MMA Italia: Incontri Pro Venator FC

Report Venator Kingdom 2: risultati, play by play, foto, controversie

Risultati Venator Kingdom 2: Pennini vs Magro (Milano – Teatro Principe) del 16 dicembre.

Oltre al main event c’era molta attesa per Frasineac contro Saccaro. Gli altri match proponevano dei match up davvero perfetti (senza esserci mismatch tutti gli incontri sono finiti prima del limite).

Breve intro e saluti

Anche se l’evento non ha fatto soldout in prevendita credo che abbia fatto il sold out con la vendita dei biglietti in giornata. Per cause di forza maggiore sono arrivato al Venator Kingdom 2 soltanto alle 20:00 e qualcosa e il teatro era già bello pieno.

Durante la serata ho incontrato moltissimi visi noti… oltre al Kamil e al dandi in ordine di apparizione: Mestre Bancone della Milanimal (and the gang: cri,marzio,matteo…), Samuele Sanna (match maker e deux ex machina del Golden Cage), Rizzoli del Rendoki, ho fatto due chiacchere con molti della deprecabile concorrenza (Bruni di MMA Cafe, Tudor di 4 once, Rincione e anche VersusMagazine), e quando stavo per andare a cercare un buon posto a bordo gabbia riservato alla stampa ho incontrato il mio compagno di lotte Pietro che mi presenta un suo compaesano, che scopro essere l’unico e imbattibile Giovanni Mulas, attualmente dententore della titolo di MMA Ignoranti. Si aggiunge all’allegra cumpa Dariush altro socio di bjj, che scopro essere super aggiornato sulle MMA italiane.

A quel punto il richiamo della fortesta è stato troppo forte e mi sono fermato in zona bar. Questo per dire che se ci sono delle sbavature nel report la colpa è dell’ambascita sarda che mi confondeva.

Play by Play Venator Kingdom 2: Pennini vs Magro

  • Filippo D’Amato vs Petru Morati (catchweight a 160 lb)

Fase di studio, uno scambio, Takedown sporchissimo ma efficace, Filippo D’Amato prende la schiena, Morati fa scramble, ma D’amato non si ferma, bravo davvero a rimanere alla schiena e chiude un bel mataleao.

Filippo D’Amato finalizza Petru Morari – mataleao – Round 1 min 2:03

  • Manuel Milito vs Emanuele Zaccaria (135 lbs)

Milito combatte con pochissimo preavvisoa sostituire Marco Manovali.

Round 1 Il match inizia subito con scambi in piedi, prosegue con altri scambi in piedi, ed entrano anche dei colpi belli secchi. Milito chiude il clinch, Zaccaria riesce a prendere i ganci sotto e fa una proiezione di lotta tipo Cormier vs Barnett. bellissima. Zaccaria tenta del gnp ma ha la bella guardia di Milito in mezzo.  10-9 per Zac

Round 2: altri scambi in piedi. Si va ancora a terrà ma in una posizione migliore per Milito. La full guard di Milito e molto aggressiva: tenta ghigliottine, armbar. Zaccaria difende tutto egregiamente, ma non riesce mai davvero a migliorare la posizione. l’arbitro fa rialzare quando mancano poche decine di secondi, ma nello scambio finale Milito ha la meglio e chiude il match a 2 secondi dalla fine del round. Grande prestrazione di entrambi. molto bravo Milito

Manuel Milito vince su Emanuele Zaccaria – TKO – Round2 min 4:58

  • Petru Biclea vs Luca Panzetta (135 lbs)

Round 1: il ritmo del match si posiziona subito su altissimo: scambiano, scambiano, clinch. Inizio in cui Luca sembra avere la meglio, parte centrale in cui i due si bilanciano, Verso la fine Luca sembra subire qualcosina di più. dovrei rivederlo, direi 10-9 Biclea, ma potrebbe essere anche 10-9 per il bergamasco

Round 2: attimo di studio da parte di entrambi, tentativo di Takedown di Biclea, che viene difeso e si inizia col massacro per entrambi. Scambi brutali (Don Frye vs Takayama / pride style -> https://www.youtube.com/watch?v=FtZcy2ay1ac ) a viso aperto in cui entrambi danno tutto quello che si può dare. Biclea sembra subire qualche colpo pesante in più, e all’ennesima serie di colpi ben piazzati, si appoggia a parete. Anche se non era spento si vedeva che era in netta difficoltà. Panzetta invece era corto di energie: appannato nei movimenti colpiva con una traiettoria larghissima, senza guardia. Il match, ormai quasi in pugno dell’italiano, ha avuto un ribaltamento improvviso: il moldavo, più lucido e forte di quanto si vedesse da fuori ha sfruttato il momento entrando con una serie di colpi che hanno messo giù Panzetta. Ground and pound e il match finisce con la vittoria di Biclea. Bravo il moldavo che ci ha creduto fino alla fine.

Petru Biclea vince su Luca Panzetta via TKO al 3:33 del R2

  • Ashley Rosi vs  Riccardo Cumani (135 lbs)

Round 1: L’ultimo match che ho visto del Kobra cumani risale al Venator 3. Riccardo è uno degli striker più forti nelle MMA, passato nella thai che è riuscito a traslare bene nelle MMA. Peccato che sia nato negli anni 70’s se no a quest’ora sarebbe molto in alto in classifica. Rosi è un fighter che ha uno score che non rende onore al suo livello. Da fan di cumani questo è un match che aspettavo… anche in questo caso ci sono stati tanti scambi ma data la taglia dei due fighter nonostante la numerosità di colpi entrambi belli composti. A metà round esce Riccardo, con una serie di check e low kick degni del miglior aldo. Rosi ha la gamba rossa, è meno mobile ma ancora combattivo. 1o-9 per Cumani

Round 2: il round inizia in salita per Rosi che su ogni colpo che piazza si prende un low kick brutale. C’è un clinch, Cumani mette una ghigliottina /neckcrank e si tira l’avversario in guardia. Non può fare altro che battere al min 2:35 del Round2.

Ma COOOOOOOLPO di scena. Riccardo Cumani impazzisce, spinge arbitro, avversari, angolo. E si fa squalificare. Cosa è successo a fondo pagina / nei commenti appena ho conferma (potrebbe essere un gesto di cuore, ma maldestro del Kobra)

Asheley Rosi vince per squalifica

  • Leonardo Damiani vs Raffaele D’Eligio

Altro match che promette guerra: si parte subito con uno scambio violento in piedi, seguito da clinch e takedown, Damiani effettua uno sweep da manuale, e mette una mataleao al minuto 2:50

Leonardo Damiani finalizza Raffaele D’Eligio (mataleao) – Round 1 min 2:50

  • Marco Saccaro vs Vergiliu Frasineac 

Saccaro è un 5-0, 4 Ko al primo round, molto attivo (3 match nel 2017). Stella nascente di cui però poco si sapeva, se non che aveva la dinamite nelle mani. Di fornte a lui Vergiliu Frasineac, solidissimo fighter del Stabile Team con un record di 6-1, molti scalpi eccellenti e la sola sconfitta ai punti per mano di Pedersoli (che è un top 5 nel ranking). Match up quindi azzeccatissimo.

Round 1: passano pochi secondi, forse due scambi e Saccaro scarica una S-bomb a forma di overhand in testa a Virgliu, il rumore si è sentito fino al bar. Il Moldavo forse scosso non ha fatto una piega. Passa poco, e altra Sbomb e una terza. Da dove eravamo noi si vedeva che Frasineac era scosso ma non domo. tanto che nello scmabio seguente ha la meglio e costringe Saccaro a un clinc. Non contento Vergiliu piazza anche due takedown e riesce a fare del ground and pound, non pericolosissimo, ma sufficente per vince il round per me.

Round 2: Saccaro esce dal break quasi fresco e dopo una fase di studio riesce a piazzare un’altra bomba. Ma, lo avrete campito, Frasineac non solo non crolla ma anzi mette a segno un takedown, questa volta seguiro da ground and pound decisamente violento. In un tentativo di scramble Saccaro si gira, e Valeru chiude un mataleao strettissimo.

Vergiliu Frasineac finalizza Marco Saccaro (Mataleao) – Round 2 – min 2:35

Breve Pausa.

Alex Bad Botti si avvicina felice e ci fa sapere che Alessio Di Chirico ha vinto. Sospriro di sollievo per i presenti. Scopro – ma non ne dubitavo – che Alessio è amato da tutti e che la totalità di noi era in apprensione per il match.

Main Event per la cintura dei pesi medi (185 lbs) tra Pietro Penini e Cristian Magro

 

Penini (5-0) è arrivato carichissimo, Magro più low profile: è uno di quei fighter che è sempre pericoloso e le uniche sconfitte sono per mano dei top di categoria.

Round 1. Pronti via Penini parte e connette subito una combinazione. Magro va giù, tenta una guardia che viene però passata in men che non si dica. gnp e il match finisce in meno di 30 secondi.

Pietro Penini vince su Cristian Magro per TKO al round 1 minuto 0:23 e diventa il nuovo campione dei pesi medi Venator.

Chi è l'autore

Manolo

Manolo "El ChupaCabra"

Praticante di MMA, agonista di BJJ e grappling, ottimo conoscitore delle arti marziali miste e del valetudo. Manolo "El Chupacabra" non è niente di tutto questo.

Sonny
7 Discussions
Sonny
17 Discussions
2 Discussions
7 Discussions
2 Discussions
7 Discussions
Lorenzo
7 Discussions
7 Discussions
Lorenzo
7 Discussions
7 Discussions
Total discussions 33570
X