UFC

Jon Fitch sull’UFC: ambiente ostile – Dana White: “non è vero, sei un sacco di m3§d@!”

jon-fitch

Come ricorderete il dinamicissimo Jon Fitch è stato tagliato dall’UFC e a sorpresa ha trovato casa alla World Series of Fighting.

Come ricorderete il “dinamicissimo” Jon Fitch è stato tagliato dall’UFC e a sorpresa ha trovato casa alla World Series of Fighting.

jon-fitch

Come ricorderete il Jon “Argento vivo” Fitch è stato tagliato dall’UFC e a sorpresa ha trovato casa alla World Series of Fighting.

Proprio Jon che è sempre stato silenzioso e tranquillo fin’ora ha detto, nella conferenza pre WSoF 3 che l’UFC era diventato un ambiente di lavoro ostile, e che ogni volta che sentiva a rischio il proprio lavoro ogni volta che saliva sul’ottagono…

Incredibilmente, Dana”Monaco Zen” White non ha gradito queste parole: “Quando Jon Fitch era con noi ha preso 302.000 dollari di bonus Quelli sono i bonus che lorenzo ed io abbiamo deciso di dargli oltre al suo contratto… e adesso si lamenta di quello che ha passato da noi? quante cazzate. Jon Fitch è un sacco di merda, è un povero illuso del cazzo. Primo: ha avuto le stesse possibilità che hanno avuto gli altri. Dopo che Georges St-Pierre l’ha gonfiato di botte, lo abbiamo trattato male? 

Jon ha perso contro Georges St-Pierre all UFC 87, aveva la possibilità di combattere per il titolo, ma è stato distrutto.Poi ha pareggiato contro Bj Penn. Gli si da la possibilità di combattere per il titolo e si viene ucciso nel primo round da Johny Hendricks.Di che cosa stiamo parlano?”

Dana ha anche detto che Jon è apparso in tutti i maggiori PPV nonostante la sconfitta e che il suo score era 1-2-1 prima di venir segato

Sui forum americani fanno notare che il povero Jon ha combattuto nella undercard dopo la sconfitta con GSP e che il suo match all’UFC 100 è stato trasmesso come ritaglio e che una promessa di title shot dopo la vittoria su Thiago Alves (UFC 117) non è stata mantenuta.

Da parte mia posso dire che Fitch non era un fighter divertente da vedere, e di sicuro non infiammava nemmeno gli animi dei bevi-birra-fan-UFC americani. Se a questi aggiungiamo un record mediocre dire che il taglio ci sta tutto.

Fitch combatterà contro Josh Burkman al WSOF 3 il 14 Giugno.

 

Chi è l'autore

Manolo

Manolo "El ChupaCabra"

Praticante di MMA, agonista di BJJ e grappling, ottimo conoscitore delle arti marziali miste e del valetudo. Manolo "El Chupacabra" non è niente di tutto questo.

14 Commenti

  • Se l’hanno tagliato non è stato per motivi meramente sportivi, forse per questioni contrattuali di borse, bonus ecc. Ma non per lui come fighter. Il faccione di katso dana è andato a ripescare i match contro GSP e Hendrix. Ma i suoi ultimi match contro Maya, ma soprattutto contro Silva non erano per nulla noiosi. L’ultimo ok, troppo passivo, però è riuscito a evitare tutti i tentativi di finalizzarlo di Maya che qualcosa di sottomissioni ne sa. Contro Erik Silva è stato a dir poco spattacolare. E’ andato la nella tana del leone, proprio nella città dell’avversario, con gli spalti gremiti di gente che reclamava la sua testa. Ma il suo lanciatissimo e più giovane antagonista è stato semplicemente messo a tacere dalla sua superiore tecnica ma anche dalla sua caparbietà di fighter esperto. Poi, appunto la sconfitta da Maya e il taglio. Meritava sicuramente di più.

  • anche Volkmann è stato polemico ma ha anche fatto proposte sindacali. Tipo paga minima e contratti biennali invece che di ammontare di match senza l’opzione del licenziamento discrezionale anytime

  • comunque Fitch è l’unico ad essere stato tagliato per essere “noioso”. tutti gli altri tagli sono per filotti di sconfitte che Fitch non ha avuto.
    Dana non l’ha ammesso dicendo che era un fighter in calo bla bla ma la verità è che gli stanno sul cazzo quelli che alzano la testa per i diritti d’immagine sui videogames ecc…
    Poi comunque GSP è tanto più spettacolare di Fitch ?

  • non è vero che era noioso, è un ottimo grappler, uno che non si arrende mai, hanno sbagliato a tagliarlo, per chi piace veramente l’mma e non solo soltanto vedere il sangue è una perdita non vederlo più combattere

  • Non sono un fan di Steve Mazzagatti ma nella fattispecie anche i telecronisti non si erano accorti di nulla.
    Il suo errore più marchiano è il modo apparentemente freddo e disinteressato di come è intervenuto, perché fino a un secondo prima Fitch muoveva il braccio.
    Ma qui non vado oltre, perché senz’altro non è senza macchia.
    Voglio solo ricordare che quando si ha una brutta nomea qualsiasi cosa si faccia viene male interpretata e tutto va in maniera rovinosa. Scusate ma non riesco a non difendere quest’arbitro perché non ho mai amato il tiro al piccione (con taglio della coda annesso) e non vorrei che tutta questa ‘simpatia’ verso di lui, fosse figlia di un malcelato razzismo nei confronti di un italo-americano, sport diffusissimo negli States.

  • Il punto è che si vede che Fich “tappa”, sul lato opposto.
    Dopodichè la decisione era difficile; in ogni caso non era quello il “punto” per cui ho linkato il video.

  • Magari il tifoso tamarro pensa meglio un arbistro che stoppa in ritardo che uno che stoppa prima.
    Io non la penso così.
    E’ sorprendente come un uomo perda velocemente i sensi quando strangolato. Anche la sub di Rony Jason Mariano è stata fulminea, comunque se ne vedono spesso sottomissioni del genere. Così mi sono spiegato parecchi fatti di cronaca. L’impiccagione per soffocamento è molto più lunga e foriera di sofferenze. Quella più veloce è quella per rottura della colonna vertebrale all’altezza del collo. Invece a quanto ho capito la morte per strangolamento avviene prima per perdita di conoscenza a causa del mancato apporto di sangue al cervello, poi se la presa continua evidentemente subentra prima il come e in pochi minuti la morte.

  • ti capisco Dave, ma su Youtube ci sono una quantità di video e di commenti che dileggiano Steve Mazzagatti.
    Siccome non amo le sproporzioni, credo che su Steve ci sia veramente un plotone d’esecuzione.
    Lui ovviamente sarà scarso, però non è aiutato nello svolgimento del suo compito perchè è sempre sotto tiro.
    Io ho visto fare ‘cappelle’ un po’ da tutti, anche dal celebratissimo Herb Dean.
    Dana definisce Steve ‘una vera minaccia’ per i lottatori.
    Su questo ho dei forti dubbi.
    Credo che un arbitro abbia molte responsabilità, ma ce l’ha anche tutta la filiera, Dana per primo, che fa combattere due esseri umani dentro una gabbia, un po’ come in un gallodromo, fino a me che li guardo.

  • @chiorri
    “Credo che un arbitro abbia molte responsabilità, ma ce l’ha anche tutta la filiera, Dana per primo, che fa combattere due esseri umani dentro una gabbia”

    così generalizzi troppo il problema però, se siamo tutti colpevoli allora “le MMA sono uno sport violento, aboliamole”.
    Senza parlare nella fattispecie di Mazzagatti, l’arbitro ha una responsabilità altissima all’interno della gabbia e come tale deve essere aiutato e tutelato ma se sbagliano gli va fatto notare.
    Considera che in MMA, contrariamente a molti altri sport, una mancata chiamata dell’arbitro non solo influisce sul punteggio ma anche, in casi estremi, sulla salute dei fighter.

  • Piccola digressione pseudo filosofica.
    La violenza è di questo mondo, egregio Dave, dal momento in cui nasciamo fino a quando lo abbandoniamo.
    Se pensi il contrario puoi farlo, ma non sei legittimato più di me ad aver ragione.
    Ricordo che per me, come per altri miei amici, stare 5-6 ore al giorno seduto sul banco di scuola era una vera tortura, altro che animali allo zoo. Non per questo bisogna abolire la scuola.
    Guidare ed andare in auto è equiparabile ad un conflitto nucleare, visto che ogni anno spariscono, solo in Italia, l’equivalente di una cittadina di 30.000 abitanti. Non per questo le strade vanno chiuse.
    Parlando di tabacco, avendo lavorato nel settore sanitario, siamo a cifre simili (negli anni in cui ero all’IST). Non per questo viene abolita la sua produzione e la vendita.
    Anche le MMA hanno un grado altissimo di violenza, ma se tutto viene condotto con la massima professionalità e la massima onestà, senza scaricare il problema solo su un anello della filiera, rientra nei ranghi di questa ‘piacevole vita d’inferno’.

X