Un libro per tutti

Un libro per tutti 1
Avatar
Scritto da News dai Feed RSS

Mi sono trovato di fronte a questo libro quasi per caso, alla libreria dell’aeroporto di Bologna in un freddo venerdi mattina. Avevo davanti a me un pò di tempo e spinto dalle molte recensioni positive che avevo letto a riguardo su alcuni siti di arti…

Un libro per tutti 2Mi sono trovato di fronte a questo libro quasi per caso, alla libreria dell’aeroporto di Bologna in un freddo venerdi mattina. Avevo davanti a me un pò di tempo e spinto dalle molte recensioni positive che avevo letto a riguardo su alcuni siti di arti marziali, mi sono deciso ad acquistarlo.
E’ un libro che si legge agilmente, in un paio di ore al massimo…Uno di quei libri che apre la mente, che ti fa capire l’importanza di capire la “via”e del modo giusto per “vederla”.
Perchè uso le virgolette? Perchè l’accezione dei due termini deve essere la più ampia possibile….
Capire chi siamo, cosa è giusto per noi, saper osservare la realtà che ci circonda senza pregiudizi, saper leggere nel proprio cuore e nel cuore delle persone che ci stanno attorno, capire l’importanza della spiritualità attraverso la fisicità….Sono solo alcuni degli argomenti cosi ben trattati nel libro.
Fare Jiu Jitsu deve essere questo, capire l’importanza della “via” per essere persone migliori a 360°….Non solo nell’ambito del combattimento e della fisicità. Attraverso il Jiu Jitsu si deve capire l’importanza degli altri aspetti della vita, come la spiritualità, l’amicizia, la famiglia, il lavoro, la cultura e lo studio. Come solo attraverso tutti questi valori combinati si riesce davvero ad elevarsi e ad “autocostruirsi” per poter dire con obiettività di essersi migliorati. Di aver raggiunto un livello più alto nello sviluppo dell’individuo.
Molti, troppi combattenti, di tutti i livelli dimenticano questo. Si deve andare al di la dell’aspetto competitivo molto profondamente. Il combattimento è un mezzo attraverso cui si raggiunge il miglioramento della persona, non l’unico e non il solo.
Ricordo una conversazione con mestre Atalla riguardo un grande campione del Jiu Jitsu, che lui definiva “arrogante”….Al momento che io gli facevo notare che era tra i migliori lui mi rispondeva:” ok, può essere migliore di me nel Jiu Jitsu….Ma sicuramente non lo è come persona, ha sviluppato solo la componente fisica dell’arte”.
Finisco con una frase estrapolata da un film: “Il successo nella vita non è dato dal talento, ma da come uno lo adopera”.
Buon allenamento a 360° a tutti…

Chi è l'autore

Avatar

News dai Feed RSS

X