Brazilian Jiu-Jitsu PRO Grappling & BJJ

Scoppia uno scandalo di molestie sessuali nel BJJ, grossi nomi coinvolti

Scoppia uno scandalo di molestie sessuali nel BJJ, grossi nomi coinvolti 1
Scritto da Jack Botinha

E’ un momento delicatissimo per il mondo del Jiu Jitsu Brasiliano e del Grappling. Nell’ultimo mese è scoppiato un vero e proprio scandalo relativo a molestie sessuali nell’ambiente dell’Arte Suave, e a finire sotto accusa sono un grande team e atleti di caratura mondiale. 

Riassumendo, grazie alle ricostruzioni del sito Jiu Jitsu Times e della pagina Instagram “motar2k” (che vi invitiamo a consultare per maggiore completezza), il tutto nasce principalmente dal team Fight Sports, la squadra di Roberto “Cyborg” Abreu: è emerso che un insegnante cintura nera sotto Cyborg, Marcel Goncalves, è stato arrestato nel 2018 per violenza sessuale e relazione con una ragazza minorenne (16 anni). Secondo quanto riportato poi da Tex Johnson, ex membro di Fight Sports, Goncalves sarebbe stato protetto da Cyborg stesso, che gli avrebbe procurato e pagato un avvocato. L’atleta americano ha poi affermato di essere stato cacciato dal team proprio per aver dato addosso a Goncalves, che al momento è in carcere in attesa di processo ma ha già ammesso le proprie colpe. 

In seguito a questa scintilla sono poi emerse altre storie riguardanti Fight Sports: altre due cinture nere, Rodrigo Oliveira e Tony Harris, sono finite al centro del mirino. E’ emerso in particolare che Harris è stato arrestato nel 2014 e condannato per molestie sessuali nei confronti di una ragazza di 15 anni. Cyborg si è ritrovato costretto a pubblicare un lungo comunicato in cui ha annunciato l’implementazione di un sistema a tolleranza zero nei confronti di chi si macchia di abusi sessuali e ha annunciato che toglierà la cintura nera ai 3 nomi menzionati fino a qui. Tuttavia non è finita!

Scoppia uno scandalo di molestie sessuali nel BJJ, grossi nomi coinvolti 2

Sul web sono poi venute alla luce altre storie poco rassicuranti, tra cui una ragazza che ha dichiarato di aver subito un tentativo di stupro nel sonno ad un camp della Fight Sports nel 2016 in Brasile. La vittima avrebbe chiamato immediatamente la polizia, e Cyborg le avrebbe chiesto di non esporre denuncia aggiungendo che per colpa sua (la ragazza) il camp è stato rovinato. Un testimone ha confermato la versione della vittima. Come se non bastasse, un altro membro della squadra è stato arrestato: si tratta di Anderson Hutchinson (33 anni), un agonista di Fight Sports arrestato a Settembre 2020 per rapporti sessuali con una minorenne.

Scoppia uno scandalo di molestie sessuali nel BJJ, grossi nomi coinvolti 3

Insomma, è un mese a dir poco tumultuoso per il team di Cyborg e la cosa si sta estendendo anche ad altre personalità del Jiu Jitsu. L’ultimo della lista? Nientemeno che il plurimedagliato mondiale Jackson Sousa della Checkmat. La Shoyoroll ha annunciato che non lo sponsorizzerà più ed è stato istantaneamente cancellato dalla locandina del Raw Grappling Championship a cui avrebbe dovuto partecipare. Inoltre il suo profilo instagram è diventato improvvisamente “privato”.

Scoppia uno scandalo di molestie sessuali nel BJJ, grossi nomi coinvolti 4

Siamo solo all’inizio?

Per maggiore completezza di invito a consultare la pagina Instagram @motar2k (che ha molti screenshot e testimonianze dirette della vicenda) e il sito Jiu Jitsu Times, che ha approfondito molto la questione con una serie di articoli.

Chi è l'autore

Jack Botinha

Rocker, cintura blu di BJJ, a volte anche persona normale.