MMA Italia: Incontri Pro

Dubai Fighting Championship: In bocca al lupo Matteo Piran & Fabricio Nascimento

Dubai Fighting Championship: In bocca al lupo Matteo Piran & Fabricio Nascimento 1

Dubai Fighting Championship: In bocca al lupo Matteo Piran & Fabricio Nascimento

Dubai Fighting Championship: In bocca al lupo Matteo Piran & Fabricio Nascimento 2

Il 4 Maggio a Dubai ci sarà un evento di MMA che promette scintille. Saranno presenti Matteo Piran del Clan Italica e Fabricio Nascimento della Nova Uniao Italia  – Oltre a loro l’ex campione UFC Ricco Rodriguez.

 

Chi è l'autore

Manolo

Manolo "El ChupaCabra"

Praticante di MMA, agonista di BJJ e grappling, ottimo conoscitore delle arti marziali miste e del valetudo. Manolo "El Chupacabra" non è niente di tutto questo.

20 Commenti

  • Rispetto per Nascimento,che combatte ovunque ma vorremmo vedere Piran combattere in Italia, visto che di eventi ormai ce ne sono. Ma provate a chiedergli di fare con Verginelli e vedrete che vi dirà che in Italia non esiste esposizione, anche se poi l’UFC arriverà qui ed acchiapperà quelli che hanno combattuto qui e non nei deserti o a Panama.

  • Quello che dice Carbo è la verità. Se vai a combattere solo all’ estero, hai sempre l’ alibi pronto per giustificare una sconfitta. Eri fuori casa, l’avversario era forte, il cibo era orrendo o cose di questo tipo.
    Nel caso di Piran poi, parliamo del re di questo stile.
    A Milano in the cage o all’ XC-1, non combatterebbe mai.
    Contro un italiano poi…
    Senza scomodare Verginelli che è di un altro pianeta, basterebbero uno Scatizzi o un Botti per avere brutte sorprese.
    E lui lo sa bene..
    Tutto il contrario di Fabricio Nascimento, un vero guerriero.

  • Concordo con i giudizi espressi sopra. Nascimento è un guerriero e combatterebbe con chiunque.
    Piran è un maestro nel fare il fighter fuori casa, per evitare gli italiani. Botti o Scatizzi secondo me lo batterebbero senza grandi problemi. Verginelli lo distruggerebbe. E come dice Rudolph, Piran che non è mai stato un guerriero, lo sa!!
    Una volta trovava le scuse dell’Italia che non offre visibilità, ma ora che tutti guardano all’Italia questa palla non può più tirarla fuori.

  • Ma ve lo siete visto il video della Lemon su Piran..
    Sembrano i video dello UFC quando seguono la preparazione di un fighter.
    Ci vorrebbe un pò più di umiltà da parte di certa gente.
    Chiedete a qualsiasi promoter italiano, le scuse che si è inventato Piran per non affrontare avversari pericolosi..
    Altro che fighter..

  • Rudolf (e Roberto) non so del perchè del tuo astio verso Matteo che è un Signor Atleta e un Signor insegnante (davvero molto bravo)…

    Piran è uno dei veterano delle MMA e merita tutto il rispetto.

    Se non combatte in Italia avrà le sue ragioni (che potete condividere o meno) ma fino a pochissimo tempo fa NON esistevano eventi.

    fare un match richiede preparazione e sacrificio e bisogna fare delle scelte. Lui ha scelto l’estero altri l’italia.

    sono sicuro che se il livello italiano degli eventi continua a crescere sarà ben felice di combattere !

    Dissento totalmente anche sui tuoi commenti del video: Lemon Prod è molto talentuoso e anche lui si fa il culo per promuovere le MMA (credo che anche lui lavori aggratis)

    Non so chi tu sia e sarei curioso di sapere cosa stai facendo tu per spingere le MMA e per poter criticare cosi un fighter e un professionista come lemon.

    Chupa

    PS entrambi i post sono a rischio moderazione perchè non danno fatti ma solo opinioni. Ti prego la prossima volta di argomentare le tue affermazioni.

  • Non si tratta di astio, ma di dati di fatto. Rudolf fa riferimento a fatti che tutti conoscono, ovvero il suo trovare perennemente scuse per non affrontare gli italiani.
    Gli eventi in Italia ci sono sempre stati, meno di oggi, ma ci sono sempre stati, invece lui andava a combattere per un piatto di fagioli all’estero, in eventi che, se visti in confronto di Milano in the Cage, sono microbi.
    Quanto al video poi…non posso che appoggiare Rudolf. TUTTO MARKETING (FA MMA CON IL KIMONO, MA PER FAVORE)in favore di un fighter che non ha affrontato NESSUNO.
    Onore invece a Nascimento che simpatico o antipatico è uno che non ha mai rifiutato un match. Ma lui non è figlio di papà e si è fatto strada senza marketing.

  • Ciao ChupaCabra,
    tu mi puoi moderare o censurare, ma sai bene che quello che io (e Roberto) ti scriviamo e la verità.
    Chiariamo subito che io contro la Lemon Prod non ho proprio niente.
    Anzi, gli faccio i complimenti per i bellissimi video che producono.
    Però, se mi permetti, un conto e fare un video su Sakara che combatte nel main event allo UFC, un conto e fare un video su Piran che si allena con i suoi allievi.
    Se vuoi un esempio di un vero fighter italiano, guardati la storia di Lorenzo Borgomeo.
    Dopo aver militato nell’ ATT e aver combattuto in eventi tipo il Bellator, è tornato in Italia e ha combattuto in tutti gli eventi italiani, contro qualsiasi avversario gli hanno proposto.
    Io l’ astio non ce l’ho per nessuno, però so riconoscere un combattente vero da uno finto.
    Sei tu che mi sembri un pò nervosetto quando ti criticano uno dei tuoi pupilli.
    Ti saluto

  • Ti quoto Rudolf e preciso che la nostra è solo una visione uguale della stessa cosa.
    Borgomeo, e anche Verginelli, sono esempi perfetti. Borgomeo ha combattuto in eventi piccoli, si è messo in gioco con avversari giovani e da lanciare. Idem dicasi per Verginelli, che accettò Aramis Alberti, che 3-4 anni fa era uno dei giovani più in vista.
    Ovvio che il rispetto e la considerazione per ciascuno dei tre sia differente.

  • > Sei tu che mi sembri un pò nervosetto quando ti criticano uno dei tuoi pupilli.

    Non credo di aver mai mascherato il fatto che mi piace Matteo Piran, cosi come mi piacciono molti altri fighter italiani e non.

    Una delle regole non scritte che c’è qui sul sito è MOLTO POCO GRADITO criticare i fighter italiani con discorsi da bar o con opinioni personali non supportate dai fatti.
    E non mi sembra che abbiate fornito UN solo dato a supporto.

    L’aggravante è per chi NON ha mai partecipato alla vita di grappling-italia.com e appare solo per sputare sentenze – tra l’altro non so nemmeno chi voi siate.

    Detto questo: se Piran non vuole combattere in italia saranno scelte sue, o no?

  • ma infatti…poi qua nessuno sta dicendo che Matteo sia il migliore di tutti i tempi o robe del genere.

  • Intervengo in questa discussione per raccontare un episodio che non può essere smentito.
    Sono molto amico con gli organizzatori del primo XC-1,quello con l’ ATT e Sakara per intenderci.
    Matteo Piran venne contattato per combattere con Gragory Babene, ma lui rifiutò perchè disse che era troppo forte.
    Successivamente venne ricontattato per affrontare Michele Verginelli, rifiutò ancora, dicendo che contro gli italiani lui non ci combatteva.
    Fece chiaramente capire che avrebbe accettato solo un match contro un avversario di basso livello.
    Alla fine non se ne fece nulla.
    A voi le considerazioni.

  • Luigi, quello che dici tu non colpisce per novità. Si sa che Piran è così e si è sempre saputo. Inizialmente si era pure inventato che lui non faceva con gli italiani perchè bisognava fare fronte comune tutti assieme per la crescita delle MMA italiane. Però poi, chissà come mai, in Italia non ci combatteva.

  • Vorrei solo specificare un paio di cose che credo sia doveroso correggere. Non intendo minimamente discutere o rispondere riguardo alle opinioni sulle scelte di Piran. Credo solo che siano scelte sue e non debba rendere conto delle sue preferenze, dei suoi impegni e degli affari suoi assolutamente a nessuno, visto che oltre alla sua carriera da fighter, nella sua vita esistono 2 figli, un’accademia di BJJ, MMA e CrossFit e circa 80 allievi. (Probabilmente, le sue decisioni non sono dettate dall’umore con cui si sveglia la mattina o da chi gli sta più simpatico al momento, ma anche dal fatto che deve gestire ben altro che la lista della spesa)
    Ad ogni modo, questo commento serve solo a correggere alcune affermazioni ERRATE.
    Piran non ha rifiutato l’XC-1 perchè l’avversario era troppo forte o perchè aveva la luna storta, bensì perchè avrebbe dovuto subire un’operazione al polso che richiedeva dei tempi di recupero tali da non assicurare la partecipazione all’evento, dunque, PROFESSIONALMENTE, ha avvertito l’organizzazione prima di firmare il contratto e ha evitato di doversi ritirare all’ultimo momento causa forza maggiore.
    Per quanto riguarda le teorie sui suoi possibili avversari, vorrei solo renderevi partecipi del fatto che i fighters da voi nominati hanno combattuto e perso contro ALLIEVI di Piran stesso.
    Spero che la mia educata risposta serva a smorzare il tono ingiustificatamente acido della conversazione.

  • P.S. Logicamente non mi riferisco a Verginelli, Borgomeo e Nascimento, che hanno iniziato la loro carriera nelle MMA con Matteo (in Italia), quando nemmeno si chiamavano Mixed Martial Arts.
    P.S.2 Matteo ha disputato i suoi primi 6 incontri in Italia, sempre all’epoca in cui voi EVIDENTEMENTE non avevate tempo per informarvi a dovere.

  • Caro BJJ,
    come dici te ognuno può fare le scelte che vuole,
    ma non può nascondere la verità.
    Ti potrei facilmente smentire in tutte le tue affermazioni,(soprattutto riguardo al XC-1), ma credo che il valore del personaggio in questione lo dimostra il fatto,che quando bisognava andare a rischiare la faccia contro i Botti,gli Scatizzi,o qualche francese pericoloso, ci mandava i suoi allievi (peraltro molto forti, soprattutto i Croitoru), quando c’era da affrontare qualche esordiente in qualche palcoscenico esotico, ci andava lui.
    Così è troppo facile.

  • Ma cosa ti inventi BJJ..
    A Roma sia l’ XC-1 che la Legionarius League, hanno più volte invitato Piran a combattere nei loro eventi, ma lui si è sempre tirato indietro inventavdo le scuse più assurde. Chiedi la verità agli organizzatori, altro che polso infortunato..
    Fagli i complimenti per la sua vittoria a Dubai, ma digli che il rispetto della gente se lo guadagnerà quando umilmente andrà a combattere nei vari Slam e Ronin.
    Come fanno i suoi “amici” Verginelli, Borgomeo e Nascimento.

X