Submission Grappling

Born to Fight: qualche commento

Sono ancora in attesa dei risultati finali di tutti gli incontri, ma posso fare un veloce resoconto del Bron To fight svoltosi a castelletto ticino…

Born to Fight: qualche commento 1Sono ancora in attesa dei risultati finali di tutti gli incontri, ma posso fare un veloce resoconto del Bron To fight svoltosi a castelletto ticino…

Il pomeriggio era iniziato con dei tornei di Kick, di grappling e di MMA-light: la presenza di Filippo Leone (ADCC Italia) ha permesso un’arbitraggio di qualità senza contestazioni.

Nella Serata incontri full contact di K-1 e Kickboxing tutti molto belli e cruenti (specie le ragazze e Panzer,  fighter locale dal fisico Fedoriano ma con ha un nome davvero azzeccato….).

La presenza del sottoscritto in qualità di “giornalista” di grappling-italia.com era per i due Superfight di Submission e l’incontro di MMA.

MMA – Fabio Ambrosini vs Jetmir Emruli

Ecco l’incontro di MMA … Dovete scusare la mano tremula, ma ero lontano :-) peccato per il finale che potrebbe aver sfalsato il risultato (potete sentire i commenti di quelli intorno a me…)

Per i superfight di Lotta:

Cristiano Da Silva (atletica Boxe) imbattuto nelle ultime gare svolte vs William Esposito (Pammachia): sorpresa positiva. Esposito non fugge mai la lotta e inizia subito un interessante scambio con Da Silva.

Il trattore brasiliano non ha mai davvero faticato per portarsi a casa il risultato mentre in questo caso si prende una chiave al piede nei primissimi minuti. Non viene finalizzato ma sono sicuro che i compagni di squadra un po sono rimasti col fiato sospeso… L’incontro finisce per finalizzazione di Da silva, ma il milanese della PamMachia ha venduto molto cara la pelle. Potrebbe essere una sorpresa della prossima stagione.

Secondo Superfight: Alex Celotto (Team Celotto / Atletica Boxe) vs Stefano ?? del Club Italica di Matteo Piran. Incontro piuttosto statico con un paio di buone proiezioni. Vinto ai punti dall’atleta pavese allenato da Piran

Chi è l'autore

Manolo

Manolo "El ChupaCabra"

Praticante di MMA, agonista di BJJ e grappling, ottimo conoscitore delle arti marziali miste e del valetudo. Manolo "El Chupacabra" non è niente di tutto questo.

14 Commenti

  • non voglio fare il classico italiano alla “arbitro cornuto”, ma femarli per far chiudere la ghigliottina col braccio libero mi sembra un po’ grossolano come errore sopratutto in uno sport dove la maggior parte della sicurezza degli atleti è nelle mani dell’arbitro.
    comunque un errore si può perdonare a tutti e se braghette rosse(ottimo atleta di cui non so il nome) l’ha presa bene tanto meglio non sta a me polemizzare :),
    ma è un peccato per gli spettatori che non abbian combattuto un altro po’ l’incontro è stato meglio di quasi tutti quelli dell’ufc 119 ma sopratutto molto meglio di mir crocop
    br

  • bravi tutti e due si.
    Massimo rispetto SEMPRE per chi si mette in gioco cosi…. spezzo la lancia anche per l’arbitro, che era in posizione sfavorevole quando ha interrotto l’incontro e che come ho scritto più su è un ottimo arbitro di Submission.
    Arbitrare le MMA non è facile come sembra.

  • Ho rivisto solo ora il mio match,
    mi spiace davvero molto per il mio avversario ma io non mi ero reso conto
    della posizione del mio braccio dx e mi sono fidato dell’ arbrito (assolutamente competente nel suo lavoro), tutti possono sbagliare perciò niente da recliminare a lui.
    A questo punto rimane anche a mè un pò di amaro in bocca, e sarò più che disponibile a concedere una rivincita al mio avversario (Jet Mir).

  • Ciao Fabio,
    grazie mille per il commento (anzi se mi dici come vi chiamavate aggiorno i dati :-)
    si vede benissimo che hai fatto tutto senza dolo e che l’arbitro (che aveva già fatto una giornata ad arbitrare bene la submission) ha cannato ma senza colpe.

    Eravate vicini alle corde e anche se poteva far correre ancora un po doveva interrompere prima per far riprendere a centro ring. Una rivincità sarebbe una bella mossa da parte tua, l’incontro – come senti dai commenti miei e del pubblico intorno- aveva scaldato bene gli animi .

    • ciao io mi chiamo
      Fabio Ambrosini e il mio avversario Jet Mir, ma non ricordo il cognome posso dirti che è Sloveno.
      Per la rivincita propri oggi il mio maestro ha già provveduto a concedeglila assicurando a Jet Mir che aveva avuto ragione a lamentarsi per l’errore del albitro, ma daltronde errare è umano, e forse ancora dio più in queste occasioni.
      Se Jet Mir non avrà altri impegni la rivincita probabilmente si terrà il 12 Dicembre, ma per ora non posso dire altro….
      Ti ringrazio comunque del interssamento
      ciao

    • ciao io mi chiamo
      Fabio Ambrosini e il mio avversario Jet Mir, ma non ricordo il cognome posso dirti che è Sloveno.
      Per la rivincita propri oggi il mio maestro ha già provveduto a concedeglila assicurando a Jet Mir che aveva avuto ragione a lamentarsi per l’errore del albitro, ma daltronde errare è umano, e forse ancora dio più in queste occasioni.
      Se Jet Mir non avrà altri impegni la rivincita probabilmente si terrà il 12 Dicembre, ma per ora non posso dire altro….
      Ti ringrazio comunque del interssamento
      ciao

  • Un saluto a tutti i lettori del sito!

    Ritengo doveroso, essendo un giudice/arbitro che cerca di svolgere il proprio ruolo con la massima professionalità, attenzione e trasparenza possibile a tutela dei risultati e dell’incolumità degli atleti, intervenire nella discussione per chiarire quanto accaduto, risultatomi ulteriormente ancora più chiaro visionando il filmato!

    Innanzitutto mi assumo totalmente la responsabilità dell’accaduto, chi mi conosce sa che non mi tiro indietro e non mi piace nascondermi dietro un dito, evidenziando che chiaramente non hanno colpa nè i miei assistenti (tutti ubicati in posizione non favorevole per poter vedere l’accaduto) nè chiaramente tantomeno gli atleti.

    Confermo come si vede dal video che il braccio sinistro dell’atleta Jetmir (Team Montrasio) era all’interno dell’overhook destro dell’atleta Ambrosini (Team Viale) nella fase di strangolamento con ghigliottina dalla guardia portata dall’atleta italiano e che gli atleti sono stati riposizionati in maniera errata al centro, ovvero senza il braccio sinistro di Jetmir all’interno della presa di Ambrosini. La svista è stata mia e la dinamica è molto semplice e chiaramente leggibile: a differenza della prima volta in cui gli atleti sono stati stoppati e rimessi al centro, purtroppo nella seconda situazione, quella incriminata, al momento dello stop da parte mia, mentre verificavo la tipologia della presa con cui erano legate le mani e che la presa delle mani fosse chiusa in ghigliottina, gli atleti purtroppo si slegavano subito e non avevo modo di vedere il braccio sinistro di Jetmir nella corretta posizione.
    Intendo subito ribadire, a scanso di equivoci, che questo è un chiarimento della dinamica di quanto accaduto e non uno scarica barile: ripeto, mi assumo la responsabilità totale dell’accaduto e sta a me ricordare agli atleti di non muoversi allo stop!!!!

    Ci tenevo a chiarire il tutto poichè cerco sempre di svolgere il non facile ruolo di arbitro e giudice al meglio e con la massima precisione….però come dico sempre, come l’atleta può sbagliare una leva anche un arbitro può commettere un errore!!! Sbagliando si impara e gli errori sono e devono essere uno spunto per migliorarsi.

    Mi sta inoltre a cuore segnalare ancora quanto segue:

    – sono piacevolmente impressionato dal tono che ha avuto il dibattito qui sul sito, di solito si è pronti a sparare a zero su chi sbaglia e mai lodare chi fa bene. Grazie ragazzi per i commenti positivi e apprezzamenti al mio lavoro, ma grazie anche per le critiche: quando sono educate e costruttive sono sempre ben accette da parte mia. Se la chiacchierata è civile penso sia utile anche alla crescita del movimento e non ci si dovrebbe porre il problema di firmarsi nome e cognome, perchè nascondersi dietro i nick per dire quello che si pensa??

    – i miei complimenti alla correttezza dimostrata dai due atleti e dai due rispettivi team e chiaramente ancor più alla parte lesa nel risultato, l’atleta Jetmir e il suo tecnico Montrasio. Grande sportività e correttezza, sempre più rara!!!! Sono anche un tecnico e so la fatica e il lavoro che c’è dietro la preparazione di un match;

    – prima di postare la presente ho contattato telefonicamente i due tecnici che hanno dimostrato grande fairplay e sportività e che ringrazio per le parole di fiducia e stima nei miei confronti.

    Confermo che sia giusta una rivincita per questi due atleti che mi hanno positivamente impressionato e con cui ho avuto modo di complimentarmi a fine serata.

    Marziali Saluti a tutti…..arrivederci alle prossime gare!!!

    Filippo Leone
    ADCC-Abu Dhabi Championship Italia
    Shooto MMA Italia

  • Scusate se mi dilungo ma volevo anche rispondere ad alcune osservazioni, per fornire quello che è il punto di vista di un arbitro durante un match!!!!

    x elchupacabra

    1 – la mia posizione era buona purtroppo è accaduto quello che ho spiegato sopra, non ho ‘tenuto fermi’ gli atleti. Quando sono così vicini al bordo ring preferisco stoppare: meglio criticato per questo che per averli fatti finire fuori rischiando gravi conseguenze!!! Solitamente si stoppa nel momento che c’è una posizione consolidata e non mentre sono in movimento per ripartire nella stessa al centro!

    2 – personalmente io ritengo + difficile ‘arbitrare’ Submission Fighting che MMA. Nel Submission Fighting i match possono essere veloci e devi stare molto attento ai punti e alle posizioni, è una buonissima palestra per arbitrare poi le MMA. Il Submission è + facile da ‘giudicare’ (ci sono i punti e da lì non si scappa!!!) e non ci sono i rischi di verdetti discordanti, più frequenti nelle MMA invece;

    3 – La prossima volta fatti riconoscere almeno posso salutarti e scambiare due chiacchiere, frequentando tantissima gente a volte posso non ricordarmi i volti di quelli che conosco meno ;-)

    4- l’atleta avversario di Fabio era Jetmir Emruli, atleta macedone del team di Mario Montrasio.

  • Ciao Filippo,
    Grazie mille per il tuo commento e i complimenti…
    devo dirti anche io che sono davvero contento di come la comunity di grappling-italia abbia persone intelligenti che sanno distinguere quando ci sono da fare chiacchere da bar (supercafone vs ubereem) e quando invece bisogna fare dialoghi costruttivi come in questo caso. grazie anche a Fabio Ambrosini che ha tenuto alto il tono della discussione.
    Mi piacerebbe ce ne fossero di più cosi !!!

    ciao , el Chupa !

    ps durante le gare tento di tenere un profilo più basso possibile (se non gareggio pago il biglietto di entrata e non dico chi sono) – già mi tacciano di essere troppo di parte e vorrei tenere la figura del chupcabra di grappling-italia separata da quella di Manolo (anziano e pessimo grappler ghghgh)

    pps AGGIORNA IL SITOOOOOOOOOOOOO !!!!!! :-)

X