Olimpiade Lotta Libera & Greco-romana

Lotta libera: Chamizo 5° e speranze per Conyedo

Lotta libera: Chamizo 5° e speranze per Conyedo 1
Scritto da Giada Chioso

Oggi ci sono stati i Giochi Olimpici per la lotta libera ed è stata la giornata dei -97k kg.

Italia

Abraham Conyedo Ruano, lottatore cubano naturalizzato italiano, ha conquistato un bronzo ai Mondiali nel 2018 e agli Euripei nel 2020, entrambi nei – 97 kg per l’Italia, mentre con la Nazionale di Cuba ha vinto la medaglia d’argento ai Giochi Olimpici Giovanili nel 2010 nei -100 kg e ai Campionati Panamericani nel 2015 nei – 97 kg.

Oggi ha esordito a Tokyo negli ottavi di finale contro l’esperto trentaseienne Albert Saritov (Rom), bronzo olimpico a Rio nel 2016 e vicecampione europeo nel 2020 a Roma, di origine russa ma naturalizzato rumeno nel 2016. Conyedonha vinto per 6-1.

Purtroppo nei quarti di finale l’atleta italiano è stato sfortunato nel sorteggio. Si è trovato davanti Kyle Frederick Snyder (Usa), campione olimpico nel 2016 a Rio e campione mondiale nel 2015 e nel 2017, argento nel 2018 e bronzo nel 2019. Conyedo ha perso per 6-0.

Domani farà il ripescaggio con Jordan Steen (Can), battuto dal statunitense Snyder 12-0, per poter andare in finale per il bronzo.

Frank  Chamizo, invece, ha combattuto la finale per il bronzo nella categoria – 74 kg contro Kyle Douglas Dake (Usa), due volte campione mondiale, nel 2018 e 2019, ma l’atleta statunitense ha avuto la meglio vincendo per 5-0 e quindi Frank Chamizo si è classificato al quinto posto, ai piedi del podio.

Classifica – 74 kg

  1. Zaurbek Sidakov (Rus)
  2. Mahamedkhabib Kadzimahamedau (Blr)
  3. Kyle Douglas Dake (Usa) e Bekzod Abdurakhmonov (Uzb)

Chi è l'autore

Giada Chioso

Atleta agonista di judo, grappling (-gi e no-gi) con partecipazioni a gare internazionali anche di sambo, kurash e sumo. Insegnante tecnico di judo FIJLKAM. Laureata in scienze motorie e alla magistrale in scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate con esperienza nella rieducazione motoria.