosi :-)

Chi è l'autore

Manolo

Manolo "El ChupaCabra"

Praticante di MMA, agonista di BJJ e grappling, ottimo conoscitore delle arti marziali miste e del valetudo. Manolo "El Chupacabra" non è niente di tutto questo.

3 Commenti

X