News & Media

War Machine: “Siamo fortunati che Dana non è gay”

War Machine: "Siamo fortunati che Dana non è gay" 1
Lorenzo
Scritto da Lorenzo

War Machine scatenato contro l’UFC per le paghe ai fighter

koppenhaver2450
War Machine aka Jon Koppenhaver non è uno che le manda a dire. Appena tornato in Strikeforce dopo i due anni di prigione, il buon porno-attore per hobby, si scaglia contro il suo ex-capo e l’industria degli sponsor.
Non solo, si propone anche come capo della rivolta e attacca gli stessi fighters per mancanza di coraggio.

Beh, il nemico numero uno è l’UFC. Sono quelli che stabiliscono la paga così bassa. Hanno un completo monopolio su tutto, e sono quelli che hanno stabilito lo standard. Sono quelli che stanno fregando tutti. Il secondo nemico siamo noi, i combattenti, che accettiamo tutta la loro merda. Siamo così falliti e disperati e desiderosi di entrare nella gabbia e combattere, così desiderosi di farci una vita da questo, che accettiamo qualsiasi cosa.”

Tutto quello che serve è che Jon Jones o chiunque di questi ragazzi con grossi nomi si alzi da dietro le quinte e dica, ‘Sai una cosa? Non ho intenzione di fare nessuna f–*#ta lotta stasera. Non ho intenzione di combattere fino a quando voi ragazzi vi siedete qui, in questo momento, e giungete ad un accordo per pagare noi abbastanza’. Vi garantisco che quello che succederà è che tutto all’improvviso, verremmo pagati in modo equo. Ci vuole solo uno di questi ragazzi che ha il potere di farlo. Hanno bisogno di intensificare e di avere le palle. Uno di questi ragazzi con grandi nomi lo fa, ed è fatta.”

“Tutti questi altri combattenti hanno bisogno di alzarsi in piedi. Non posso essere l’unico ad avere le palle. Quando una società ci offre 1.500 dollari per indossare la loro maglietta in televisione davanti a milioni di telespettatori, dobbiamo rispondere, ‘F **–lo.‘ [….].”

“Sapevate che Dana White vale 150 milioni dollari? Lui merita i soldi? Certo. Ha fatto molto per lo sport. Allo stesso tempo, lui merita di essere così ricco, dove può giocare centinaia di migliaia di dollari e di avere 25 Ferrari e tutte quelle stronzate? No, se i suoi combattenti sono tutti squattrinati. … […].”

“L’UFC non ha intenzione di dare soldi in più se non è costretta. Loro hanno così tanto potere. Dio ce ne scampi, se Dana White fosse stato gay. Se Dana White era gay, avrebbe fighters che gli succhiano il cazzo.  … […] .”

Ho sentito storie circa Vince MacMahon e Joe Weider. Culturisti e lottatori che succhiano il c—o per un lavoro. Non è poi così esagerato  pensare che queste cose possano accadere. Questo è quanto potere [Dana] ha. … […].

Non abbiamo bisogno di un sindacato. Abbiamo solo bisogno di essere trattati in modo equo. Ho visto questa cosa, l’altro giorno, che ha mostrato la NFL, MLB e NBA – tutti questi campionati – e come il 70% del denaro o dei profitti va verso la retribuzione degli atleti. Nell’ UFC, è qualcosa come il 17% che va nella retribuzione degli atleti. Perché il divario è così grande? Questi ragazzi vanno nella gabbia e lottano, ma non sono veri combattenti, non quando conta. Lasciate che Nick Diaz ottenga la cintura [ride]. Scommetto che le cose sarebbero cambiate poi.

Vorrei solo dire che su quest’ultima cifra di 17% in mano ai fighters tengo a precisare che si tratta di stime perchè come sappiamo le paghe reali ai fighters non vengono pubblicate e i bonus sono una grossa parte del guadagno dei fighters così come le percentuali sulle payperview.

 

Chi è l'autore

Lorenzo

Lorenzo

Una delle colonne portanti di Gitalia dal primo momento. Dopo anni di esilio in terra Australiana è tornato a insegnare a fare barbeque e parlare di MMA.
E' il capo-redattore delle MMA mondo (UFC in particolare) e cura colonne molto apprezzate come "sorvegliato speciale"

7 Commenti

  • A parte l’ultima battuta su Dana gay che rischia di far passare in secondo piano quanto war machine ha detto, direi che anche gli spettatori se cominciassero a twittare, e a tempestare face b. ecc. di messaggi di boicotaggio le cose cambierebbero. Potremmo anche noi di g-italia, nel nostro piccolo creare una pagina in inglese, per promuovere un trattamento più equo dei fighter. Del tipo non compriamo più i PPV se le paghe non vengono alzate. Questa è una cosa tremendamente seria secondo me, ne va del futuro delle MMA. Sti stronzi del’UFC pensano solo ad ingrossarsi il gozzo, qui ed ora, col rischio di far collassare tutto. Se i giovani che si affacciano a questo sport non vedono un minimo di prospettiva, nel giro di pochi anni abbandoneranno le arti marziali miste e lo sport scomparirà. Se le cifre sono quelle, c’è poco da stare allegri. Io come appassionato spettatore non la vedo rosea.

  • “Sapevate che Dana White vale 150 milioni dollari? Lui merita i soldi? Certo. Ha fatto molto per lo sport. Allo stesso tempo, lui merita di essere così ricco, dove può giocare centinaia di migliaia di dollari e di avere 25 Ferrari e tutte quelle stronzate? No, se i suoi combattenti sono tutti squattrinati. … […].”

  • ragazzi scusatemi se lo posto qui dove nn c’entra niente ma non sapevo dove metterlo, direttamente dal sito ufficiale d mark munoz le foto del “prima e dopo” la cura…. da 260 libbre dopo l’infortunio con tanto di depressione fino al suo ritorno in forma! http://i.imgur.com/majXc2B.png

  • cazzo eagle mi leggi nel pensiero!!stavo giusto per postarle sul sito adesso!!!ahahah che tortello che era diventato mark munoz!!

X