UFC

Tim Kennedy fa marcia indietro sulle paghe ai fighter

Tim Kennedy fa marcia indietro sulle paghe ai fighter 1
Lorenzo
Scritto da Lorenzo

Dopo l’accusa alla Zuffa, le scuse e delle precisazioni

tim
Dopo le accuse di ieri, ci era venuto il sospetto di come sarebbe andata a finire per il povero Tim Kennedy. Beh, qualche ora dopo ha fatto subito marcia indietro. Il comprensibile sospetto sul perchè lo abbia fatto non lo scrivo neanche perché lo sapete tutti.
Comunque ecco le sue dichiarazioni di riparazione sul suo profilo facebook:

“Recentemente ho fatto commenti riguardo le paghe dei fighter. L’intento di queste affermazioni è stato quello di mettere in evidenza che i combattenti professionisti incorrono in spese significative associate ai loro preparativi per combattere e che la compensazione non è ancora alla pari con gli altri principali sport. Sebbene abbia la fortuna di avere diversi flussi di reddito associati con i miei interessi economici, la maggior parte dei combattenti non hanno questo lusso. Quando si fanno i camp di preparazione con grandi ragazzi con talento incredibile e li si vede a malapena  sbarcare il lunario, mentre si vedono contemporaneamente gli atleti in altri sport con molto meno carattere e un’etica del lavoro molto minore guadagnare esponenzialmente di più, può capitare di essere frustrati.

Purtroppo, ho fatto dichiarazioni che alludevano a come l’UFC, in particolare, paga i suoi atleti. Questo è stato particolarmente offensivo siccome la Zuffa si è presa cura di me più di qualsiasi altra organizzazione, tra cui un bonus per essere divertente su Twitter. La mia scelta di parole è stata povera, non adeguatamente formulata, e non corrisponde con il mio intento. Inoltre, le mie osservazioni sono state prese fuori contesto. Posso dirvi che ho combattuto più a lungo di molta gente e mi ricordo fin troppo bene i giorni in cui non vi era alcuna regola o standard per una promozione di MMA. Ho combattuto molte volte in Messico, dove le regole sono state trascurabili, non c’erano medici, e essere pagato era un lusso che non ci aspettavamo. Il nostro sport era evitato e considerato “cockfighting umano”. Oggi, siamo su Fox. Abbiamo medici e assicurazioni. Facciamo più soldi rispetto alla media americana. E otteniamo queste cose facendo uno sport che amiamo. L’unico motivo per cui questo è possibile è grazie alla Zuffa. Loro hanno legittimato lo sport e preso più cura degli atleti di ogni altra organizzazione, e la tendenza è solo migliorare, con gli atleti che fanno tre volte quello che hanno fatto in media cinque anni fa.
I miei commenti erano offensivi e inappropriati. Accetto la piena responsabilità per le dichiarazioni e mi scuso con l’UFC, Dana White, Lorenzo Fertita e Joe Silva così come chiunque avrei offeso con i miei commenti. Combattere per l’UFC è un onore e un privilegio. Non vedo l’ora di mettere questa situazione dietro le spalle e concentrarmi sulla mia lotta imminente con Roger Gracie.”

 

Chi è l'autore

Lorenzo

Lorenzo

Una delle colonne portanti di Gitalia dal primo momento. Dopo anni di esilio in terra Australiana è tornato a insegnare a fare barbeque e parlare di MMA.
E' il capo-redattore delle MMA mondo (UFC in particolare) e cura colonne molto apprezzate come "sorvegliato speciale"

20 Commenti

  • Dana: tim tu hai mancato di rispetto alla mia famigghia […] lo sai chi sugno io?

    Tim: tranquilli era una battuta!

  • dana lorenzo e joe silva l’hanno impecorato per bene,lo hanno sculacciato e adesso lo hanno pur costretto a rimangiarsi quanto detto pochi giorni fa!!!tanto come si dice spesso”la prima affermazione è quella che conta”ossia quella che rispecchia il nostro vero pensiero,e dana e company sfruttano tutti i mid.carder/under card fighter,pagandoli poco,troppo poco!!prendono piu di quelli bellator o wosf!??certo,ovvio,ma come dice lo stesso dana questi moscerini non saranno mai al livello di grandezza ufc,e allora anche tra le paghe dovrebbe esserci un abisso!!se l’ufc è 100 volte piu grande di bellator,non è pensabile che un fighter under card ufc prenda solo mettiamo 5000$ in piu,e qualche visita medica di routine,questo non è un abisso di differenza!!!che poi basterebbe a un fighter anche di bassa ufc,che gli venissero pagate:viaggio,trainer,visite mediche,operazioni e albergo!!poi se vincono e fanno un contratto con molti piu soldi tutte ste cose possono farsele da soli,con l’aiuto di sponsor ecc!

  • Lore se la m1 russa la definisci una losca mafia, l’UFC come potremmo definirla? Una lobby affaristico-schiavista, stile tana delle tigri?
    Adesso magari daranno un bonus (in segreto) al fighter che spaccherà le gambe a Kennedy durante un match per porre fine alla sua carriera.

  • @bepo: la M1 non la definisco io così. Son voci che non ho approfondito ma più che altro ero critico sull’estetica del loro contrattare e sulla figura di Finkelstein. Non conosco di pratiche di business eticamente sleali o scorrette …comunque non vorrei che tu la stessi apologizzando paragonandola all’UFC.
    Ognuno ha i suoi mali…

  • maledetto Bepaccio e il tuo altrettanto maledetto tacquino!
    Comunque se Dana ha ragione sono una mafia. Nessuno ha notizie perchè chi cazzo se li caga?i fighter stessi se ne vanno e Vadummy dice “eh ma sono i più scarsi!” LOL
    dovrebbero allearsi con chi ha più know-how invece si credono i più furbi

  • i fighter di mma sono i nuovi proletari!!!tim kennedy come karl marx!!!LOTTA AL POTERE!!tra qualche anno nelle piazze ci saranno manifestazioni di fighters che chiederanno piu diritti,con la differenza che alla prima carica della polizia…NON scapperanno!!!!!!,i fratelli diaz saranno in prima fila con i megafoni e i petardi,big country e jeff monson gli apri-pista!!il tutto verrà controllato da fedor che è il vero unico ideatore del pensiero russo-democratico-cristiano anti UFC!!!!gsp non verrà invitato alle rivolte,ha troppi soldi e poi i cellerini non ci stanno ad essere jabbati o controllati al suolo per 5 round!!!al suo posto ci sarà il PRO VEGAN jon fitch,che ovviamente non farà del male a nessuno!!

  • dall’altra parte la gendarmeria ufc capeggiata dal generale Brian Stann e dal portavoce Chael Sonnen agli ordini dello stato maggiore Dana White che stringe patti con la mafia italoamericana dei casinò americani.
    Fa scalpore l’alto tradimento del Capitain America Randy Couture che passa con il nemico. L’armata conservatrice pianifica il suo rapimento utilizzando i mercenari King Mo e Rampage come talpe…

  • e Ronda novella Michael Moore pubblicherà con l’aiuto di Cesar Gracie documentari complottistici per dimostrare come Dana sia stato il finanziatore dei fratelli Tsarnaev e sia stato compagno di nottate al casinò di Bin Laden così come complice nel sequestro Moro.

  • Per favore lascia stare i due poveretti fratelli Tsarnaev. Che erano seguiti, per loro stessa ammissione dal FBI, così bene che sono entrati indisturbati a mettere le bombe. Acqua nera dappertutto!

X