Eventi & Risultati UFC UFC

UFC Manchester con Alessio Sakara: risultati e play by play

UFC-Manchester

UFC Manchester: Machida vs Munoz – dove combatterà il nostro Alessio Sakara vs Nico Musoke. – Noi ci saremo. ecco un bel play by play

Tra poche ore (alle 18 italiane) inizia l’UFC Manchester: Machida vs Munoz – dove combatterà il nostro Alessio Sakara vs Nico Musoke. – Noi ci saremo. e Wireless permettendo faremo un play by play

UFC-Manchester

Nel frattempo vedetevi:

Vedi intervista a Nico Musoke in vista del match con Sakara: Intervista a Nico Musake

UFC Manchester: Machida vs Munoz

l’undercard si vede GRATIS su http://www.ufc.tv – mentre la main card con il match di Alessio Sakara è a pagamento sempre allo stesso link http://www.ufc.tv

  • Lyoto Machida vs. Mark Munoz
  • Melvin Guillard vs. Ross Pearson
    Pearson molto più composto di Guillard che a seguito di uno scambio cade e Guillard affonda una ginocchiata legale e una un po meno. La fronte di Pearson ha un taglio bello serio e dopo le consultazioni viene dichiarato No contest. Fischi dal pubblico, amarezza dei fighter che promettono un rematch.
    Melvin Guillard vs. Ross Pearson, no-contest (ginocchiata ) – Round 1, 1:57
  • Ryan Jimmo vs. Jimi Manuwa
    i due artisti del KO (enoooormi) scambiano poco e clinchano molto, forse troppo. Manuwa con costanza colpisce con ginocchiate la gamba di Jimmo che al secondo round non sembra essere più al 100%. Dopo una ginocchiata Jimmo si sposta mette giù male il piede e si infortuna la caviglia, cadendo e chiedendo la resa.
    Jimmi Manuwa vince su Ryan Jimmo per TKO (infortunio) al R 2 4:41
  • Norman Parke vs. Jon Tuck
    Primo round sostanzialmente pari con i due fighter che scambiano colpo si colpo. L’indecisione su chi vince il primo round è il clinch seguito da una suplex di Parke. Danno zero, ma abbastanza per prendersi i.l 10-9. Secondo round pari con qualche spunto più interessante dell’atleta del Guam anche se Parrke spinge e detta il ritmo. Nel terzo round  Parke è decisamente più dominante e Tuck domato.
    Norman Parke vince su Jon Tuck – decisione unanime (29-28, 29-28, 30-27)
  • Nicholas Musoke vs. Alessio Sakara.
    Inizia, chiudo il Pc per vedere l’incontro in pace, anche se l’ansia è alle stelle. al primo scambio Alessio scuote lo svedese che però ritorna più forte di prima. Leggero vantaggio di Sakara nello striking che riesce a proiettare Musoke. Musoke si alza e c’è un altro scambio, Sakara Proietta ancora Musoke e fa del buon ground and pound dalla guardia, Lo svedese sembra soffrire la pressione di Alessio, ma fulmineo, chiude un armbar profondissimo che non lascia possibilità di uscita. :-( – probabile sub della notte.
    Nico Musoke vince su Alessio Sakara al 3:07 del primo round.
  • Phil Harris vs. John Lineker
    Lineker oltra ad avere una buona box ha i pugni nelle mani e ogni colpo e un potenziale KO. Il braisiliano atterra 2 volte Harris, prima di inizare a scaricare bombe al corpo. All’ennesiono power punch alla milza, Phil Harris cade piegato in due e l’arbitro interrompe l’incontro.
    John Lineker vince su Phil Harris per TKO – 2:51 del primo round.
  • Piotr Hallmann vs. Al Iaquinta
    Iaqinta è un wrestler e si vede. Lo scambio in piedi è più o meno alla pari con Al che entra più spesso ma Hallmann con più convinzione. Negli ultimi secondi Iaquinta subisce una proiezione , che potrebbe essergli costato il round. Nel secondo round l’italo americano è molto più incisivo e si porta a casa nettamente il round. Prese le distanze con Piotr affaticato Iaquinta ha mano libera nel terzo round.
    Al Iaquinta vince contro Piotr Hallmann – decisione unanime (29-28, 30-27, 30-27)
  •  Secondo Luke Barnatt vs. Andrew Craig
    Barnatt e Craig si studiano per la maggior parte del primo round, fino a quando un pugno di Barnatt mette giù Craig che sopravvive e viene salvato dalla campanella. Frastornato torna all’angolo. 10-9 Barnatt. Secondo round più dinamico del primo con scambi un po’ più decisi. montante di Luke che atterra Andrew. Barnett non infierisce e in qualche maniera Craig non è davvero KO: tenta di rialzarsi ma nulla lo salva da un mataleao.
    Luke Barnatt vince su Andrew Craig per finalizzazione (Mataleao) R2 -2:12
  • Jessica Andrade vs. Rosi Sexton
    Rosi Sexton è l’eroina locale e il palazzetto esplode. Si scambiano il saluto e dopo pochi secondi la Andreade entra con una serie di copi. La Sexton si difende e solo l’esperienza la salva da un TKO. Il round continua con alcuni scambi in piedi in cui l’Andreade riesce di norma a infliggere più colpi e nettamente  più pesanti. al 4:59 l’inglese si prende un pugnaccio che la mette giu, e viene salvata dalla campanellla. non è un 10-8 per Jessica Andreade ma poco ci manca. Secondo round fotocopia del primo, salvo un paio di spunti della Sexton che è in piedi solo per lo spirito da guerriera. Altro match quasi 10-8. Nel terzo round l’Andreade gioca cauta, ma la differenza nello striking è tantissima. Altro round totalmente dominato dalla brasiliana.
    Jessica Andreade vince su Rosi Sexton – decisione unanime (30-26, 30-27, 30-26)
  • Cole Miller vs. Andy Ogle
    La differenza di altezza è visibile. Ogle tenta di chiudere la distanza e si becca una ginocchiata in volto, seguito da un secondo colpo al viso. Ogle è un po’ in difficoltà e indietreggia abbastanza da recuperare. dopo una proiezione Cole Miller prende la schiena, concludendo quasi nulla. Round per Miller. Nel secondo Round Ogle parte più aggressivo e riesce a mettere contro la gabbia. finisce come il primo con Ogle che difende la schiena. Round per Miller. nel terzo Round Ogle prende la distanta e colpisce duramente più volte Miller. All’ennesimo tantativo di takedown Miller mette a guardia che comunque non lo salva da un po di colpi di Andy. continuano i tentativi di gnp da parte di Ogle che non portano a molto.Round per Ogle ma non è abbastanza per il match. Cole alla fine fa un po’ di trash talking gratis contro i fighter inglese (llooool)
    Cole Miller vince su Andy Ogle – decisione unanime (29-28)
  • Jimy Hettes vs. Robert Whiteford.
    Jimy Hettes, judoka scozzese contro Whiteford. Nel primo round Hettes inizia con i jab ma durante la fase di clinch subisce la proiezione di Whiteford. Hettes sotto per tutto il round ma riesce a scramblare. Roud per Whiteford. Secondo round fotocopia del primo, con Hettes che subisce ancora le proiezioni, questa volta finendo in un triangolo.
    Result: Jimy Hettes vince su Robert Whiteford – triangolo – Round 2, 2:17
  • Michael Kuiper vs. Brad Scott
    il primo match me lo sono perso praticamente tutto tranne la combinazione finale che ha portato alla ghigliottina.
    Brad Scott vince su Michael Kuiper – submission (standing guillotine choke) – Round 1, 4:17

 UFC Manchester: Machida vs Munoz & Alessio Sakara vs Nico Musoke – scheda breve

[schema type=”event” evtype=”Event” url=”http://www.grappling-italia.com/mma-usa/ufc-mma/2013/10/26/ufc-manchester-alessio-sakara-risultati-play-by-play-33634.html” name=”UFC Manchester – (Machida vs Munoz) Alessio Sakara vs Nico Musoke” description=”DES” sdate=”2013-10-26″ stime=”05:00 pm” city=”Manchester” country=”GB” ]

Chi è l'autore

Manolo

Manolo "El ChupaCabra"

Praticante di MMA, agonista di BJJ e grappling, ottimo conoscitore delle arti marziali miste e del valetudo. Manolo "El Chupacabra" non è niente di tutto questo.

57 Commenti

  • @GiorgioSenna fa piacere avere un italiano in Ufc e sono strafelice se questo tiene in alto i nostri colori. Preferisco, però, vedere un’organizzazione di arti marziali miste, che raggruppi i migliori fighter al mondo indipendentemente dalla loro nazione, o dalla capacità che questi hanno di penetrare in nuovi mercati per il marchio, ma solo per la loro bravura. E ormai Sakara, per bravura, voglia di allenarsi, taglio del peso, ecc, non è più a quei livelli. Il fatto che sia il migliore in italia non vuol dire che dev’essere per forza in Ufc. Mi spiace molto per lui, e capisco anche il fatto che necessiti di soldi facendo show televisivi ecc, però se uno vuole allenarsi a certi livelli, non ce n’è di cosa, deve metterci tutto l’impegno e la dedizione possibile. E lui negl’ultimi tempi ha passato troppo tempo in tv, e troppo poco in palestra. E i risultati, si sono visti eccome.

  • @ davide
    Perchè i Gracie* prima ancora di essere la più numerosa famiglia di atleti al mondo (parole di Rorion) sono anche la più numerosa famiglia di imprenditori al mondo…(parole mie). E permetti che i due figli di Rorion cerchino visibilità cercando di promuovere la propria accademia di BJJ tramite il circuito più importante che proprio il padre ha contribuito in maniera determinante a creare? Mi è venuto da vomitare quando tempo fa ad un evento nel pubblico la regia ha tagliato la faccia di Royce sorridente, zoommando invece per nasconderlo, su quella di un insulso rapper sconosciuto ai più. Sia chiaro del rapporto UFC-Gracie family hanno beneficiato entrambe le parti

  • * vediamo se sapete come mai tutti, inclusi gli stessi componenti della nota famiglia, pronunciano il cognome ‘greìsi’ anzichè ‘gràsie’ come invece sarebbe normale pronunciarlo in portoghese brasiliano.

  • Se nn lo tagliano è solo xchè è l’unico italiano decente nn forte..
    Detto questo la nera Alessio deve averla trovata nelle patatine o forse nn si è più allenato con una nera reale da quando è andato via dal Brasile! Chi ha fatto uno stage con lui dice che è una splendida persona e molto alla mano ma a livello tecnico (parlo di bjj) è rimasto sorpreso in negativo e nn dico altro…
    E nn boxa neanche più come prima dove era bravino e superiore a molti in ufc..
    Un pugile degno di essere chiamato tale nn mangia tutti i colpi che arrivano considerando che il volume di pugni in mma è decisamente minore..
    @randy il reality era prima dell’incontro con stann -.-
    Dite ciò che volete ma io vedrei bene Giorgio petrosyan…allenato allo sfinimento sulla takedown difence e sarebbe un piccolo cro cop..X me c rimarrebbe male anche Aldo..

  • C’è da dire anche che pur essendo a 4 sconfitte di fila ha come scusante che weidman è il campione, stann era un top 10, cote è praticamente una vittoria e questo è una incognita..quindi un’altra chance potrebbe anche starci

  • si non penso lo taglieranno anche perchè l incontro è stato spettacolare ( secondo i canoni del pubblico americano) e in ogni caso sakara sembrava aver trovato il bandolo della matassa ( dopo aver preso delle belle bombe anche in piedi)

  • @Mosè anche io preferirei vedere un 5 nazioni..anche perchè perdiamo sempre…pigliamo le rimballate e poi allo stadio non ci va mai nessuno..in tv nulla, nessuno ne parla, tanto i ragazzini giocano cmq tutti a calcio…che aiuto può al movimento rugbystico italiano…

  • In queste ore le frasi del tipo “la cintura nera di BJJ di Sakara è disegnata, vinta con le patatine ” o puttanate del genere; ma voi a 20 anni avete avuto le palle di andare in Brasile ad imparare, vendendo l’unica proprietà che avete?

    Questa sconfitta con il reality non c’entra niente perchè è stato registrato due anni fa; e poi se deve rischiare un po’ gli allenamenti per far crescere le mma in Italia io provo solo rispetto.

    Voi che sparate “frasi umilianti su Alessio” siete sicuri di aver fatto più di lui nella vita?ovviamente nei vostri settori

    Se verrà tagliato, vabbè poi si vedrà, ma la facilità con cui sparate a zero sulla vita altrui è da “zoccola pettegola”

  • Ho letto parecchie imprecisioni riguardo ad Alessio in questa serie di post; vediamo se facciamo un po’ di ordine.
    1) il reality è Pechino Express è stato registrato relativamente poco tempo fa (non so esattamente quando ma molto di recente)
    2) l’altro era un documentario ed è stato registrato prima di Stann
    3) la nera in BJJ l’ha presa dopo aver vinto l’incontro con Thales Leits
    4) Alessio vorrebbe andare nei light Heavyweight ma ha dichiarato che Dana e Lourenzo non sono interessati a lui come LHW ma solo come MW. Quindi o Alessio taglia il peso o Dana taglia lui.

    Detto questo è ingeneroso sparare a zero su un atleta, un veterano, pioniere di questo sport in terra straniera però, piuttosto che continuare a prendere mazzate combattendo una volta all’anno, io lo vedrei bene nei 93kg in Bellator per esempio.
    Vedendo il documentario credo che Alessio non abbia la “fame di vittorie” che contraddistingue questi campioni, lui si dichiara soddisfatto già di andare in palestra e fare la pesa, dopodiché “il match non è un problema”. Più o meno è questo il suo modo di pensare.

  • Premetto che ho il massimo rispetto per Sakara come si può intuire dai miei commenti.
    Per quanto alcune opinioni possano essere (o meno) condivisibili alcune “frasi umilianti” purtroppo altro non sono che constatazioni, che potrebbero essere espresse in maniera più rispettosa forse ma tali vanno considerate alla luce dei fatti.

    Come ha scritto cainos nel suo ottimo articolo forse guarderemmo la cosa con più leggerezza se sakara non fosse un nostro beniamino.

    Non credo comunque che bisogni aver raggiunto alcun tipo di “eccellenza” per dire la propria.
    Il lunedi mattina i bar sono pieni di gente che discute animatamente sulle partite di calcio, esaltata per la vittoria della propria squadra, che rosica se ha perso perchè l’arbitro “non sa fare il priorio mestiere” o la squadra ha giocato male.
    Dubito che qualcuno di loro sia diventato miliardario inseguendo una palla…

  • @Dave_Blizzrd se non sbaglio pechino express è stato registrato mentre doveva stare fermo per l’insufficienza renale! condivido anche il tuo parere nel vederlo al bellator ai 93 kili. anche io come molti voi ci sono rimasto male ma mi astengo da ogni commento. voglio apsettare anche qualche sua dichiarazione e sapere come si comporterà ufc.

  • @ davide, si è per la provenienza britannica del fondatore della famiglia, George Gracie, che dalla Scozia si trasferì in Brasile nell’ottocento.

  • Vedrei bene nei 93???
    Si è l unico che taglia peso in uff e perde x quello… Poi cn quella mascella a 93kg????
    Andate a cagare

  • Sul fatto che si era riposta troppa speranza nella suo match forse è vero. Speranza evidentemente vana visto che solo quella non è bastata. Ai detrattori: non vi sembra comunque normale che la buona parte dei seguaci MMA in Italia riponessero le speranze sull’unico connazionale inserito nei circuiti che contano? Fino a poco tempo fa sono stato anch’io un grande hater di Sakara su questo sito. Poi pensando bene alla sua storia, ai sacrifici che ha fatto, mi sono ravveduto. Quanti ragazzi italiani, deboli o fortissimi che siano avrebbero le pallacce, manco ventenni, di andare in Brasile per diventare e mantenersi disputando incontri? Solo per questo merita stima e rispetto. Che non sia da UFC, e che forse lo hanno tenuto a galla non per motivi meritocratici ma di mera penetrazione del mercato italiano sembrerebbe anche abbastanza evidente. Che abbia preferito seguire la Legionarivs League, privilegiando l’aspetto imprenditoriale piuttosto che quello atletico è pure questo innegabile, altrimenti si sarebbe allenato in USA.
    Vorrei saper per quanto altro tempo dovremo aspettare il prossimo italiano che sia competitivo nel massimo circuito dell’UFC o in un altro dei più importanti in USA come Bellator o WSOF? Possibile che non riusciamo ad esprimere nient’altro? Una cosa è certa, ammesso che salti fuori, una volta emerso un giovane talento non può che trasferirsi in pianta stabile in USA.

  • Ho visto l’intervista di Alessio rilasciata ad Alex Dandi e il video di Sonnen accanto al Chupa.
    Mi chiedevo riguardo la categoria 205 ma Stann, Wanderlei e lo stesso Sonnen quanto sono più grossi di sakara (se lo sono)?
    Riescono a tagliare più di lui? la loro altezza mi sembra grosso modo la stessa almeno stando ai dati di sherdog.
    Davvero una persona che pesa 98 kg è troppo “piccola” per combattere a 205.
    Ho visto durante il documentario la fase di sparring con tiago silva, non sembrava molto più grosso di lui.
    Machida ed Evans mi sembrano della stessa taglia.

    Chiedo queste cose per ignoranza.
    Vorrei capire fino a che punto è conveniente sottoporsi al taglio piuttosto che giocarsela al 100% pur essendo più “piccoli”.
    Qualcuno di voi che pratica cosa ne pensa?

  • anche manuwa a me piace un sacco. nonostante non abbia propriamente vinto ha dimostrato di tener testa anche ad un bel fighter come jimmo. troverà chi lo batte nei lhw secondo me però mi sembra un gran prospetto europeo!

  • @ GrigioSenna Ma come ragioni? È ovvio che mi fa piacere che ci sia un italiano in Ufc, ma mi fa molto meno piacere se questo ci resta solo perchè rappresenta un paese e non un valore personale. Mi da più fastidio che piacere vedere tagliata gente come Okami e riconfermato Sakara che il contrario.

  • Il paragone mi pareva calzante. Anche a me rode il cazzo quando Castrogiovanni e compagni pigliano 50 punti a partita nella.massima competizione europea. Perche non proporre un’altra squadra europea vicina al ranking all’Italia che possa provare a fare meglio? Da amante del bel gioco dico sì, da appassionato/exrugbysta italiano dico col cazzo. Il prezzo della sconfitta è comunque più basso di quello che torna indietro in termini di immagine, pubblicità, eventi allo stadio e fuori, visibilità dei giocatori, ampliamento del pubblico. Competere contro le migliori crea fermento, aspettativa molto di più che gareggiare in una competizione farlocca o piú semplice, e poi si è visto che qualche vittoria è pure arrivata. Il mio discorso si discosta dal tuo piacere personale di vederlo in UFC e non meritarsi il posto. Il merito lo lascio decidere a chi di competenza. Ammetto di non avere l’esperienza SUL TATAMI/GABBIA/RING/TAPPETO per poterlo giudicare. Io supporto Alessio Sakara per mille motivi, tra questi sta il contributo che la sua presenza nella massima serie dà al movimento italiano: pubblicità, nuovi fan, stage e incontri in tutta Italia con ragazzi che pagano per poter ascoltare i suoi consigli e le sue esperienze nelle gabbie più osservate del pianeta. Mosè, mio profeta, non voglio fare l’arrogante, e mi dispiace se passa questa idea di me, ma onestamente non mi sembra un ragionamento fatto col culo.

  • si fa presto a criticare sakara vacci tu in ufc gia riuscire a d entrare è una grande cosa.forza legionarius oltre ad un grande atleta sei un grande uomo con una sensibilita incredibile felice di averti conosciuto di persona

  • @ andrea69 se non fosse Sakara parleresti di taglio, ed è questo quello che dico, il giudizio non deve cambiare solo perchè è lui. È un grande è il migliore in italia, fa più che piacere che sia in Ufc, ma onestamente non la troverei una cosa sbagliata se lo tagliassero e andasse in Bellator nei 93kg.

  • quanti di voi hanno visto Alessio da vicino? 83 kg sono veramente pochi per lui… è assurdo affrontare una preparazione per un incontro e contestualmente dover andare SOTTO PESO.
    criticare è un diritto, ma quanti di voi dalla tastiera facile praticano VERAMENTE uno sport da combattimento? Il livello italiano nelle mma (come ne BJJ, nel grappling, etc etc… ormai è una cantilena) è basso??? ma voi pensate che il lottatore medio nell’UFC rappresenta il livello medio negli USA o in brasile o in qualsiasi altro paese che non sia l’Italia? Può darsi che Alessio sia stanco, non lo metto in dubbio… ma qua veramente si rasenta il ridicolo!
    E che cazzo veramente…

  • Ho visto una foto di Sakara vicino a Thiago Silva in cui lui sembra più grosso del brasiliano pur essendo questi della categoria superiore.

  • Ragazzi… Sakara rappresenta per Dana l’opportunità di vendere PPV in Italia e perciò non credo lo taglieranno visto che siamo un paese ancora vergine sotto questo punto di vista, la NS speranza è che lui a questo punto decida di mollare e andare in bellator nella sua categoria di peso naturale tornando a delle prestazioni di livello. L’ avete vista la sua faccia prima di entrare nella gabbia? Sembrava parecchio deconcentrato..

X