SMASHPASSorizzontalepiccola
Brazilian Jiu-Jitsu Tornei BJJ Italia

Europeo IBJJF ’22 di Roma: la nostra presentazione dell’evento

Europeo IBJJF '22 di Roma: la nostra presentazione dell'evento 1
Scritto da Jack Botinha

Ci siamo! Mancano pochi giorni dall’inizio della settimana in cui il nostro paese ospiterà una delle competizioni di BJJ con Gi più importanti del mondo: l’Europeo IBJJF 2022! Sarà la città di Roma ad ospitare questo grande appuntamento (al Palapellicone dal 15 al 20 Febbraio), il secondo più rilevante in IBJJF dopo il Mundial e a pari merito con il Panamericano (hanno entrambi 4 stellette).

Diamo un’occhiata alla parte più attesa, e cioè agli iscritti nelle cinture nere adult, la categoria regina del nostro sport preferito.

Questo articolo è dedicato alle categorie maschili, mentre nei prossimi giorni uscirà quello dedicato alle categorie femminili.

Tra gli uomini non sono molti i campioni Mondiali ed Europei in carica che hanno deciso di partecipare, ma è comunque presente una buona dose di “superstars” del Jiu Jitsu. Let’s go!

TANTI NUOVI VOLTI NELLE CATEGORIE PIU’ LEGGERE

Nei Rooster (7 iscritti), Light-Feather (15 iscritti) e Feather (21 iscritti) i grossi nomi latitano. Lascia l’amaro in bocca l’assenza di Mikey Musumeci, probabilmente uno dei migliori atleti pound for pound del momento: peraltro Mikey ha chiare origini italiane e mi sarei aspettato di vederlo in azione a Roma. Nei Rooster è Thalison Soares il netto favorito, che arrivò ad un passo dall’oro nell’edizione precedente dell’Europeo (fu squalificato nella finale). Nei Light-Feather risaltano i nomi della delegazione di Cicero Costha, cioè Paulo Miyao e Hiago George. Occhio però alle mine vaganti. Nei Feather il favorito è Isaac Doederlein, attuale campione europeo in carica, e sottolineiamo anche la presenza del nostro connazionale Luca Caracciolo di Tribe Jiu-Jitsu Firenze Nord!

GIRONI TOSTISSIMI NEI MEDI E NEI LEGGERI

Saliamo di peso e ci imbattiamo in quelle che si preannunciano le categorie più dure di questo Europeo IBJJF: i leggeri e i medi. Nei leggeri ci sono nomi veramente tosti come gli europei Leon Larman, Dinu Bucalet, Espen Mathiesen e Max Lindblad, l’americano AJ Agazarm (non più al top della forma ma sempre un avversario scomodo) e il brasiliano Marcio Andre, che è stato campione europeo già 3 volte. Anche qui compare un italiano: si tratta del giovane Nicola Castellano, allievo di Anacoreta, di cui si parla benissimo nell’ambiente. Siamo molto curiosi di vedere come performerà in mezzo a queste stelle.

Nei medi c’è un nome che farà impallidire tutti gli iscritti: il giovanissimo campione del mondo Tainan Dalpra, che ad oggi non ha mai perso un incontro nel circuito IBJJF. Nella lista c’è anche il campione europeo in carica Tommy Langaker, che al Mundial è stato finalizzato proprio da Dalpra: si incroceranno di nuovo? Sicuramente il norvegese sarà in cerca di vendetta. A proposito di norvegesi, nei medi è presente anche Tarik Hopstock. Due italiani saranno presenti in questa classe di peso: Fabio Pititto (Budo Clan) e Remo Cassella (Aeterna Jiu Jitsu)!

MEDIUM-HEAVY E HEAVY: DUE GRANDI FAVORITI

Nei Medium-Heavy (22 iscritti) c’è solo un nome veramente grosso, ed è quello del favoritissimo Leandro Lo. Direi che Leandro non ha bisogno di presentazioni: è uno dei lottatori di BJJ più vincenti degli ultimi anni e ha già conquistato due ori agli Europei. Le nostre speranze di medaglia tricolore saranno affidate a Luca Anacoreta, il vero e proprio uomo bandiera del Jiu Jitsu italiano, e Jacopo Pasquini (Matside JJ). E’ una categoria molto aperta, il podio di un italiano non è impossibile.

Per quanto riguarda gli Heavy il favorito a nostro parere è il polacco Adam Wardzinki, anche se al Mundial è stato clamorosamente eliminato al primo turno da Azevedo. Per il resto sono iscritti soprattutto volti nuovi del panorama cinture nere, fatta eccezione per Dominique Bell dell’Atos. 

SUPER E ULTRA HEAVY: LE FINALI SARANNO DUE BIG MATCH?

E’ facile credere che nei Super Heavy (solo 11 iscritti) saranno due eccellenti talenti a giocarsi l’oro, sempre che non si incrocino prima: parliamo di Erich Munis, campione del mondo in carica, e Fellipe Andrew, un atleta che nell’ultimo anno e mezzo ha fatto faville (ed è campione europeo assoluto in carica). Insomma, si tratterebbe di un Superfight nel caso si dovessero affrontare: l’unico precedente ha visto trionfare Munis.

Negli Ultra-Heavy il discorso è piuttosto simile, con Rafael Lovato Jr. che parte come super favorito e che, secondo noi, potrebbe ritrovarsi in finale con il gigante europeo Freddy Vosgrone, da molti considerato uno dei migliori talenti del BJJ del nostro continente. Anche qui è presente un rappresentante dell’Italia, e cioè Wesley Lopes del team Roger Gracie Academy Italy. Wesley lo conosciamo bene in quanto partecipante nella seconda edizione del Grappling-Italia Grand Prix: il podio è fattibile, forza Wes!

Autore

SMASHPASSrettangolareCTA

Chi è l'autore

Jack Botinha

Rocker, cintura blu di BJJ, a volte anche persona normale.