MMA Italia: Incontri Pro News & Media

Ranking MMA Italiani: Regolamento

Ranking-MMA-italiane

Ranking MMA Italiani: Regolamento – I ranking nascono da osservatori ed appassionati” delle mixed martial arts per promuovere atleti pro italiani di MMA.

REGOLAMENTO RANKING ITALIANI PRO DI MMA

almanaccoMMA

REGOLAMENTO RANKING ITALIANI PRO DI MMA

(Versione Beta 1.4, Aggiornamento del 30 Ottobre 2014)

MISSION

I presenti ranking nascono da “osservatori ed appassionati” delle mixed martial arts con il solo scopo di promuovere la popolarità dei principali atleti pro italiani (o che combattono in Italia) di MMA. I firmatari compilatori sono convinti che questi “ranking” (classifiche) possano diventare un interessante strumento di consultazione e discussione per appassionati, atleti, giornalisti e promoter e che possano in questo modo incentivare una sana attività agonistica.

RANKING ATTIVI

Attualmente sono compilati esclusivamente i ranking maschili delle seguenti categorie:

TOP 5 Featherweight (Pesi Piuma, -66kg)

TOP 10 Lightweight  (Pesi Leggeri, -70kg)

TOP 10 Welterweight (Pesi Welter, -77kg)

TOP 10 Middleweight (Pesi Medi, -84kg)

TOP 5 Light Heavyweight (Pesi Massimi Leggeri, -93kg)

TOP 5 Heavyweight (Pesi Massimi, -120kg)

Non vengono compilati ulteriori ranking come ad esempio Bantamweight (Pesi Gallo) e Flyweight (Pesi Mosca) per oggettiva mancanza di un numero sufficiente di atleti attivi sul territorio italiano. Per lo stesso motivo non vengono compilati al momento ranking femminili.

CRITERI DI INCLUSIONE DEGLI ATLETI

Nei ranking sono inclusi tutti gli atleti italiani PRO che combattono in Italia e all’estero ma anche gli atleti stranieri PRO che si allenano e combattono abitualmente sul territorio italiano.

CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA COMPILAZIONE

I criteri di valutazione consigliati per la compilazione dei ranking sono i seguenti:

– qualità del record pro;

– livello degli avversari professionisti affrontati;

– attività/inattività della carriera (frequenza dei combattimenti).

Questi tre semplici criteri di valutazione non devono essere valutati singolarmente ma devono essere correlati e concatenati tra di loro interpretando le modalità esplicitate nei seguenti paragrafi.

Valutazione della qualità del “record pro”

I record di imbattibilità devono essere premiati in proporzione al numero di vittorie ottenute: una lunga sequenza di vittorie recenti consecutive costituisce un valore aggiunto al record rispetto al record complessivo.

In particolare si valutano con maggiore attenzione gli ultimi 5 match rispetto allo storico dei match disputati.

Record molto positivi ottenuti contro avversari di scarso valore (pochi match all’attivo, record negativi) non costituiscono un valor aggiunto. Esempio limite: se un atleta ha 10-0 ma tutte e 10 le vittorie sono state ottenute contro debuttanti non può essere considerato un record di particolare valore.

Al contrario le sconfitte accumulate contro avversari con maggiore esperienza e record molto positivi non devono essere eccessivamente penalizzanti.

Valutazione del livello degli avversari affrontati

Il livello degli avversari incontrati si valuta verificando il record di ogni singolo avversario incontrato, gli anni di esperienza ed i livello di competizione (ad esempio organizzazioni itlaiani o straniere comunemente ritenute prestigiose).

Devono essere sempre considerati determinanti gli scontri diretti tra atleti presenti nei ranking, in particolare se tali match si sono disputati nel corso dell’ultimo anno.

Valutazione di attività ed inattività della carriera

Da valutare con attenzione anche la frequenza dei combattimenti. Se un atleta rimane inattivo per più di un anno sarà penalizzato nei ranking. Al contrario un atleta che combatte e vince più incontri nel corso dell’ultimo anno merita di essere valutato con attenzione in base a record maturato e valore degli avversari incontrati.

Soggettività del giudizio e buona fede dei compilatori

Pur nel rispetto dei parametri sopraelencati esiste un ragionevole margine di soggettività nel giudizio di ogni singolo membro del panel. Per questo motivo ogni compilatore si impegna ad esprimere il proprio giudizio in assoluta buona fede e consapevole del fatto che eventuali anomalie potranno essere segnalate dagli altri membri firmatari del panel così da crearsi un circolo virtuoso di autoregolamentazione collettiva.

COMPILAZIONE DEI RANKING

Per ranking si intende una classica dei migliori atleti in attività.

Ogni testata (blogger, sito, giornalista, pagina Facebook, ecc) compila i suoi ranking nelle diverse categorie di peso in assoluta autonomia sebbene vi sia la facoltà di confrontarsi con il resto dei membri del “panel” qualora sussistano dubbi ed incertezze su record, categorie di peso ed identità degli atleti.

Le liste degli atleti da votare sono chiuse e stilate congiuntamente dal panel.

Restano aperte solo le proposte per nomi di atleti che si possono valutare di includere successivamente.

Al momento le classifiche per categorie di peso sono così suddivise:

– TOP 10 per le divisioni di peso più folte (-70kg, -77kg, -84kg);

– TOP 5 per le divisioni di peso meno folte (-66kg, -93kg, -120kg).

Nelle TOP 10 ogni compilatore assegnerà 10 punti al primo classificato, 9 al secondo, 8 al terzo e così via fino ad 1 punto per il decimo classificato. Per le TOP 5 si applicherà lo stesso criterio partendo da 10 punti al primo classificato ed arrivando a 6 punti al quinto ed ultimo classificato.

La somma di tutti i voti dei singoli compilatori andrà a formare un punteggio complessivo per ogni atleta incluso e sulla base di quel punteggio verrano stilati i ranking collettivi suddivisi per categorie di peso.

Il massimo del punteggio che un atleta può attualmente ottenere è 60 punti nel caso in cui l’atleta sia giudicato al primo posto della propria categoria di peso da tutti e 6 i media nel panel.

Al termine delle raccolta dei ranking ed ottenute le somme algebriche di tutti i fighter verrano stilati i ranking in ordine di punteggio ottenuto suddivisi per categorie di peso.

Siccome il calcolo matematico in questione è piuttosto affidabile ma non esente da piccole anomalie si è deciso di perfezionarlo utilizzando i seguenti parametri a conteggio finale avvenuto:

– I fighter che hanno ottenuto vittorie in scontri diretti nel corso dell’ultimo anno (e non prima) avranno diritto ad essere una posizione sopra al diretto avversario incontrato;

– qualora un membro del panel rilevi anomalie di ranking sostanziali come l’inserimento poco equo di un fighter in una posizione ritenuta troppo bassa o troppo alta rispetto al reale valore sportivo attuale (e non storico e di carriera) potrà chiedere al resto del panel la revisione del ranking indicando esplicitamente la posizione richiesta. A quel punto il panel analizzerà la revisione proposta e voterà a maggioranza secca assoluta entro 12 ore dalla segnalazione, con un solo scrutinio esclusivamente via email.

Gli atleti che restano inattivi per 18 mesi ed un giorno vengono esclusi dal ranking e possono rientrarvi solo nel mese successivo alla disputa di un nuovo match.

RANKING “POUND FOR POUND”

Al momento non vengono compilati ranking “pound for pound”, ovvero “indipendenti dalle categorie di peso”. È molto probabile che saranno compilati in futuro.

MEDIA ADERENTI NEL PANEL

Il panel compilatore del ranking è attualmente formato da:

Andrea Bruni (MMA Cafè)

Alex Dandi (Fox Sports)

Jacopo Guiducci/Nicholas Nasso (MMAKnockout)

Manolo Macchetta (Grappling Italia/Italian MMA)

Roberto Riccardi (MMA Supershow Mag)

PROMOTER NEL PANEL

I promoter/organizzatori non possono entrare a fare parte del panel che compila gli attuali  “ranking nazionali” che rimangono di esclusiva competenza dei “media” come avviene in ogni parte del mondo per evitare evidenti conflitti di interesse con le card organizzate.

È tuttavia auspicabile la creazione di un “panel dei promoter” trasparente, parallelo ed indipendente dall’attuale “ranking media”. In questo senso il “panel media” si rende disponibile per la raccolta dati e la pubblicazione dell’eventuale “ranking dei promoter” a patto che i promoter aderenti abbiano l’obbligo di pubblicare i “ranking media” sui propri siti ufficiali congiuntamente ai propri.

OBBLIGO DI PUBBLICAZIONE E GESTIONE

Ogni singolo “media nel panel” ha l’obbligo di pubblicare almeno una volta su ogni singola entità rappresentata (blog, sito, pagina Facebook, rivista, ecc.) il ranking frutto del lavoro collettivo citando tutti i componenti firmatari del panel in ordine alfabetico come nel documento redatto e condiviso con tutti via email private.

Ogni singolo firmatario del panel avrà inoltre l’obbligo di pubblicare, con le modalità che riterrà opportune, anche il proprio ranking aggiornato in base alle scadenze concordate privatamente.

Non vi è obbligo di pubblicare i ranking degli altri componenti del panel ma vi è la facoltà di pubblicarli qualora lo si voglia.

I ranking vengono attualmente raccolti e revisionati a cadenza mensile.

RICHIESTE DI INGRESSO NEL PANEL

l panel è costantemente aperto a nuove adesioni di testate/blog/siti internet/giornalisti/pagine Facebook.

L’unico requisito richiesto per l’inclusione è la dimostrazione che il richiedente abbia almeno 6 mesi di attività costante e tracciabile. La richiesta di ingresso nel panel può essere inoltrata ad uno qualsiasi dei componenti dell’attuale panel.

 

almanaccoMMA

Chi è l'autore

Manolo

Manolo "El ChupaCabra"

Praticante di MMA, agonista di BJJ e grappling, ottimo conoscitore delle arti marziali miste e del valetudo. Manolo "El Chupacabra" non è niente di tutto questo.

X