News & Media

AGGIORNAMENTO Brave FC 35: Alexe al posto di Fakhreddine contro Cortese

AGGIORNAMENTO Brave FC 35: Alexe al posto di Fakhreddine contro Cortese 5
Guido Colombo
Scritto da Guido Colombo

Cambio di avversario per il nostro Enrico Cortese nel main event di BRAVE CF 35 domani a Bucarest. Anziché Mohammad Fakhreddine (qui sotto il nostro articolo originale) il fighter veneto dovrà infatti vedersela col rumeno Claudiu Alexe. Al libanese con passaporto americano non è stato infatti permesso di entrare in Romania a causa delle restrizioni anti COVID19 attualmente in vigore.

AGGIORNAMENTO Brave FC 35: Alexe al posto di Fakhreddine contro Cortese 6
L’evento sarà visibile in streaming previa registrazione gratuita dalle 16.00 italiane al link: https://bravecftv.com/

Alexe, 27 anni, è un kickboxer di alto livello con un record pro di 18-5 (ha combattuto anche nella nota promotion rumena SUPER KOMBAT) ma sarà invece al suo debutto nella gabbia. Il match sarà un catch weight ad 88 KG.
“Ringraziamo la promotion per averci subito trovato un sostituto – ci dice Samuele Sanna della Calibian Management – anche se comunque siamo dispiaciuto di non poter affrontare Fakhreddine perché dal nostro punto di vista era un avversario molto più interessante a livello di prospettive di carriera però il coronavirus sta creando anche questi tipi di problema. Ovviamente domani puntiamo a vincere per poi chiedere di incontrare di nuovo il libanese perché vogliamo combattere per il titolo BRAVE CF il prima possibile e per farlo dobbiamo prima battere lui”.
Cosa sapete di questo nuovo avversario?
“Solo che ha avuto una carriera di livello nelal kickboxing. Ci aspettiamo quindi uno striker temibile mentre noi presumiamo di avere un vantaggio al suolo ma non lo sottovalutiamo anche perché noi abbiamo molto più da perdere di lui”.

ARTICOLO ORIGINALE

BRAVE Combat Federation è una promotion di MMA fondata nel 2016 nel regno del Bahrain dal principe Khalid bin Hamad Al Khalifa. Ad oggi ha organizzato 34 eventi tra Medio Oriente, Asia, Africa, Sud America (Brasile compreso) ed Europa. E sarà dal nostro continente, più precisamente da Bucarest in Romania, che lunedì 20 luglio riprenderanno le attività post pandemia dell’organizzazione con BRAVE CF 35. L’evento sarà seguito con particolare interesse dai fans italiani essendo stato inserito nel main event un nostro connazionale. Stiamo parlando di Enrico Cortese del Team Carbone di Gallio (Vicenza) che ha esordito in questa promotion lo scorso novembre a Hyderbad in India sconfiggendo il francese Jorick Montagnac con verdetto unanime. Avrebbe poi dovuto affrontare il sudafricano Chad Hanekom a Brave FC 36 lo scorso 13 aprile ma l’evento è stato cancellato per l’allarme COVID 19.

Questa volta “the killing machine” dovrà affrontare Mohammad “the latest” Fakhreddine, un libanese di base in Texas che lo scorso novembre a BRAVE CF 29 finì Ko al primo round contro Azamat Murzakanov nella sfida per il titolo vacante categoria “Open Weight” (il match con Cortese sarà invece al limite degli 84 kg, Pesi Medi). L’atleta della Fortis MMA di Dallas in Texas in carriera ad oggi ha un record di 13 vittorie (10 per Ko ed 1 per finalizzazione), 4 sconfitte (3 per Ko ed 1 per finalizzazione) ed 1 NC. In BRAVE FC per ora il suo score è di 4 vittorie, 3 sconfitte ed 1 NC. Da notare che tutti i suoi match in BRAVE FC sono finiti per Ko o Tko a prescindere dal risultato favorevole o meno. Un dato che corrisponde allo stile molto aggressivo e decisamente orientato allo striking dell’atleta mediorientale.

Per contro Cortese ha un record di 6 vittorie (2 per Ko e 3 per finalizzazione), 2 sconfitte ed 1 NC. La differenza nel numero di match non deve però ingannare. Il vicentino ha infatti una lunga esperienza di sport da combattimento essendo stato campione d’Europa e del Mondo ISKA di Sanda (nota anche come “kickboxing cinese”, una disciplina a contatto pieno che prevede anche le proiezioni) ed azzurro FIGMMA di grappling. Nelle MMA ha esordito a soli 17 anni ed i suoi match disputati ad oggi avrebbero dovuto essere molti di più. Guardando i database on line si scopre infatti che per ben 8 volte gli sono saltati degli incontri già annunciati. In particolare questo è accaduto per ben 6 volte tra il 2016 ed il 2019 costringendolo ad un lunghissimo e non desiderato allontanamento dalla gabbia. Fino ad allora il fighter veneto aveva disputato solo 3 match: una vittoria al primo round nel match d’esordio contro Luigi Benvenuti e poi due sconfitte contro il veterano Igor Nencioni (oggi allenatore della nazionale femminile di Lotta Libera) e contro il futuro fighter di Bellator Pietro Penini. Era il settembre 2016. Se si esclude un NC dopo soli 43 secondi contro Matt Baker nel gennaio 2017 si è dovuto aspettare il febbraio 2019 per rivederlo in azione quando, a Cage FS9 a Graz in Austria, ha battuto Vedran Soskan per Ko dopo solo 9 secondi. Nel 2019 ha poi sostenuto altri 4 match compreso quello di debutto in BRAVE CF lo scorso novembre, vincendoli tutti e portando la sua striscia di successi consecutivi a quota 5.

Fakhreddine sarà sicuramente l’avversario più duro sin qui affrontato escludendo Penini (che comunque 4 anni fa non era ancora ai livelli di oggi). Battere un avversario del genere a soli 22 anni però vorrebbe anche dire avere alte probabilità di ottenere una chance titolata in una promotion emergente. Insomma, per Enrico è un punto di svolta nella sua carriera. Lui lo sa ma pensando al combattimento si sente molto tranquillo. “Lui è una star in Medio Oriente – ci dice – ha certamente più esperienza di me nelle MMA e so che la promotion punta molto su di lui. Io però non sono preoccupato, sono sicuro dei miei mezzi. Non ho molti match di MMA ma ho combattuto molto nello striking e nel grappling e poi già quando avevo solo 17 anni ho girato per diversi mesi tra Brasile, USA e Tailandia per migliorare le mie basi tecniche. Credo che sarà un match a viso aperto perché lui è uno striker molto aggressivo ed in questo mi somiglia. Mi aspetto che ci affronteremo a centro gabbia senza esclusione di colpi ma non dimentichiamo che comunque io ho la mia preparazione anche a terra”. Cortese non si esprime su questo ma potrebbe essere questa una chiave di lettura del match, spiazzare uno striker che si aspetta altrettanto dal suo avversario portando invece il combattimento al suolo. In ogni caso, che il match lo proietti o meno verso una title shoot, il fighter veneto spera di continuare a lungo la sua avventura in BRAVE CF. “Tengo a dire ai fans e agli atleti italiani che la mia prima esperienza con questa promotion è stata davvero ottima. Hanno grande considerazione per i fighters che a loro volta si rispettano molto a vicenda. L’organizzazione non accetta il trash talking ma non c’è neanche bisogno di imporlo, gran parte dei fighters sono o asiatici o dell’Est Europa, tutta gente abituata a star zitta e a far parlare solo la gabbia. E poi va detto che paga ottime borse, meglio di quello che ci si possa immaginare e meglio anche di tante altre promotion più pubblicizzate. Sono grato alla Calibian Management per avermi fatto ottenere questo ingaggio”.

AGGIORNAMENTO Brave FC 35: Alexe al posto di Fakhreddine contro Cortese 7

E per i fans, italiani e non, BRAVE CF ha sicuramente un altro pregio, gli eventi possono essere visti in streaming su https://www.bravecftv.com/ registrandosi gratuitamente. Allo stesso link si può anche visionare la card dell’evento e la scheda di ogni atleta cliccando sulla sua foto.

 

 

Chi è l'autore

Guido Colombo

Guido Colombo

Guido Colombo è giornalista professionista e coach di sport da combattimento. Scrive di MMA su www.gazzetta.it ed eurommahub.com

X