Persone & interviste Tornei BJJ Italia Tornei in Italia

Lutador de Elite 2: Intervista a Dino Fuoco

Dino al centro della sua classe di Bjj all'accademia Kama

Ecco di seguito le interviste a Dino Fuoco, head istructor alla Kama di milano e con un 3° posto Europeo CBJJE e 3° Mondiale no-gi) che affronterà di Lamberto Raffi

Ecco di seguito le interviste a Dino Fuoco, head istructor alla Kama di milano e con un 3° posto Europeo CBJJE e 3° Mondiale no-gi) che affronterà di Lamberto Raffi

Dino al centro della sua classe di Bjj all'accademia Kama

Dino al centro della sua classe di Bjj all’accademia Kama

Ciao Dino, Come sta andando l’allenamento?
Ciao, Manolo. La fase di preparazione è andata nel migliore dei modi. Non ci sono stati infortuni o malanni che l’hanno condizionata e sono ormai nelle fasi di “scarico”.

Raffi è un avversario molto tosto e mettersi in gioco cosi non è una cosa comune per un “maestro”,personalmente apprezzo molto la tua voglia di sfida, credi che in futuro altri insegnanti seguiranno le tue orme?
Questo non sono in grado di saperlo. Ciascuno fa ciò che sente di fare. Vedere dei personaggi conosciuti che si cimentano può essere interessante, anche se credo che debba esser lasciato maggior spazio ai giovani. Mi fa piacere che sia apprezzato il fatto che anche i “senior” si mettano in discussione, ma continuo a ritenere che le competizioni debbano essere destinate a chi ha l’età giusta per farlo.

Che altri lottatori porti al LDE 2 ?
Andrea Fogà ed Annalisa Vila

Quindi oltre che il lottatore farai anche il coach, come è cambiato il vostro gameplan con queste regole ?
Credo che sia importante adattarsi a queste regole, innanzitutto, anche se non sono così tante le finalizzazioni che puoi provare senza passare la guardia, per cui rimane il fatto che per farlo devi passarla e per non essere finalizzato devi difenderla, sebbene non ci siano punti. Quello che cambia è l’attitudine nel caso ti prendano una posizione di dominio. Devi saperti difendere, chiudere gli spazi ed uscire, ma allo stesso tempo devi considerare i “cento chili” alla stessa stregua di una qualsiasi altra posizione. Nessun panico, pertanto, se ti trovi sotto una monta.
L’incontro è molto lungo, per cui è importante rimanere sempre concentrati ed attenti.

parlando di regole cosa ne pensi di questa rinascita di tornei NO POINTS?
Sono sicuramente un’ottima alternativa a quelli classici, con punteggio.

Hai recentemente spostato la sede della Kama in uno spazio più grosso, molti fighter sono arrivati e l’anno sportivo 2012-2013 si è chiuso con ottimi risultati sportivi. Parlaci un po di quest’anno e dei piani del futuro.

Abbiamo avuto 5 mesi molto proficui, soprattutto nel Jiu Jitsu, che rimane il perno delle nostre attività, nel Grappling e nelle MMA.
Una vittoria nelle MMA offre molta esposizione, per cui tutti ricordano Kotarlic che ha battuto Celotto, ma non voglio dimenticare chi ha vinto il Campionato Italiano di Grappling e chi ha vinto gare importanti nel Jiu Jitsu, così come i ragazzi della Muay Thai, che hanno rinvigorito un settore nel quale eravamo piuttosto deboli.
Per la prossima stagione proseguiremo su questa strada, cercando di creare un polo forte a nord di Milano, nel Jiu Jitsu, nella Muay Thai e nelle MMA.

Ci ricordi dove insegni ?
Accademia Kama, a Seregno, Via Cesare Correnti 37/A

Chi è l'autore

Manolo

Manolo "El ChupaCabra"

Praticante di MMA, agonista di BJJ e grappling, ottimo conoscitore delle arti marziali miste e del valetudo. Manolo "El Chupacabra" non è niente di tutto questo.

X