SMASHPASSorizzontalepiccola
Brazilian Jiu-Jitsu

Recap e risultati Mundial IBJJF ’22: Mica Galvao nella storia

Recap e risultati Mundial IBJJF '22: Mica Galvao nella storia 1
Scritto da Jack Botinha

Anche questo è andato! E’ terminato stanotte il Mundial IBJJF 2022, la 26esima edizione della competizione regina del Jiu Jitsu Brasiliano con il Gi, e anche questa volta si è confermata una delle gare più emozionanti e sorprendenti che ci siano nel mondo del BJJ. E’ stata un’edizione piuttosto equilibrata tra neo campioni e lottatori che sono invece riusciti a difendere il titolo vinto nel 2021, e ci ha confermato che ormai il Mundial non è paese per vecchi: il campione più anziano di questa edizione è stato Leandro Lo, a 33 anni. Tutti gli altri hanno meno di 30 anni di età.

I vincitori delle categorie cinture nere adult potevano portarsi a casa un premio in denaro dai 5mila agli 8mila dollari per la propria categoria (in base al numero di iscritti nel bracket), mentre i vincitori dell’assoluto potevano ottenere un bottino di 12mila dollari.

E’ stata la prima edizione con la grande novità delle sanzioni in caso di close-out, cioè per chi compie i cosiddetti “patti tra gentiluomini” in cui un atleta fa vincere il match ad un amico o ad un compagno di squadra senza lottare. Il feedback è positivo, dato che finalmente abbiamo potuto vedere tutte le finali “vere” e nessuna medaglia d’oro d’ufficio. Dall’altra parte va anche evidenziato il tasso di finalizzazione molto basso in quasi tutte le categorie e un livello di spettacolarità delle finali pressoché inesistente salvo qualche eccezione.

Dopo questa breve introduzione andiamo ora a scoprire insieme chi ha vinto questo Mundial IBJJF 2022 nelle cinture nere adult maschili e femminili!

ROOSTER: THALISON SOARES CE L’HA FATTA

Thalison Soares, appena diventato cintura nera, ha portato con sé molte aspettative: la realtà è che Thalison ha sofferto questa pressione nei mesi scorsi, performando al di sotto delle aspettative in varie gare importanti. Soares ha trovato la giusta cura alla Art of Jiu Jitsu dei fratelli Mendes, dove Thalison ha preparato questo mondiale: la scelta ha pagato, è oro! 

Soares ha sconfitto ai punti, in ordine, Frank Cespedes, Cleber Sousa e Bebeto Oliveira. La finale con Bebeto è stata molto tirata e Bebeto è arrivato ad un millimetro dal ribaltare la situazione negli ultimi secondi dell’incontro, ma Thalison è abilmente riuscito a difendere il 2-0 con le unghie e con i denti! Ora Soares ha vinto il Mundial in tutte le cinture.

LIGHT-FEATHER: MAQUINE LA SPUNTA SU PATO OLIVEIRA

Nei -64 kg sono approdati in semifinale i 4 atleti che vi avevamo indicato tra i favoriti! Più che delle semifinali sono due superfights: Meyram Maquine supera Hiago George con un’armbar, mentre Diego “Pato” Oliveira ha sconfitto Diogo Reis per 2-0.

Nella finale Pato perde lo scettro, poiché la decisione degli ufficiali di gara va a premiare Meyram Maquine, che ottiene dunque il suo primo oro al Mundial IBJJF. Nella scorsa edizione aveva vinto il bronzo, stavolta la medaglia più preziosa è sua.

FEATHER: L’IMPRESA DI DOEDERLEIN

Quella di Isaac Doederlein è una delle storie più belle dell’intero weekend. Doederlein ha vinto l’oro in un bracket infernale, dopo averci provato per tanti anni ed esserci sempre arrivato vicino. 

Questa volta Isaac non si è lasciato sfuggire la più grande opportunità della sua vita e diventa così il quinto uomo americano a vincere il Mundial IBJJF. Doederlein ha eliminato un filotto di bruttissimi clienti: ai quarti Alex Sodrè (3-1), in semi Samuel Nagai (footlock) e in finale Diego Sodrè (2-0). 

Per chi se la fosse persa, avevamo fatto un’intervista proprio a Doederlein un paio di anni fa. Potete leggerla QUI.

LIGHT: GALVAO VINCE UNA FINALE DA SOGNO E SCRIVE LA STORIA

La categoria dei pesi leggeri era senza dubbio la più attesa dell’evento per via dei debutti al Mundial di Tye Ruotolo e Mica Galvao, due super-prodigi dell’Arte Suave. Manco a farlo apposta, la finale è proprio tra loro due!

L’incontro è stata la finale più intensa di questa edizione, con Galvao che vince 2-0… ma il punteggio non la dice tutta: Galvao aveva anche proiettato Ruotolo senza però stabilizzare, ed è arrivato anche a prendere la schiena dell’atleta dell’Atos con un triangolo al corpo (motivo per cui non sono arrivati 4 punti). Insomma, è stato Galvao a comandare il match.

Comunque entrambi da applausi, atletismo e tecnica a livelli incredibili per due ragazzi giovanissimi. Per Mica Galvao è oro alla sua prima partecipazione, e diventa così il campione più giovane di sempre (18 anni e 8 mesi). E’ nata una leggenda?

MIDDLE: SEMPRE LUI! DALPRA SCHIACCIASASSI

Ormai non dobbiamo più stupirci nel raccontare un bracket pesi medi letteralmente dominato dal formidabile Tainan Dalpra. Il pupillo della AOJ difende il titolo alla maniera forte, con una prestazione da schiacciasassi: in semifinale stende Ronaldo Junior per 10-0 e in finale domina ai punti e poi strangola Andy Murasaki (che aveva eliminato Langaker). Fa sembrare tutto troppo facile.

Dalpra conferma la sua imbattibilità in IBJJF da cintura nera e con questa performance il messaggio è sempre più chiaro: nei pesi medi questo ragazzo non ha rivali. L’unico in grado di spodestarlo sarebbe Mica Galvao, se dovesse tornare in questa categoria.

MEDIUM-HEAVY: E’ TORNATO LEANDRO!

Leandro Lo torna sul gradino più alto del podio al mondiale. L’amatissima stella del Jiu Jitsu si conferma per l’ottava volta il re del mondo in IBJJF, roba da leggende!

Lo è un po’ cambiato stilisticamente negli ultimi anni, diventando meno spettacolare e un po’ più strategico, ma il risultato non cambia: vince. In finale Leandro batte per 2-0 Isaque Bahiense grazie ad una proiezione e non permette a Bahiense di ribaltare la situazione. Nei turni precedenti il campione ha eliminato Andre Porfirio e Bruno Lima, mentre Bahiense era riuscito nell’impresa di eliminare uno dei favoriti, Gustavo Batista.

HEAVY: KAYNAN DUARTE RESTA IL RE

Non c’erano molti dubbi e infatti anche il nostro pronostico vedeva Duarte vincitore a meno di grosse sorprese negli Heavy. Secondo oro consecutivo per uno degli atleti di punta dell’Atos, che elimina Arnaldo Maidana, Fellipe Trovo, Rider Zuchi e Dimitrius Souza (gli ultimi due ai vantaggi).

Una piccola parentesi per Xande Ribeiro: una delle grandi icone del BJJ ha deciso di ritirarsi dalle competizioni, perlomeno quelle con il Gi. Xande è uscito alla prima lotta e ha lasciato la cintura sul tatami, in lacrime. C’è solo da inchinarsi di fronte a questa leggenda, pluricampione mondiale e celebre per la sua “guardia impassabile”. 

SUPER-HEAVY: MUNIS BATTE MEREGALI, NIENTE CLOSE OUT!

L’obbiettivo di Nicholas Meregali in questa edizione del Mundial – forse l’ultima per lui – era fare doppio oro. A far sfumare il suo sogno è il suo compagno di squadra Erich Munis, che si conferma veramente un gioiello del BJJ odierno: è completo ed estremamente a suo agio con ogni avversario, non smetteremo mai di tesserne le lodi.

Una cosa interessante è il fatto che entrambi sono approdati all’ultimo turno finalizzando tutti gli avversari. In una competizione dove purtroppo il tasso di sottomissioni è basso, è bello vedere due cacciatori di finalizzazioni nello stesso bracket.

Meregali e Munis si affrontano e lottano in finale in virtù della nuova regola che prevede sanzioni in caso di close out: Munis prevale su Meregali per 6-4 in una vera e propria battaglia di ribaltamenti. Per Munis secondo oro di fila e.. un’altra vittoria: si propone alla fidanzata appena dopo la finale, e ha detto sì! Complimenti a Munis e compagna.

Meregali e Munis si riaffronteranno qualche ora più tardi, continuate a leggere…

ULTRA-HEAVY: HUGO TRIONFA DI NUOVO

Nelle categorie più pesanti tanti campioni sono riusciti a conservare il trono. Tra questi c’è anche Victor Hugo, che negli Ultra-Heavy fa davvero una prestazione maiuscola: finalizza Guilherme Augusto con arco e freccia, poi Wallace Costa con una Kneebar e in finale domina Gutemberg Pereira per 9-2.

Era la finale che anche noi avevamo pronosticato, e si è proprio verificata. A questo punto Victor Hugo si conferma uno dei migliori lottatori della sua generazione tra le categorie più pesanti.

Anche qui, nota a margine per un altro ritiro eccellente: Rafael Lovato Jr, dopo essere stato eliminato al secondo turno, lascia le competizioni. E’ l’addio di un atleta amatissimo nonché uno dei migliori lottatori non-brasiliani di sempre, che nel 2007 ha vinto il Mundial e fece pure il Grande Slam IBJJF.

ASSOLUTO: IL RISCATTO DI MEREGALI CON MUNIS

La rivincita tra Meregali e Munis arriva un paio d’ore dopo il primo scontro tra i due. Questa volta c’è in palio la medaglia d’oro dell’assoluto: Munis insegue quindi in double gold mentre Meregali vuole vendetta.

Anche nell’Open Class Meregali si è confermato un finalizzatore spaventoso, eliminando tutti gli avversari fino alla finale prima del limite: Seddif Houmine, Wallace Costa (loop choke) e Fellipe Andrew (armbar).

Stavolta la finale Meregali-Munis non è spettacolare, con Meregali che prova in ogni modo a passare la guardia eccellente di Munis. La situazione non si schioda e dunque la spunta Meregali grazie ad un vantaggio. Tutti contenti: un oro e un argento a testa, che aiutano il team Dream Art a scalare la classifica a squadre. Per Meregali è il terzo oro al Mundial (l’ultimo?) ed è un bel riscatto dopo il famoso caso del “dito medio” nell’edizione precedente.

ROOSTER FEMMINILI: MAYSSA BASTOS FA IL GRANDE SLAM

Per il terzo anno di fila è Mayssa Bastos la regina dei Roosterweight! La portabandiera della Unity compie un fantastico Grande Slam IBJJF, vincendo nello stesso anno Mundial, Brasileiro, Panamericano ed Europeo: pochissimi sono riusciti a farlo, ora in questa corta lista c’è anche la Bastos!

In questo Mundial la Bastos ha finalizzato due avversarie su tre e ha sconfitto in finale Brenda Larissa per 6-4. Da segnalare anche un podio italiano in questa categoria: Serena Gabrielli vince infatti il bronzo, passando il primo turno grazie ad una Botinha ma perdendo la semi proprio per mano della campionessa.

LIGHT-FEATHER E FEATHER FEMMINILI: CONFERMA RODRIGUES, PRIMO ORO BASILIO

Altra categoria, altro titolo che rimane nelle mani della campionessa in carica: Anna Rodrigues vince infatti il suo secondo oro al Mundial da cintura nera nei Light-Feather! La Rodrigues è approdata in finale insieme a Tammi Musumeci, ed entrambe nel loro percorso hanno finalizzato tutte le avversarie.

La finale purtroppo non è stata esattamente godibile, in ogni caso il punteggio al termine del match è 4-0 per la Rodrigues.

Nei pesi piuma abbiamo invece una nuova campionessa! Bianca Basilio, dopo due finali perse, riesce finalmente a coronare il suo sogno. Continua così anche l’ottimo stato di forma della Basilio, che aveva trionfato anche un mese fa al Brasileiro. Nella finale, qui al Mundial, ha avuto la meglio su Amanda Canuto.

LIGHT: FFION DAVIES SCRIVE LA STORIA DEL BJJ NELL’UK

Nei pesi leggeri viene scritta la storia! La gallese FFion Davies trionfa in quello che forse è il bracket femminile più duro di sempre, con ben due pagine di tabellone e dunque con molte più iscritte rispetto ad una categoria femminile “classica”.

La Davies ottiene un risultato straordinario: è la prima gallese nonché la prima atleta dal Regno Unito a vincere l’oro al Mundial IBJJF, maschile o femminile. Un primato veramente pazzesco.

MIDDLE E MEDIUM-HEAVY: I TITOLI NON PASSANO DI MANO. HEAVY: BRACKET CORTISSIMO

Le campionesse restano invariate nei Middle e nei Medium-Heavy: per Andressa Cintra è la terza medaglia più preziosa qui al Mundial, mentre è la quinta per Ana Carolina Vieira: entrambe si confermano due grandi nomi delle categorie femminili e due eccellenti finalizzatrici. La Vieira vince i quarti con un Triangolo e la finale con Katagatame, mentre la Cintra vince i quarti con uno strangolamento e la semifinale con una leva alla caviglia.

Negli Heavy purtroppo il bracket è veramente cortissimo con soltanto 6 iscritte (e una ha dato forfeit), e a vincere l’oro con soltanto due lotte vinte è Larissa Dias. E’ un vero peccato che la competizione – in termini di numeri – nelle nere adult femminili sia così ridotta.

SUPER-HEAVY E ASSOLUTO: GABI PESSANHA COMPLETA IL DOPPIO GRANDE SLAM

Pazzesco ciò che Gabrieli Pessanha è riuscita a fare. Non parlo solo del Mundial ma di tutta la sua stagione agonistica: double gold in tutte e 4 le gare IBJJF più importanti, facendo così il Doppio Grande Slam IBJJF. Nelle cinture nere nessuno prima di lei era riuscito a fare un’impresa di questo tipo, che la fa entrare di diritto nella discussione per decretare la GOAT del BJJ femminile. Nei Super-Heavy ha sconfitto in finale Yara Soares per 4-2, mentre nella finale dell’Assoluto ha battuto Amy Campo per decisione.

SMASHPASSrettangolareCTA

Chi è l'autore

Jack Botinha

Rocker, cintura blu di BJJ, a volte anche persona normale.

Lascia la tua opinione