Judo

Day 4: per l’Italia seconda medaglia di bronzo con Maria Centracchio (-63 kg)

Day 4: per l'Italia seconda medaglia di bronzo con Maria Centracchio (-63 kg) 1
Scritto da Giada Chioso

Oggi è stata la quarta giornata di judo al “Nippon Budokan” di Tokyo in cui gareggiano due categorie: -63 kg femminile e -81kg maschile.
Per l’Italia ci sono Maria Centacchio e Christian Parlati.

Italia

Nei -63 kg Maria Centraccho ha battuto al primo turno in un minuto Damiella Nomenjanahary (Mad), immobilizzandola in kuzure-kami-shio-gatame.
In seguito ha vinto anche con Szofi Ozbas (Hun) con un waza-ari di soto-makikomi immobilizzandola poi in ude-hisbigi-juni-gatame
Nei quarti di finale ha proseguito con Agata Ozdoba-Blach (Pol), vincendo al golden score per hansoku-makè della polacca, per la somma di 3 shido (penalità) contro i 2 della portacolori azzurra.
In semifinale si è trovata di fronte la campionessa olimpica di Rio Tina Trstenjak (Slo), che ha vintongrazie al doppio w.a. di ippon-seoi-nage e di yoko-shio-gatame.
Nella finale per il bronzo Maria Centracchio ha vinto contro Juul Franssen (Ned), bronzo agli Europei.
Centracchio è passata da outsider a conquistare un’importantissima medaglia di bronzo, la seconda per l’Italia dopo il bronzo di Odette Giuffrida (-52 kg)

Mentre negli -81 kg Christian Parlati, dopo aver saltato il primo turno, ha trovato Mohamed Abdelaal (Egy) Attila Hungvari (Hun), che aveva sconfitto al primo turno Attila Hungvari (Hun) al golden score grazie ai 3 shido dell’ungherese contro i 2 dell’egiziano.
Il forte atleta giapponese ha vinto per ippon di harai-goshi dopo 2 shido a testa per poi laurearsi campione olimpico.
Christian Parlati avrà tempo per rifarsi.

 

Classifica

Categoria femminile

-63 kg:

  1. Clarisse Agbegnenou (Fra),
  2. Tina Trstenjak (Slo),
  3. Maria Centracchio (Ita) e Beauchemin-Pinard Catherine (Can)

Categoria maschile:

-81 kg:

  1. Takanori Nagase (Jpn),
  2. Saeid Mollaei (Aze),
  3. Shamil Borchashvili (Aut) e Mtahias Casse (Bel)

Curiosità

Nella categoria -63 kg Clarisse Agbegnenou (Fra), attuale campionessa mondiale ed europea, argento olimpico a Rio nel 2016, ha battuto al golden score con un waza-ari di sumi-otoshi Tina Trstenjak (Slo), campionessa olimpica nelle scorse Olimpiadi. Quest’anno stesse finaliste olimpiche ma con il risultato invertito.

Nella categoria -81 kg non c’era nessun medagliato di Rio.

Chi è l'autore

Giada Chioso

Atleta agonista di judo, grappling (-gi e no-gi) con partecipazioni a gare internazionali anche di sambo, kurash e sumo. Insegnante tecnico di judo FIJLKAM. Laureata in scienze motorie e alla magistrale in scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate con esperienza nella rieducazione motoria.