UFC

UFC 152 Comunicato Stampa Ufficiale

UFC 152 Comunicato Stampa Ufficiale 1

UFC 152 Comunicato Stampa Ufficiale da UFC

UFC 152 Comunicato Stampa Ufficiale 2Toronto, Canada – The Ultimate Fighting Championship® sabato prossimo ritorna a Toronto, Canada, con una card che vede partecipare sei dei nomi più interessanti di tutte le arti marziali miste.

 

Nel main event, il campione in carica UFC dei pesi massimo leggeri Jon “Bones” Jones se la vedrà con l’uomo che detiene il record UFC di cinque vittorie consecutive, contrapponendo il suo singolare armamentario tecnico alla velocità e al potere esplosivo di “the Phenom” Vitor Belfort.

 

Nella seconda parte del primo doppio evento titolato da un anno a questa parte, sarà incoronato il primo campione UFC assoluto dei pesi mosca dal momento che Joe Benavidez e Demetrious “Mighty Mouse” Johnson si affronteranno nella finale del torneo pesi mosca (125libbre, -57 kg).

 

In più nei pesi medi, in un confronto che ha acceso l’immaginazione di molti, Michael “the Count” Bisping se la vedrà col grande striker “All-American” Brian Stann.

 

Il campione UFC dei pesi medio massimi Jon Jones ha detto: “Vitor è una icona vivente, è una leggenda. La parola “leggenda” è spesso abusata nel mondo dello sport, ma lui lo è veramente. Sono onorato di averlo come mio avversario il prossimo 22 settembre. Sotto molti aspetti questo è un combattimento ancora più difficile di quello che avevo in programma il primo settembre contro Dan Henderson. È molto veloce, e aggressivo. È un altro ex campione di questa divisione di peso e questo è il tipo di combattimento che forma la tua carriera e aiuta a costruire la tua credibilità.

 

“Quando ha combattuto contro Wanderlei Silva (UFC Brazil, 1998) e ha ottenuto quel velocissimo knockout, quello è stato uno dei momenti topici nel nostro sport. Appartiene alla vecchia generazione delle arti marziali e io appartengo piuttosto a questa nuova generazione. E proprio adesso che si fa un gran parlare di me, e sia in modo positivo o meno, penso che tra questi due fattori molta gente si sintonizzerà per guardare combattere un fenomeno contro un altro fenomeno.”

 

 

 

Lo sfidante Vitor Belfort ha detto: “Questo combattimento mette di fronte il vecchio leone contro il giovane leone, il Fenomeno originale contro il nuovo Fenomeno. Io ho un curriculum di tutto rispetto e una storia dentro l’UFC; hocombattuto contro Tank Abbott, ho combattuto in una card con (UFC Hall of Famer) Dan Severn, ho avuto a che fare con Randy Couture, ho combattuto nel PRIDE e in giro per il mondo. Sono un vecchio leone ma non sono un uomo vecchio. Ho 35anni e ho esperienza.”

 

“Ho il diritto di essere il sostituto (di Henderson), ho una storia nei pesi massimi leggeri (205 libbre, -93 kg), questa cintura prima era la mia, e sono l’ultimo della mia generazione. È giusto che mi confronti col meglio di questa nuova generazione. Vengo dalla vecchia scuola del combattimento, sono stato il campione del torneo di UFC 12, ho combattuto contro ragazzi senza alcun preavviso. Qualcuno ha bisogno di prepararsi per combattere, io sono sempre pronto a combattere. E sento che combatterò contro Jon Jones in questo modo.”

 

Joe Benavidez: “Mi sono state mostrate alcune statistiche sulla divisione dei pesi mosca in cui portiamo a segno molti più colpi della media* UFC, così come eseguiamo con successo molti più atterramenti e siamo più dinamici. Lo so che i pesi massimi sono i più grossi e i più forti, ma credo che la divisione dei pesi mosca sia la più eccitante, sicuramente la più divertente di tutta UFC. I campioni diquesta divisione credo diventeranno tra i campioni più amati dai veri fans.”

 

“La creazione della divisione UFC 125lbs (125 libbre, -57 kg, pesi mosca) ha cambiato la mia carriera. Continuavo a sentir dire che stava arrivando ma a un certo punto avevo quasi smesso di credere che sarebbe mai accaduto. Quando mi hanno detto che sarei stato inserito in un torneo a quattro per il nuovo titolo UFC 125lbs, mi sono sentito come se la mia carriera iniziasse di nuovo. Ora posso combattere nello stile in cui avrei sempre voluto e non ho potuto, perché combattevo contro ragazzi molto più grandi. Ora posso camminare in avanti, intimidire, cercare e distruggere. Non potevo fare così contro gente come Dominick Cruz (UFC campione pesi gallo) perché lui ha naturalmente quel 10 o 12 per cento in più di taglia.”

 

“Voglio essere il primo campione UFC dei pesi mosca così tanto che ne sento il sapore. Tutti si ricordano dei primi, tutti si ricordano che George Washington è stato il primo presidente. Io voglio essere ricordato tra 20, 30, 80anni, voglio essere il primo nome nel libro dei record e nessuno mi fermerà nel far diventare questo sogno realtà.”

 

Demetrious Johnson: “Vincere il titolo UFC dei pesi mosca per me è tutto. La prima volta che sono entrato nella palestra di Matt Hume dopo aver visto un episodio di The Ultimate Fighter, la stagione con Rashad Evans (la seconda stagione trasmessa nel 2005), è perché volevo diventare un campione UFC. Allora non sapevo nemmeno ci fosse una divisione pesi leggeri (-66kg) piuma (-61kg) o pesi gallo ed ancor meno una divisione pesi mosca (-57kg).”

 

“Penso che avrei potuto vincere il titolo dei pesi gallo, ma 125lib (125 libbre, 57kg) è il peso dove il mio corpo dà la migliore prestazione e penso, come peso mosca, che ho la possibilità di fare qualcosa di veramente importante. A 125lbs credo di essere il fighter più veloce dell’UFC.”

 

“Vincere il titolo prima di chiunque altro sarà il momento più orgoglioso di tutta la mia carriera. Subito dopo la semifinale con Ian McCall, mi sarei dovuto sposare. Si pensava che avrei vinto quel combattimento, sposarmi e fare la luna di miele, e poi tornare indietro e combattere contro Joe per il titolo. Ma l’incontro è stato considerato un pareggio. L’UFC mi ha detto che non avrei dovuto cancellare il mio matrimonio e la mia luna di miele, e che Joe poteva combattere per il titolo contro McCall e che avrei combattuto al 100% con il vincitore. Ho risposto “assolutamente no”. Voglio essere il primo campione UFC dei pesi mosca. Ho detto a mia moglie che mi sarei dovuto allenare tre volte al giorno durante la nostra luna di miele. Lei ha capito e abbiamo fatto la nostra luna di miele correndo lungo le spiagge o scalando queste colline. E ha funzionato. Lei ha capito che lo dovevo fare per essere il primo campione UFC di sempre nella divisione delle 125lbs.”

 

 

 

Michael Bisping: “Mentre Brian Stann stava a pelare le patate, lustrare gli scarponi e veniva chiamato “verme” dai sergenti delle Forze Armate, io davo calci nel sedere in UFC. La sua carriera militare è molto impressionante, ma questo non è l’esercito. Non è consentito portare pistole e granate durante il combattimento. Questo non è un campo di battaglia, questo è l’ottagono dell’UFC, questo è il mio campo di battaglia”.

 

“Ha la chance del picchiatore. Picchia molto duro e da quello che mi hanno detto è fisicamente molto forte. Ma io sono uno striker migliore, un grappler migliore, un wrestler migliore… il miglior combattente, punto. E nove volte su dieci lo triterei come la carne degli hamburgers.”

 

“Voglio la mia sfida al titolo e so che una decisione ai punti con belle tecniche di striking non cambierà il risultato. Ho intenzione di farlo a pezzi ed è quello che succederà a Toronto.”

 

Brian Stann: “Mike è molto intelligente, molto sveglio e sa esattamente cosa sta facendo quando dice queste cose. Se guardate i ragazzi degli sport più famosi che guadagnano molto, parlano tutti in modo molto convinto e un po’ trash. Questo fa parte della vita di Mike e – great. Non ha assolutamente alcun effetto su di me e la ragione per cui voglio combattere contro di lui è perché battere Michael Bisping significa qualcosa. Significa qualcosa perché quando combatte, la gente si interessa perché ha questo modo di promuovere gli incontri a parole.”

 

“Questa sarà una grande battaglia per la divisione delle 185lbs (84 kg). E non andrà a finire bene per lui. Combatte da più tempo di me ma ha le sue debolezze e penso che quando lo colpirò dritto sul mento sarà l’inizio di una notte molto brutta per lui.”

 

 

 

*Le statistiche FightMetric mostrano che mediamente il fighter pesi mosca tenta il 60% di colpi in più della media UFC e tira circa il 70% di colpi in più al minuto della media UFC. La media dei pesi mosca è 4.4 colpi portati a segno al minuto, mentre la media UFC è 2.6. La media dei pesi mosca mostra sette takedowns per 15 minuti, significativamente più alta della media UFC che è 4.5.

Chi è l'autore

Manolo

Manolo "El ChupaCabra"

Praticante di MMA, agonista di BJJ e grappling, ottimo conoscitore delle arti marziali miste e del valetudo. Manolo "El Chupacabra" non è niente di tutto questo.

5 Commenti

  • Anche a me non piace l’abbinamento di stann a marine…non lo è più adesso è un fighter…però bisping esagera a dire certe cose…tecnicamente mi piacciono entrambi ma bisping parla un po troppo….spero che stann lo cheti!

  • Cazzo chupa che comunicati stampa del piffero che ti mandano !
    i tuoi articoli sono molto meglio !
    Chupa for president!!!

  • Se rallenta il match Jon ha la vittoria in tasca
    Vitor può solo puntare su uno dei suoi sprint ma è davvero dura—

    Bisping è piu tecnico e completo in ogni posizione..
    Brian xo ha mani pesantissime e se Bisping fa l’errore di buttarla nella rissa la vedo dura—

X