News & Media MMA Europa UFC

UFC FIGHT NIGHT – WERDUM VS VOLKOV

UFC FIGHT NIGHT - WERDUM VS VOLKOV 5
Lorenzo
Scritto da Lorenzo

Domani l’UFC torna a Londra. Sarà un fight night e non una card corposa come si addice all’evento londinese, ma abbiamo il ritorno del grandissimo Fabricio Werdum. Vai Cavalo viene da due vittorie consecutive che dovrebbero essere 4 se non fosse per il furto fatto dai giudici contro Overeem lo scorso luglio.

UFC FIGHT NIGHT - WERDUM VS VOLKOV 6

A 40 Werdum si dimostra finora uno dei migliori massimi della storia e troppa roba per le varie nuove leve e talenti della categoria.
Il suo avversario Volkov sembrerebbe l’ultima vittima ma a poca fama corrisponde una grossa esperienza con tanti match e un titolo di campione mantenuto per parecchi match nel Bellator. Alexander è un kickboxer con leve lunghissime(2,01m), ottima resistenza e tre vittorie in ufc tra cui Roy Nelson e Stefan Struve(per tko).

UFC FIGHT NIGHT - WERDUM VS VOLKOV 7

Il resto è soprattutto il fighter di casa Jimi Manuwa che cerca di ritornare tra i contender dei 205 affrontando in un rematch il sempre duro polacco Jan Blachowicz. Una menzione va anche alla speranza francese Tom Duquesnoy che l’ufc spera di ravvivare contro un battibile Terrion Ware.

 

Main Card:

Fabricio Werdum vs Alexander Volkov

Jimi Manuwa vs Jan Blachowicz

Tom Duquesnoy vs Terrion Ware

Leon Edwards vs Peter Sobotta

Preliminary Card:

John Phillips vs Charles Byrd

Danny Roberts vs Oliver Enkamp

Danny Henry vs Hakeem Dawodu

Paul Craig vs Magomed Ankalaev

Kajan Johnson vs Stevie Ray

Mark Godbeer vs Dmitriy Sosnovskiy

Nasrat Haqparast vs Nad Narimani

 

Chi è l'autore

Lorenzo

Lorenzo

Una delle colonne portanti di Gitalia dal primo momento. Dopo anni di esilio in terra Australiana è tornato a insegnare a fare barbeque e parlare di MMA.
E' il capo-redattore delle MMA mondo (UFC in particolare) e cura colonne molto apprezzate come "sorvegliato speciale"

15 Commenti

  • Match difficile da interpretare per Werdum. Se lo porta a terra probabilmente lo smonta come un ‘Lego’, ma credo che nemmeno lì sia facilissimo. Nello stand up vedo parecchia nebbia per il brasiliano. Riepilogando: match privo di appeal mediatico (apparentemente), con pochi dollaroni che circolano e in più ostico tatticamente.
    Bonne chance Fabricio!

    • Vero. Bisogna rendergli merito. Si misura con chiunque gli danno(Tybura, Volkov, Walt Harris all’ ultimissimo minuto) anche quando non ha nulla da guadagnare come ranking e notorieta`

  • Per fortuna c’era la Borella a farsi intervistare tra un incontro e l’altro. Quelli, per me, sono stati i momenti più alti della serata. Sinceramente mi sono abbastanza annoiato/infastidito e mi rode che per Londra abbiano messo su una card povera. Entro 30 giorni si saprà quando e dove torneranno in Europa. Pare che il prossimo sarà cmq in Germania e il seguente nei paesi scandinavi. Almeno gli accordi che stanno discutendo sono questi. Werdum, c’è poco da dire. Per i cartellini, fino al momento del KO era avanti di un punto ma, se l’incontro fosse continuato, vedendo come era arrivato spompato… Sinceramente, ho rosicato. Lui ha un cuore grande, vero, e combatte ovunque e contro chiunque, ma ne vale la pena a 40 anni?

    • A chi lo dici, Rib. Per me Werdum è un esempio di intelligenza applicata allo Sport, per cui il massimo che si possa conseguire.
      Gli è andata male, ma in sede di analisi l’avevo previsto. E non era difficile (prevederlo).

      • Per me, fatte le dovute differenze, per intelligenza nell’interpretazione del match, T. Ferguson si può avvicinare a lui. Grande studio, preparazione e approccio non settoriale.
        Poi sinceramente uno di 40 anni che riesce ancora a portare i TD come ha fatto lui nella prima parte del match contro uno di 10 anni più giovane è solo da ammirare. Cioè guardandolo non da mai l’idea di essere la vecchia gloria stufata, bollita e mezza finita, che sta per firmare col Bellator; anzi dimostrava di avere ancora la consapevolezza e i mezzi fisici, il turgore di chi compete nella massima divisione del circuito più importante. Tatticamente nessuno è mai stato intelligente come lui negli HW, e poi ci regala ancora delle perle di rara bellezza: la scioltezza con cui ha sweeppato e preso la schiena di Volkov, è il massimo che possiamo desiderare in un match di MMA, roba che con gente di quella stazza non si vede mai. E poi la simpatia e l’umanità che in ogni occasione dimostra di avere lo rendono un vero campione, giustamente amato da tutti.

        • Solo due volte lo vidi veramente incacchiato:
          -quando dopo aver battuto travis browne ebbe un alterco con un tirapacchi caucasico che si spacciava per l’allenatore dell’hawaiiano. Al grido di “mother fucker” rispose con una pedata di “posizione”, per poi alzare la guardia, pronto a fargli lo scalpo
          -quando quello col pizzetto dei backstreetboys lo infamò durante un’intervista, dicendogli che non poteva parlare mentre lui stava rispondendo alle domande. In quell’occasione il cavallone non solo alzò il volume della voce ma si alzò in piedi ricordando al pop star che c’era un metro e mezzo di differenza

  • Ragazzi cosa ne pensate del supporto di Werdum al presidente ceceno Khadirov?

    Molti su twitter erano contenti per la sconfitta di Werdum per via delle violazioni dei diritti umani in Cecenia tipo campi di concentramento per gay ecc…

    • Ho conosciuto dei gay che vivevano con discrezione il loro stato (spessissimo di sofferenza interiore, altro che gaio…). Su di loro massima comprensione.
      Personalmente invece detesto la cultura gay, il presenzialismo come macchiette in tutti i programmi televisivi, il filone compiacente nei film (pare che per vincere un oscar bisogna sceneggiare soltanto una loro storia, possibilmente patetica), detesto il tentativo di inserirsi nei programmi pedagogici delle scuole elementari, la necessità di potersi sposare, di adottare bambini che non possono scegliere. Se Werdum appoggia un dittatore di quel genere mi sembra folle. Tuttavia magari sarebbe meglio conoscere i dettagli di questa sua scelta e se è vero che il dittatore compie quegli abusi (ora chi non è in linea con il gay pensiero e la loro lobby potentissima, è omofobo e nazista).

      • un tipo su twitter mi ha linkato un servizio di VICE(conato) dove sta tipa andava and investigare in Cecenia. Uniche testimonianze erano due presunte vittime camuffate e con voce “coperta”…mah…questa campagna contro Khadirov mi è sempre sembrata politicizzata e il cui fine non sembra sia il proteggere questi presunti gay ceceni. Io non vedo abbastanza prove per crederci.

          • Ma qui non si tratta ne di vincere un oscar, ne di adottare un bambino, ma di non finire in un fottutissimo gulag a causa delle tue inclinazioni sessuali.
            Ora probabilmente questi lager per omosessuali non esisteranno( anche se la notizia è stata ripresa da amnesty, non esattamente un organo della lobby gay) , ma basta leggere un qualsiasi articolo per rendersi conto del grado di libertà personale che vi è in Cecenia. Kadyrov è un signore della guerra, durante il suo governo ha introdotto la sharia, ha una scorta personale che funge da polizia segreta , per il suo 35esimo compleanno ha chiamato Van Damme e H.Swank come ospiti d’onore mentre la stragrande maggioranza del suo paese vive sotto la soglia di povertà. Insomma non c’è bisogno di essere un cazzo di radical chic per capire che Kadyrov è un personaggio con cui è meglio non avere a che fare..

          • mi chiedo quali contatti abbia con Khabib che essendo ormai un top dovrebbe tenersi lontano. Ma sappiamo che Khadirov ha relazioni con molti daghestani e in passato anche con Edgar, Mir, Weidman più volte invitati personalmente in Cecenia…
            Però pare che questi lo abbiano piantato e solo Werdum sia il grande nome ancora amico del warlord Ceceno

          • @Fidi
            Amnesty e compagnia bella sono fuffa, lasciatelo dire da uno che ha una figlia che in queste organizzazioni ci ha lavorato…
            Quando ci mettono le mani dentro gli organi investigativi viene (e verrà sempre) fuori di tutto. Per quanto riguarda le lobby sappi che alcune delle ogm più famose sono rette proprio dai succitati.

  • Gli atleti , come tutti , hanno le loro esigenze economiche e non è facile dire di no a qualche soldo facile. Alla fine si tratta di andare là e farti fare qualche fotografia a braccia conserte con in testa il papakha.. Pero lui, come Mir o altri, qualche soldo l’ha guadagnato in carriera e potrebbe anche dire di no a ste marchette.. Non sarà stato l’unico, ma mi pare normale venga criticato

X