MMA Europa News & Media Risultati Eventi MMA Europa

Ksw 29 raccontato da bordo gabbia per Voi.

Ksw 29 raccontato da bordo gabbia per Voi. 1
Kamil Werno
Scritto da Kamil Werno

6 Dicembre 2014 – Cracovia (Polonia).  Grappling-italia/ItalianMMA ha partecipato all’evento Ksw 29 come media accreditato.

Siamo andati a Nord,precisamente in Polonia,per documentare al meglio la serata di MMA nella nuova Krakow Arena capace di contenere 17 mila persone…i biglietti sono andati esauriti e lo vediamo dal fatto che non ci sono più posti disponibili.Ecco come si presentava l’arena da fuori a circa 2 ore prima dell’inizio.

IMG_2359

IMG_2365

Adesso vediamo come si presenta all’interno (foto scattate circa 2 ore prima dell’inizio)

IMG_2367

IMG_2377

IMG_2378

IMG_2400

 

IMG_2379

Di seguito il report degli incontri..Buona lettura!

UNDERCARD:

. Mateusz Piskosz(9-3) vs Robert Radomski (12-3)   Categoria -77 kg

Round 1 – Mateusz comincia il match in modo più aggressivo rispetto a Robert.Piskosz spinge il suo avversario contro la rete,portando diverse serie di ginocchiate sulle gambe di Radomski,che non riesce ad entrare nel “vivo” dell’evento: solo alla fine del round,Robert tenta un armbar ma senza riuscirci.

Round 2 – Mateusz inizia portando subito l’avversario a terra,dove va a segno con qualche pugno,ma senza creare grandi problemi a Robert.Al minuto 2:50 Radomski viene fatto medicare per una perdita di sangue al naso.Quando l’incontro viene fatto riprendere,Piskosz spinge ancora il suo rivale contro la rete per “martellarlo” con le ginocchia.Robert verso la fine del round,atterra l’avversario e negli ultimi 10 secondi tenta un rear naked choke ma senza finalizzare: Mateusz resiste ma risente dei 10 secondi passati con il collo tra le braccia di Radomski.

Round 3 – Mateusz è stanco,non ha più la lucidità per portare colpi forti e precisi,mentre Robert ha la forza per continuare a combattere e per tutto il round riesce a colpire  in modo preciso il suo avversario,accumulando punti preziosi minuto dopo minuto e…pugno dopo pugno.

Vince Robert Radomski per Unanimous Decision. (29-28  29-28  29-28).

. Tomasz Kondraciuk (11-5) vs Karol Celinski (12-5-1)   Categoria -93 kg

Bonus come miglior incontro della serata.

Round 1 – Un match che inizia con i due fighter che scambiano bene in piedi,diversi pugni che arrivano a segno da parte di tutti e 2 i lottatori.Tomasz tiene bene la distanza e Karol non si vuole esporre troppo,aspettando il momento giusto per colpire: solamente Celinski verso la fine del round spinge sull’acceleratore e porta a segno diversi pugni che accendono il primo campanello d’allarme nella testa di Kondraciuk.

Round 2 – Tomasz risulta più stanco e nel corso del round,cerca di colpire Karol ma senza importanti risultati;mostra inoltre problemi di equilibrio durante i tentativi di colpire al volto il suo avversario mentre a Celinski la velocità e la resistenza non mancano: i suoi colpi arrivano quasi sempre a segno sullo stanco Kondraciuk,che però tiene duro e risponde come può con qualche pugno.

Round 3 – Kondraciuk dopo aver collezionato molti colpi al volto nel round precedente,inizia tentando di portare a terra Celinski che capisce tutto al volo e lo schiva.A quel punto punto Karol,vedendo il suo avversario a terra,si lancia e colpisce con diversi potenti pugni che non lasciano scampo a Tomasz: interviene l’arbitro che interrompe momentaneamente il match per permettere la medicazione delle ferite sul volto di Tomasz.Nel momento in cui l’arbitro chiede ai fighter di ricominciare a combattere,Kondraciuk tarda ad alzarsi in piedi e arriva lo stop da parte del suo angolo.Lui non voleva arrendersi,ma meglio che sia finita lì…voi che dite?

10847923_609203575847062_5787728777182071150_nNella foto: Tomasz Kondraciuk a fine match.

MAIN CARD:

. Vaso Bakocevic* (16-8-1) vs Artur Sowinski (15-7   2 n/c)   Categoria -66 kg

* Alla pesa il fighter supera di 1,2 kg il peso consentito.

Round 1 – Entrambi partono con scambi forti e veloci al centro della gabbia,poi Vaso (il fighter del Montenegro) spinge Artur contro la rete,che a sua volta riesce a sfuggire e porta a terra Bakocevic.L’arbitro interrompe il match perchè si rompe uno dei due guanti del Montenegrino.Poco dopo si riprende con Sowinski che porta qualche colpo sul volto di Vaso e poi i due finiscono a terra,dove però non succede nulla di importante.Tutti e due si alzano in piedi e Artur porta a segno una serie di ginocchiate che risvegliano i 17 mila spettatori della Krakow Arena: Vaso risente dei colpi subiti e risponde con qualche pugno,finendo il round portando a terra Sowinski.

Round 2 – Artur parte aggressivo offrendo a Bakocevic 2 forti high-kick e poi lo porta a terra,ma il Montenegrino spinge con i piedi contro la gabbia e,con grande velocità,riesce a rialzarsi in piedi.Sowinski sembra aver preso gusto a combattere in piedi e colpisce Vaso al volto con diversi pugni e ginocchiate ma,durante un high-kick,il polacco scivola e Bakocevic si lancia sopra al sorpreso Artur: il round termina con Vaso in posizione di vantaggio che invita Sowinski a picchiarlo ed essere più attivo!

Round 3 – Un round dove non accade praticamente nulla..Vaso porta a terra Artur e per 2 minuti lavora da sopra portando qualche colpo.L’arbitro fa riprendere il match rimettendo i due lottatori in piedi e si ripete la situazione precedente: Bakocevic porta a terra Artur e lavora colpendolo con qualche pugno.

Vince Artur Sowinski per Split Decision (29-28  29-28  29-28).

. Lukasz Chlewicki (12-4-1) vs Mateusz Gamrot (8-0)   Categoria -70 kg

Round 1 – Partono con veloci e potenti scambi in piedi: se fosse arrivato completamente a segno uno di quei colpi,penso che l’incontro sarebbe già finito per uno dei due fighter.Gamrot tira fuori la sua carta migliore ovvero la lotta libera e,dopo vari tentativi di atterramento con single leg,riesce a realizzare il suo “desiderio”: lavora quasi tutto il round controllando da sopra Chlewicki.

Round 2 – Mateusz è più veloce negli scambi e più volte cerca di andare a segno con un potente front-kick ma Lukasz tiene bene la distanza dal giovane Gamrot,che riesce ad essere più preciso nei colpi: Lukasz perde sangue dall’arcata sopraccigliare.

Round 3 – Lukasz capisce che deve accelerare i tempi se vuole vincere il match e attacca Gamrot con una serie di pugni: dopo qualche colpo,l’incontro si interrompe perchè Chlewicki si prende un dito nell’occhio da Gamrot.Il match riprende con Lukasz che attacca ancora con diversi pugni ma deve stare attento a non farsi portare a terra da Mateusz,che non vede l’ora di prendere il suo avversario con un double o un single leg.Il 35-enne Chlewicki è stanco ma si difende bene nella parte finale del round,dai tentativi di atterramento con double leg offerti dal 23-enne Gamrot.

Vince Mateusz Gamrot per Unanimous Decision (30-27  30-27  30-28).

. Tomasz Narkun (9-2) vs Goran Reljic (14-4)  Categoria -93 kg

Round 1 – Dopo una fase di studio da parte dei 2 lottatori,Tomasz porta a terra il Croato (Goran Reljic) con un single leg e lavora colpendo con qualche pugno il suo avversario,ma senza creare problemi a Goran.A metà round,dopo qualche forte scambio in piedi,Narkun riesce a prendere la testa di Reljic e la stringe in una forte ghigliottina: per circa 15 secondi Tomasz rimane attaccato come un koala al suo albero preferito,visto che Goran non vuole andare a terra.Alla fine il croato resiste e si libera dalla stretta,per poi andare sopra a Narkun e stancarlo fino alla fine del round.

Round 2 – I primi 90 secondi è il tempo in cui i 2 lottatori hanno combattuto a terra per cercare di avere una posizione dominante sul proprio avversario..anche in piedi si assiste a una serie di clinch e single leg per circa metà round.A 50 secondi dalla fine del round,Narkun riesce a colpire con un high kick ,più una serie di pugni,il volto di Goran che risente dei colpi ricevuti.

Round 3 – Tomasz sembra essere più stanco di Goran ed è proprio il croato che riesce ad atterrare il polacco e lavora gran parte del round stando sopra a Narkun,che si difende come può sia dai pugni che dai tentativi di full mount di Reljic.

Vince Goran Reljic per Unanimous Decision.Con questa vittoria Goran diventa il primo pretendente al Titolo di Campione dei Massimi Leggeri Ksw (Titolo lasciato vacante da Jan Blachowicz dopo essere passato in UFC)

. Jay Silva (9-9-1) vs Piotr Strus (9-3-2)  Categoria -84 kg

Round 1 – Più che un incontro di MMA,è stato lo show da circo che Jay Silva ha offerto al pubblico.Già prima del match Jay aveva confessato di non conoscere minimamente Piotr Strus,che non capiva il motivo di combattere con lui e che non valesse niente…ricordo che durante la pesa,nel face-to-face,aveva alzato il dito medio in faccia a Piotr.Strus però non si era mai innervosito per l’atteggiamento subìto da parte di Jay.Silva passa tutto il round con le mani basse e schiva i colpi di Piotr basando tutto sui suoi riflessi: qualche pugno di Strus arriva comunque sul volto di Jay che però non sembra essere preoccupato.

Round 2 – Jay parte più aggressivo e fa valere le sue lunghe braccia mettendo in difficoltà il polacco a inizio round.Piotr è molto cauto e risponde con colpi singoli che non creano grandi problemi a Silva,che intanto sorride e sembra quasi annoiato da questo match.Al minuto 1:40 Piotr porta a terra Jay e lavora con diversi colpi,stancandolo.

Round 3 – Cambia il numero del round ma la musica è la stessa,perchè Silva continua a comportarsi da fighter con la vittoria ormai in tasca,mentre Piotr porta a segno qualche pugno e alcuni calci sempre con la massima attenzione per non subìre un attacco a sorpresa da parte di Jay.

Pareggio è il risultato di questo incontro.

. Borys Mankowski (16-5-1) vs David Zawada (9-2) – Incontro valido per il Titolo dei Pesi Welter (Borys Mankowski è il Campione in carica)    Categoria -77 kg

Mankowski ottiene il bonus come submission della serata.

Round 1 – Il 25-enne Borys difende alla grande la sua Cintura contro Zawada.Dopo qualche scambio in piedi,Mankowski porta a terra David e non gli lascia scampo: al minuto 1:20 scopriamo che la Cintura di Campione dei Pesi Welter non cambia proprietario,perchè Borys vince per Submission (arm-triangle choke).

. Pawel Nastula (5-6) vs Mariusz Pudzianowski (8-3  1 n/c)    Categoria -125 kg

Round 1 – I due cominciano tenendo la distanza ma poco dopo scambiano con colpi forti e veloci che accendono i tifosi presenti nell’arena.Mariusz mette pressione a Pawel,che cerca di tenere la distanza,ma Pudzianowski non aspetta più di tanto e vuole scambiare con Nastula.Alla domanda “Ma Mariusz si è allenato nella lotta a terra? Ha fatto qualche passo in avanti?”.. la risposta è sì! In questo round si nota il progresso che lo strongman ha fatto negli ultimi tempi,nella lotta a terra (anche se ha ancora tanta strada da fare in questa disciplina): Nastula riesce ad atterrare i 120 kg di Mariusz,che a sua volta ribalta all’indietro il Campione Olimpico di Judo sorprendendo gli spettatori.

Round 2 – I due lottatori cominciano ad essere stanchi e Pudzianowski decide di usare la sua forza per portare a terra Nastula ma dopo 1 minuto, dove non accade nulla,l’arbitro decide di portare il match in piedi.Nella seconda metà del round,lo scambio di calci e pugni risulta abbastanza caotico,poco preciso e la stanchezza aumenta colpo dopo colpo.

Pareggio dopo 2 round.

Extra time (3 min) – 3 lunghi minuti di extra-time dove tutti e due non riescono più a colpire,ma Pudzianowski riesce ad atterrare 2 volte Nastula anche se non viene esploso nessun colpo in grado di cambiare immediatamente le sorti dell’incontro.

Vince Mariusz Pudzianowski per Unanimous Decision (10-9)

. Mamed Khalidov * (30-4-2) vs Brett Cooper (20-11)    Categoria -84 kg

Round 1 – Nei primi 2 minuti del round sono cauti e nessuno attaccano in modo deciso: troviamo qualche low-kick e singoli pugni che non arrivano in modo significativo al volto dei due lottatori.Mamed decide di dare una scossa al match; Brett tenta un calcio al corpo di Mamed,che riesce a bloccare la gamba dell’americano,lo porta a terra e prova a chiudere il match con un heel-hook,ma Cooper si difende bene.Khalidov si porta sopra a Brett e lo colpisce a martello però poco l’americano si libera e riesce a rialzarsi.Dopo poco Brett attacca e porta a terra il ceceno,che a sua volta tenta  un armbar,ma senza risultato.

Round 2 – Piccoli scambi in piedi e quasi dopo un minuto e mezzo la prima e vera azione che vede i due lottatori a terra: Khalidov è sopra ma non porta nessun colpo duro e Brett riesce ad alzarsi.L’americano è più aggressivo e attacca con qualche pugno veloce,poi con un double leg cerca di atterrare il suo avversario.Nello stesso momento il ceceno prova a chiudere l’incontro con una ghigliottina…ma Brett si libera..subito dopo Mamed tenta di finire il match con un armbar…ma Cooper si libera.L’americano si trova sopra a Khalidov e lavora bene..Mamed tenta di finalizzare ancora con un armbar ma niente..

Round 3 – Nei primi 2 minuti scambiano in piedi,con combinazioni di low kick e pugni,poi Mamed porta a terra il suo rivale e tenta un RNC ma Brett si libera immediatamente e si rialza in piedi.Continua lo scambio in piedi tra i due e,a 30 secondi dalla fine,Mamed porta a terra Cooper con un single leg,ma Khalidov non riesce a mantenere il controllo sull’americano,che si rialza.

Vince Mamed Khalidov per Unanimous Decision (30-28  29-28  30-27)

* Mamed Khalidov ha combattuto in questo match con un serio problema alla colonna vertebrale e i medici gli avevano vivamente sconsigliato di parteciapre all’incontro,ma lui per non deludere i tofosi ha deciso di affrontare Brett Cooper,che ha dimostrato di essere un osso duro e un solido fighter.

Chi è l'autore

Kamil Werno

Kamil Werno

Responsabile della sezione Est Europa, Kamil è famoso su grappling-italia per il suo occhio: i fighter di cui parla oltre ad appassionare diventato sempre dei campioni !

3 Commenti

  • Sapere che una struttura avveneristica come quella di Cracovia che pochi mesi fa ha ospitato i mondiali di pallavolo maschile, adesso ha fatto da cornice a un evento di MMA, riepiendosi, mi manda in visibilio. Che allestimento poi.
    Che dire, l’ascesa del KSW continua, e di pari passo la qualità dei report report di Kamil Werno, che ci avvicina a questa realtà e ci fa apprezzare quanto la promotion polacca sta facendo. Ormai la KSW è passata definitivamente alla gabbia, e anche questo la dice lunga sulla maturità del movimento delle arti marziali miste nel paese. Il reportage trasmette lo stesso entusiasmo che evidentemente lo show ha suscitato in chi era presente.
    Hai fatto bene, Kamil, a far notare che un arena da 17 mila posti è stata saturata dagli spettatori!

    Fossi al posto degli organizzatori del Venator FC terrei presente K. Werno come consulente….

    L’UFC non avrebbe problemi a replicare lo stesso successo inserendo in una ipotetica card i vari Blachowicz, Jotko e Hallman.

  • Kamil 4 president! supportiamo Kamil per cacciare il chupa!!!
    ahaha scherzo ovviamente, ma anche io supporto Kamil come uomo di Grappling-italia al Venator, se pò fa?

  • @bepo: prima di pubblicare il report degli incontri (e prima ancora di partire per Cracovia) volevo riuscire a trasmettere il più possibile quello che si “respira” in quella arena.Quando nel tuo commento ho letto la frase “il reportage trasmette lo stesso entusiasmo che evidentemente lo show ha suscitato in chi era presente” ero contento di esserci riuscito!La promotion in questione va avanti come un treno e per Ksw 32 (31 Ottobre 2015) organizzerà un evento a Londra nella Wembley Arena: mossa studiata molto bene,visto che ci sono tantissimi polacchi – poi gli inglesi stessi sono interessati alle MMA – quindi prevedono un’arena al “tutto esaurito”.L’UFC in Polonia tarda ad arrivare..è da qualche anno che hanno intenzione di venire ma senza risultati.Grazie per i complimenti bepo!
    @MarcoP: al massimo vice-president,eheheh!scherzo..
    Vi ringrazio entrambi per i commenti positivi e per sostenere la mia pertecipazione al Venator!

X