SMASHPASSorizzontalepiccola
Judo

Europei di judo cadetti a Riga 2021

Europei di judo cadetti a Riga 2021 1
Scritto da Giada Chioso

Dal 17 al 19 agosto 2021 si son tenuti i Campionati Europei di judo per i cadetti a Riga in Lettonia.

Italia

L’Italia ha partecipato con ben 20 atleti: nelle categorie femminili Aurora Platania e Ginevra Revelli (-44 kg), Asia Sassi e Sofia Mazzola (-48 kg), Giulia Carna e  Michela Terranova (-52 kg), Savita Russo (-57 kg), Sara Corbo e Serena Maddaloni (-63 kg), Eleonora Giusti (-70 kg), mentre nelle categorie maschili  Vincenzo Manferlotti e Pietro Andreini (-55 kg), Francesco Sanpino e Manuel Parlati (-60 kg), Valerio Accogli e Ciro De Luca (-66 kg), Alessandro Sorelli e Fabrizio Esposito (-73 kg), Nicola Chiari (-81 kg) e Francesco Basso (-90 kg).

Risultati

Nella prima giornata hanno gareggiato le categorie di peso -44 e -48 kg femminili e -50, -55 e -60 kg maschili.
Ci sono stati 4 quinti posti di Aurora Platania (-44 kg), Asia Sassi e Sofia Mazzola (-48 kg) e Vincenzo Manferlotti (-55 kg),e un settimo posto di Ginevra Rivelli.
Oltre a loro ci sono stati anche Pietro Andreini (-55 kg), Francesco Sanpino e Manuel Parlati (-60 kg).

Nella seconda giornata è stato il turno dei -52, -57 e -63 kg femminili e -66 e -73 kg maschili.
Sono arrivate le prime medaglie: l’argento di Giulia Carna (-52 kg) e due bronzi di Michela Terranova (-52 kg) e Valerio Accogli (-66 kg), oltre al settimo posto di Sara Corbo (-63 kg).
Hanno gareggiato anche Savita Russo (-57 kg), Serena Maddaloni (-63 kg), Ciro De Luca (-66 kg), Alessandro Sorelli e Fabrizio Esposito (-73 kg), senza però avvicinarsi alla zona medaglia.

Nell’ultima giornata di gare ci sono stati i -70 e +70 kg femminili e -81; -90 e +90 kg maschili.
Si è conclusa con la medaglia d’argento di Francesco Basso (-90 kg).
Purtroppo non sono arrivati in zona medaglia Eleonora Giusti (-70 kg) e Nicola Chiari (-81 kg).

Curiosità

Per la prima volta in assoluto la Svizzera vince un titolo cadetto grazie alla vittoria di Binta Ndiaye nei -52 kg, sconfiggendo in finale proprio la nostra atleta Giulia Carnia.

La finale dei cadetti +90 kg è stata tra due atleti russi: Denis Batchaev e Vladislav Dorofeev, con la vittoria del primo.

 

Classifica

Categorie femminili

-44 Kg

  1. Pauline Cuq (Fra),
  2. Tara Bubulfath (Swe),
  3. Helen Habib (Ger) e Nurten Dogrusoy (Tur)

-48 kg

  1. Aydan Valiyeva (Aze),
  2. Vanessa Tolea (Rou),
  3. Wiktoria Slazok (Pol) e Seyma Yildirim (Tur)

-52 kg

  1. Binta Ndiaye (Sui),
  2. Giulia Carna (Ita),
  3. Michela Terranova (Ita) e Florina Badiceanu (Rou)

-57 kg

  1. Kerem Primo (Isr),
  2. Olga Mukhina (Rus),
  3. Daniela Badura (Pol) e Maylis Rozan (Fra)

-63 kg

  1. Nele Noack (Ger),
  2. Kenza Cossu (Lux),
  3. Anna Skalska (Cze) e Lisa Tretnjak (Aut)

-70 kg

  1. Yelyzaveta Lytvynenko (Ukr),
  2. Eva Ronja Beddenkotte (Ger),
  3. Ingrid Nilsson (Swe) e Elena Dengg (Aut)

+70 kg

  1. Rachel Rammant (Bel),
  2. Yuli Alma Mishiner (Isr),
  3. Alexandra Riabchenko (Rus) e Jovana Stjepanovic (Srb)

Categorie maschili

-50 kg

  1. Khayal Hasanov (Aze),
  2. Daniil Mustafin (Rus),
  3. Babarahim Mirzayev (Aze) e Sebestyen Kollar (Hun)

-55 Kg

  1. Islam Rahomov (Aze),
  2. Samvel Mkhitarian (Rus),
  3. Kiryl Vitkouski (Blr) e Nazar Viskov (Ukr)

-60 kg

  1. Yehonatan Veksler (Isr),
  2. Aydin Rzayev (Aze),
  3. Robert Sorkin (Isr) e Zahir Aghazada (Aze)

-66 kg

  1. Timur Arbuzov (Rus),
  2. Strahinja Males (Srb),
  3. Valerio Accogli (Ita) e Artak Torosyan (Arm)

-73 kg

  1. Rolan Kunizhev (Rus),
  2. Dusan Grahovac (Srb),
  3. Erman Gurgen (Tur) e Dawid Szulik (Pol)

-81 kg

  1. Aleksandre Loladze (Geo),
  2. Jason Okoye (Fra),
  3. Miljan Radulj (Srb) e Ilia Musatov (Rus)

-90 kg

  1. Ruslan Somenko (Rus),
  2. Francesco Basso (Ita),
  3. Archil Mamulashvili (Geo) e Ilman Nesirkoyev (Bel)

+90 kg

  1. Denis Batchaev (Rus),
  2. Vladislav Dorofeev (Rus),
  3. Tomas Raska (Cze) e Saba Kardava (Geo)

Medagliere

  1. Russia (5-4-2),
  2. Azerbaijan (3-1-2),
  3. Israele (2-1-1)

L’Italia si è classificata al 10° posto nella  classifica delle bazioni (0-2-2).

SMASHPASSrettangolareCTA

Chi è l'autore

Giada Chioso

Atleta agonista di judo, grappling (-gi e no-gi) con partecipazioni a gare internazionali anche di sambo, kurash e sumo. Insegnante tecnico di judo FIJLKAM. Laureata in scienze motorie e alla magistrale in scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate con esperienza nella rieducazione motoria.