News & Media UFC

Cyborg fuori dall’UFC per soldi e non per il peso

Cyborg fuori dall'UFC per soldi e non per il peso 1
Lorenzo
Scritto da Lorenzo

Il suo management non era d’accordo con il contratto

Gina "Conviction" Carano vs. Cris "Cyborg" Press Conference and fan meet and greet
A rivelarlo è Mike Chiappetta(idolo lo so) di mmafighting.com.
Per mesi abbiamo parlato, e lo stesso hanno fatto Cris e il suo manager Tito, di problemi di peso. Cyborgona è troppo grossa e maschia per scendere a 135 dicevano. Addirittura tirò fuori la storia dell’impedimento a future gravidanze che avrebbe avuto il cutting. L’UFC si offrì di assumere il tagliatore di peso professionista Mike Dolce che disse che Cris poteva scendere benissimo ma alla fine si concluse con il rilascio di Cyborg voluto da Tito per firmare poi con Invicta.
Anche questo alzò sospetti perchè Dana disse che se lei non ce la faceva a scendere subito potevano farla combattere per Invicta mantenendo il contratto con l’UFC ma si sa che Dana a Tito non sono amiconi.

Ora però il suo management getta la maschera. Il vero motivo è che Cyborg, nonostante il ruolo da headliner che avrebbe avuto a UFC157 veniva trattata come una figura irrilevante.
Ogni megafight da payperview richiede due protagonisti, e non stavano dando a Cris il giusto riconoscimento“, dice George Prajin, partner di Ortiz nella agenzia di management Primetime 360. “Stavano pagando Ronda come se fosse l’unica star del match.
L’altro problema era quello della lunghezza del contratto. Eccessiva secondo Cyborg, in quanto lei era d’accordo a tagliare a 135 per tre match la massimo. Invece l’ UFC offriva otto match.
In pratica farla combattere a 135 rappresenta un handicap per lei“, prosegue Rajin. “Eravamo d’accordo a farlo, lavorare con Mike[Dolce] e scendere a 135 perchè Cris voleva Ronda. Tuttavia, quando hanno detto che avrebbe dovuto farlo per otto match?Lei non vuole tagliare per otto volte quando le interessa solo affrontare Ronda e batterla. Oltre a Ronda, non rimane nessuna per lei.
Rajin ammette anche che l’inattività a causa della sospensione per steroidi ha tolto loro potere contrattuale.

E’ difficile capire come Cris Cyborg non susciti molto interesse al grande pubblico. Nonostante il famosissimo match del 2009 contro Gina Carano che la decretò al numero uno al mondo, già dal match successivo i suoi match hanno fatto poco seguito.
Vuoi il fatto che sia brasiliana e parli male inglese(vedi Anderson Silva fino a prima della faida con Chael) ma sicuramente alla gente non interessa molto vedere una presunta e poi confermata fighter sotto steroidi malmenare delle povere malcapitate.

Comunque la porta è ancora aperta. Il contratto di Cyborg è di tre match ma già dopo il prossimo(sfiderà la nostra amica Marloes Coenen al prossimo Invicta) ha una clausola che le permetterebbe di combattere in UFC se chiameranno.
Rajin però insiste sul contratto: “non credo che lo faremo, a meno che l’UFC non lo faccia veramente in modo che ne valga la pena per Cris.

Chi è l'autore

Lorenzo

Lorenzo

Una delle colonne portanti di Gitalia dal primo momento. Dopo anni di esilio in terra Australiana è tornato a insegnare a fare barbeque e parlare di MMA.
E' il capo-redattore delle MMA mondo (UFC in particolare) e cura colonne molto apprezzate come "sorvegliato speciale"

3 Commenti

X