MMA USA

Nick Diaz… e alla fine creò la WAR MMA!

Nick-Diaz-war_press1-620x350

Può piacere, può non piacere ma Nick è uno da ammirare per la dedizione. ecco che annuncia la data del WarMMA 1

Può piacere, può non piacere ma Nick è uno da ammirare per la dedizione e le palle. Ecco che annuncia la data del WarMMA 1,  facendo felice Dana White.

WarMMA01

THE STOCKTON ARENA: NICK DIAZ’S MMA PROMOTION WAR

Sabato 22 giugno
www.Stocktonlive.com
www.NickDiazPromotions.com

Nick Diaz Promotions?  Mi aspetto un bel no-show alla prima conferenza stampa… Waaaar Nick!

Regole WAR: Unified Rules of Mixed Martial Arts, con due differenze:
  1. l’uso dei gomiti a terra è vietato, per evitare il lay and pray: dovendo creare distanza per colpire è più facile il movimento della persona sotto (leggi= uscite, sweep e finalizzazioni);
  2. ring invece della gabbia per lo stesso motivo di sopra.

Speravo in round più lunghi, ma forse era un po’ troppo per il primo evento.

Weight Divisions War

  • Featherweight: 135-145 lb (61.2-65.8 kg)
  • Lightweight: 145-155 lb (65.8-70.3 kg)
  • Welterweight:155-170 lb (70.3-77.1 kg)
  • Middleweight: 170-185 lb (77.1-83.9 kg)
  • Light heavyweight: 185-205 lb (83.9-93.0 kg)
  • Heavyweight: 205-265 lb (93.0-120.2 kg)

Il commento di Dana White:

dana-white-ufc-pissed

Chi è l'autore

Manolo

Manolo "El ChupaCabra"

Praticante di MMA, agonista di BJJ e grappling, ottimo conoscitore delle arti marziali miste e del valetudo. Manolo "El Chupacabra" non è niente di tutto questo.

13 Commenti

  • Ma così non aggiunge nulla di nuovo… avesse messo unico round da 20 min e sub/KO only (regole tipo Metamoris) sarebbe stato spettacolare!

  • qualcuno mi spiega perche non capisco in che modo le gomitate centrano con il lay and pray, e anche il ring quadrato? scusate ma queste finezze non le capisco :(

  • minchia Daniel Roberts è ex-ufc(e amico più training partner del Cesar Gracie team) e McKinney me lo ricordo al TUF…cioè non mi aspettavo un già così buon livello.

  • Secondo me ha fatto bene a creare un circuito tutto suo. 1 È un investimento intelligente visti i margini di guadagno di uno show(=soldi sicuri in America) di mma (in netta crescita OVUNQUE).
    2 Ha dimostrato che non è un quaraqquaquà: intanto l’evento si farà. Se poi è un buco nell’acqua almeno ha avuto l’ardire di provare e di imbastire la messa in atto.
    3 È forse una rivincita personale contro la gestione della ufc di spremre quattrini da tutto cio che sta attorno lo spirito in se delle mma: interviste, promo, sponsor, prodotti, foto, pubblicita, TRASFORMARE UNA PERSONA NEL CATTIVO DI TURNO PER VENDERE MEGLIO L’EVENTO. Nick è un’atleta con il suo carattere. Punto. Quello per cui è pagato deve essere lo spettacolo che fa dentro la.gabbia. No in ore di conferenza a rispondere a delle domande del cazzo preparate apposta per aizzarlo. È una testa calda,ok, ma secondo me l’hanno un po’ trattato come un burattino contro gsp. E Mr White dietro le quinte col suo sorrisino ebete sotto sotto si sfrega le mani :” sto redneck mi fa fare soldi” . Adesso se tutto gli va bene te ne leva un po’! Chiaro che poi la Ufc nn risentira..
    4Se si gioca bene le carte ha la possibilita, come da voi gia espresso, di poter presentare qualcosa di nuovo, o comunque anticonvenzionale.

  • Ma così non si rischia di frammentare il mercato e finire come la boxe, con 100 sigle diverse, poco credibili?
    Fino agli anni ’90 sapevo i campioni del mondo di ogni categoria nella Boxe. Ora ne conoscerò a dir tanto una mezza dozzina…

  • @ Chiorri
    La boxe, se vogliamo, non ha grande credibilità da parecchi decenni, e la frammentazione in 100 sigle è solo l’ultima delle cause. Poi presso il grande pubblico, che di boxe e sport in genere non capisce quasi niente, gode ancora di un allure solo grazie al fatto di essere uno sport che si è saputo vendere; per cui ancora oggi è uno degli sport più seguiti a livello mondiale e che fa più soldi tramite i ppv. Le MMA a mio avviso sono ancora nella fase pionieristica più che di assestamento. Il fatto stesso che questa nuova card abbia delle variazioni rispetto alle unified rules lo fa capire. Gli americani sono maestri nel crearsi le loro sigle quando il “potere centrale” monopolizza un ambito dettando legge, basti pensare a tutte le nuove confessioni e chiese nate lì, a tutte le organizzazioni sportive. Persino alla federazione cinologica nazionale hanno creato prima una, poi dieci, e poi cento alternative tutte credibili e funzionanti.

  • Non sono d’accordo Bepo: la frammentazione in mille sigle non è l’ultima delle cause, ma una delle prime a decretare l’incerta popolarità della boxe e il suo declino (fino agli anni ’90 tutti sapevano chi erano i campioni del mondo di boxe dei massimi e dei medi). I numeri ppv non sono necessariamente un indice determinante di diffusione e di popolarità, ma solo un indice di introiti e di ricavi sufficienti a garantire il successo di un’organizzazione.
    Non si possono avere tre squadre campioni del mondo di calcio, non si possono avere 5 numeri uno al mondo di tennis, quattro sigle diverse per definire il campione mondiale di sci.
    A mio avviso quindi il declino della Boxe è principalmente quello, perché in realtà la qualità tecnica ed atletica dei pugili è molto buona (a parte la categoria dei massimi): ho appena rivisto un match tra Matthysse e Peterson e il livello era ragguardevole (sottolineo il fatto che Matthysse ha combattuto per la WBA, WBO, Ring Light, WBC, e si contano anche altre sigle come l’IBF,l’ IBC,l’ IBA, e l’IBO).
    Ovviamente questo problema non è minimamente presente nelle MMA e l’iniziativa di Nick Diaz non è destabilizzante. Non ne ha i canoni, né le possibilità… Però …in futuro bisognerà fare i conti con nuove iniziative.

X