SMASHPASSorizzontalepiccola
Judo

Ripresa del judo paralimpico al Grand Prix di Baku 2021

Ripresa del judo paralimpico al Grand Prix di Baku 2021 1
Scritto da Giada Chioso

Oggi, per la prima volta, parliamo del judo paralimpico, in cui gli unici atleti ammessi sono quelli con disabilità visiva e vengono suddivisi in base al livello di disabilità, in ordine decrescente da B1 (atleti ciechi) a B3 (atleti con visibilità parziale), anche se poi gareggiano tutti insieme, divisi solo per categorie di peso.

Il 25 e 26 maggio 2021 c’è stato il Grand Prix di judo paralimpico a Baku, in Azerbaijan, mentre i Giochi Paralimpici di Tokyo 2021 di judo saranno dal 27 al 29 agosto .
Per avere maggiori informazioni cliccare su https://www.paralympic.org/tokyo-2020

 

Programma

Martedì 25 maggio

  • Categorie femminili: -48; -52; -57 kg
  • Categorie maschili: -60; -66; -73; -81 kg

Mercoledì 26 maggio

  • Categorie femminili: -63; -70; +70 kg
  • Categorie maschili: -90; -100; +100 kg

 

Nazionale italiana

Atleti in gara

Nelle categorie femminili hanno gareggiato Matilde Lauria (-70 kg) e Carolina Costa (+70 kg), mentre nelle categorie maschili Federico Dura (-66 kg) e Simone Cannizzaro (-73 kg).

Risultati dell’Italia

L’Italia ha conquistato la medaglia d’argento con Carolina Costa (+70 kg B2). Inoltre con questo risultato l’atleta azzurra è prima nella world ranking.
Costa ha vinto contro Anastasiia Harnik (Ukr B1) e Zarina Baibatina (Kaz B2), prima di cedere nella finale contro Meg Hemmerich (Bra B3).

Inoltre l’Italia ha conquistato un settimo posto con Simone Cannizzaro (-73 kg).
Ha vinto contro Rodolfo Fabian Ramirez (Arg B1) e contro Saber Kilany (Egy B2), mentre ha perso contro Ramil Gasimov (Aze B2) e ai ripescaggi contro Djibrilo Iafa (Por B1).

Matilde Lauria (-70 kg B1) si è classificata al nono posto. Ha perso al primo turno contro Olga Zabrodskaia (Rus B2), che poi ha conquistato la medaglia di bronzo, e ai ripescaggi contro Ina Kaldani (Geo B2), anche lei arrivata terza a fine giornata.

Al primo turno ha perso Federico Dura (-66 kg B2) contro Yujiro Seto (Jpn B3). In questo incontro c’è stata una curiosità: l’atleta italiano ha combattuto per 42 secondi con la mascherina e nessuno se n’è accorto prima.

 

Classifica

Categorie femminili

-48 kg:

  1. Ecem Tasin (Tur B1),
  2. Lobar Khurramova (Uzb B3),
  3. Shahana Hajiyeva(Aze B2) e Yuliia Ivanytska (Ukr B2)

-52 kg:

  1. Cherine Abdellaoui (Alg B3),
  2. Sevinch Salaeva (Uzb B3),
  3. Yui Fujiwara (Jpn B3) e  Basti Safarova(Aze B3)

-57 kg:

  1. Sevda Valiyeva (Aze B3),
  2.  Parvina Samandarova (Uzb B3),
  3.  Lucia Araujo (Bra B3) e Afag Sultanova (Aze B2)

-63 kg:

  1. Khanim Huseynova (Aze B3),
  2. Olga Pozdnysheva (Rus B2),
  3. Duygu Cete Artar (Tur B2) e Iryna Husieva (Ukr B2)

-70 kg:

  1. Alana Maldonado (Bra B2),
  2. Zulfiyya Huseynova (Aze B3),
  3. Ina Kaldani (Geo B2) e Olga Zabrodskaia (Rus B2)

+70 kg:

  1. Meg Emmerich (Bra B3),
  2. Carolina Costa (Ita B2),
  3. Zarina Baibatina (Kaz B2) e Rebeca Silva (Bra B3)

Categorie maschili

-60 kg:

  1. Florin Alexandru Bologa (Rou B1),
  2. Sherzod Namozov (Uzb B3),
  3. Anuar Sariyev (Kaz B3) e Vugar Shirinli (Aze B3)

-66 kg:

  1. Namig Abasli (Aze B2),
  2.  Utkirjon Nigmatov (Uzb B3),
  3.  Eduardo Gauto Gallegos (Arg B1) e Uchkun Kuranbaev (Uzb B3)

-73 kg:

  1. Giorgi Kaldani (Geo B2),
  2. Vasilii Kutuev (Rus B2),
  3. Nikolai Kornhass (Ger B2) e Shakhban Kurbanov (Rus B2)

-81 kg:

  1. Davurkhon Karomatov (Uzb B3),
  2.  Huseyn Rahimli (Aze B2),
  3. Eduardo Adrian Avila Sanchez (Mex B3) e Jung Min Lee (Kor B2)

-90 kg:

  1. Oleksandr Nazarenko (Ukr B2),
  2. Vahid Nouri (Iri B2),
  3. Zhanbota Amanzhol (Kaz B3) e Helios Latchoumanaya (Fra B2)

-100 kg:

  1. Zviad Gogotchuri (Geo B2)
  2. Christopher Skelley (Gbr B2D),
  3. Sulaymon Alaev (Uzb B3) e Sharif Khalilov (Uzb B3)

+100 kg:

  1. Shirin Sharipov (Uzb B3),
  2. Mohammadreza Kheirollahzadeh (Iri B2),
  3. CHOI, Gwang Geun Choi (Kor B2) e Yordani Fernandez Sastre (Cub B3)

Medagliere

  1. Azerbaijan (3 – 2 – 4 – 2 – 1)
  2. Uzbekistan (2 -5 – 3 – 1 – 2)
  3. Brasile (2 -0 – 2 – 1 – 4)

Dodicesima l’ Italia (0 – 1 – 0 – 0 – 1) su 38 nazioni.

 

SMASHPASSrettangolareCTA

Chi è l'autore

Giada Chioso

Atleta agonista di judo, grappling (-gi e no-gi) con partecipazioni a gare internazionali anche di sambo, kurash e sumo. Insegnante tecnico di judo FIJLKAM. Laureata in scienze motorie e alla magistrale in scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate con esperienza nella rieducazione motoria.