News & Media

Alessio Sakara – Report del seminario di Bologna (9/11/2013)

Alessio Sakara - Report del seminario di Bologna (9/11/2013) 1
Kamil Werno
Scritto da Kamil Werno

Sabato 9 Novembre 2013 presso Palaestra,la sede del team Domus Luctatorum,unico e solo team riconosciuto su Bologna e provincia come filiale Legio’s Team,abbiamo documentato il seminario di Alessio Sakara.

I partecipanti al seminario sono arrivati numerosi da diverse città (e regioni!),a questo importante appuntamento per cogliere i preziosi insegnamenti dell’unico fighter italiano presente in UFC;la sede,attrezzata con 200 metri quadrati di tatami e gabbia di oltre 50 metri quadrati,permette ai ragazzi di migliorare al meglio le proprie tecniche di MMA,in questa giornata di seminario,sotto la guida del “Legionario”.

Lo stage inizia con un riscaldamento guidato che mira a preparare al meglio i partecipanti per gli esercizi proposti successivamente da Alessio.

IMG_1622

 

IMG_1623

 

IMG_1624

 

Subito dopo il seminario entra nel vivo con Sakara che si rivolge ai partecipanti spiegando le basi dello strinking,quindi come portare con la massima efficacia calci,pugni e ginocchiate;una delle regole da tenere presente quando ci si trova nella lotta in piedi,dice Alessio, “è quella di tenere le mani in prossimità del mento,di non abbassarle e non tenerle larghe.Tenere le mani troppo alte è un invito per l’avversario ad attaccare e portandoci a terra”.La prima combinazione che i ragazzi del seminario hanno eseguito,è stata -serie di pugni seguita da un low kick-successivamente è stato spiegato come difendersi dal low kick perchè,se ripetuto in modo “martellante” sulla gamba,potremmo essere costretti alla resa e poi la combinazione pugni/ginocchiate: i partecipanti,divisi in due gruppi tra tatami e gabbia per poter eseguire gli esercizi in tutta sicurezza ,sono stati seguiti da Alessio che controllava l’andamento dei ragazzi.

IMG_1648

 

IMG_1656

 

IMG_1670

 

IMG_1664

 

IMG_1693

 

IMG_1692

 

IMG_1690

Il seminario prosegue con insegnamenti su come portare a terra l’avversario e le tecniche che Alessio ha spiegato,erano la Double leg e Single leg.Il fighter italiano UFC spiega che esistono tantissime varianti di questi due takedown e oggi spiegherà le fondamenta di come portare a terra l’avversario con successo,quali regole bisogna seguire e cosa evitare durante queste due tecniche.Alessio fa notare quali errori vengono commessi spesso durante un Double leg:per un corretto takedown,occorre inserire il nostro ginocchio tra le gambe dell’avversario (non arrivare “corti” rimanendo con il ginocchio indietro rispetto alle gambe del rivale) e,una volta afferrate entrambe le gambe dell’avversario,la direzione del movimento che bisogna compiere con la gamba posizionata sulla parte esterna rispetto alle gambe dell’altra persona è laterale (è sbagliato spingere in avanti cercando di portare a terra chi ci sta di fronte).

IMG_1711

 

IMG_1714

 

IMG_1715

Altri temi su cui i ragazzi hanno ricevuto preziosi insegnamenti,sono:l’importanza dello Sprawl,diverse varianti sia del Double leg che del Single leg,come portare a terra l’avversario una volta che è stato schiacciato contro la rete della gabbia e altre fondamentali regole durante la lotta a terra.

IMG_1738

 

IMG_1755

 

IMG_1750

Nella fase finale dello stage,Alessio ha dimostrato le modalità di utilizzo del dummies e in che modo può diventare uno strumento di lavoro utile..ma sopratutto,come disse il Legionario “questo è un attrezzo importante che permette di svolgere diverse tecniche e potete fargli di tutto…tanto questo,ai colpi,mica risponde!”.

IMG_1766

 

IMG_1768

 

IMG_1764

Giunti ormai al termine del seminario,Alessio si rende disponibile per rispondere alle domande e alle curiosità dei partecipanti.Un messaggio importante che il fighter italiano ha lasciato ai ragazzi,riguardava la dedizione per questa disciplina:

Allenarsi nelle MMA non è semplice e se volete ottenere qualcosa in questo sport,dovete continuare ad andare in palestra anche quando siete pieni di dolori dal giorno prima.Sapete quante volte mi sono svegliato e avevo male qua e là?Però mi sono sempre alzato per andare ad allenarmi perchè,se uno lascia perdere alla prima fatica,non arriverà da nessuna parte.Nella mia categoria di peso,c’è gente fisicamente più grossa di me,però io ho avuto una gigantesca determinazione e forza di volontà per arrivare a combattere in UFC”.

Prima di andare via,nonostante Alessio avesse altri impegni importanti dopo lo stage e andasse di fretta per non perdere il treno,si è fermato per rispondere ad alcune nostre domande.Ecco il link dell’intervista

https://www.youtube.com/watch?v=ZJXtm2dEU1Q

(Vogliamo precisare che l’intervista è stata fatta il 9/11/2013,quando il Main Event della Legio’s Arena era tra Riccardo Schiesaro vs Marco Zuzolo.I due protagonisti non parteciperanno a causa di un infortunio: per maggiori info,visitate la pagina della Legio’s Arena).

Un ringraziamento allo staff di Palaestra.it,Domus Luctatorum (Pietro Spongano e Alessandro Borghi).

IMG_1772Da sinistra: Alessandro Borghi e Pietro Spongano

 

 

Chi è l'autore

Kamil Werno

Kamil Werno

Responsabile della sezione Est Europa, Kamil è famoso su grappling-italia per il suo occhio: i fighter di cui parla oltre ad appassionare diventato sempre dei campioni !

X