Brazilian Jiu-Jitsu News & Media

RODOLFO VIEIRA

RODOLFO VIEIRA 3
max
Scritto da max

RODOLFO VIEIRA 4

Rodolfo Vieira, atleta dell’anno 2011 per aver vinto nella sua categoria e nell’assoluto ai Pan-Ams, World-Pro e Mondiali,  ha iniziato alla grande il nuovo anno con altri due ori agli Europei rispettivamente nell’assoluto e nel peso. Ha deciso di saltare il Pan Am perché troppo vicino all’ Abu Dhabi WPJJ dove lo vedremo affrontare altri assenti ai Panam, Galvao e Xande, il 13 Aprile negli Emirati.

Rodolfo Vieira è soprannominato “Black belt hunter”, il cacciatore di cinture nere, per averne battute diverse quando era diciannovenne e cintura marrone. Oggi dimostra, col suo jiu-jitsu, che lo sport non è solo guardie invertite e berimbolo ma anche un jiu-jitsu legato alla tradizione e alla strategia di posizionamento dei pionieri dello sport. Stiamo parlando della tattica cara a Rickson Gracie: proietta, passa, stabilizza, monta e finalizza. Per certi versi è simile al modo di impostare il gioco di Roger ma da quest’ultimo Rodolfo si discosta per l’aggressività e per il ritmo incalzante che impone al match non appena l’arbitro dice, combate.

Rodolfo è tra i pochi ad avere un buon gioco in piedi. Mi vengono in mente Royler Gracie, Jacaré, Tereré, Galvao, I fratelli Ribeiro, Margarida e Roger Gracie. Le proiezioni che Rodolfo preferisce sono nell’ordine:

DROP SEOI NAGE
SINGLE LEG
O UCHI GARI
KO UCHI GARI
DE ASHI BARAI
SASAE TSURIKOMI ASHI

Se vogliamo trovare un segreto nel successo di Rodolfo questo risiede sicuramente nella sua abilità  di anticipare la mossa successiva del suo avversario e applicare con chirurgica precisione le sue combinazioni di passaggi di guardia. Il bello è che utilizza tecniche basiche combinate con un perfetto tempismo e una costante pressione. Questi i passaggi più usati dal campione della GFT.

TOREADOR PASS
X-PASS
STEP BACK PASS (AKA TERERE PASS)
JUMPING PASS
KNEE SLICE PASS
LEG DRAG PASS
SMASH PASS – BUTT FLAP PASS

Una volta passata la guardia, il suo l’obiettivo è montare il suo avversario o prendere la schiena. Non cerca finalizzazioni dalla 100 kg. Molti si sentono sicuri solo dalla side, questo non è il caso di Rodolfo che usa con disinvoltura il ginocchio sullo stomaco e poi prende la schiena o monta direttamente. Da qui finalizza con lo strangolamento incrociato e quanto sembra perderlo lo trasforma in un micidiale arm lock. Rodolfo ha fatto riscoprire una tecnica poco usata l’Ezechiele col braccio catturato. Una vera arma mortale nelle sue mani o sarebbe meglio dire: nelle “sue braccia”. Quando gli avversari gli danno, la schiena è la volta del suo arco e freccia che non perdona.

Trovargli un punto debole è difficile, anche dalla guardia sa lavorare, e non sembra in imbarazzo in nessuna posizione quando sta con la schiena a terra. Il suo è un jiu-jitsu completo che in un’era che sembrava votata solo a guardie invertite, berimboli e fifity/fifty ha riportato di modo un jiu-jitu che qualcun semplicisticamente potrebbe definire vecchia scuola o basico ma che in realtà è immortale perché si fonda sui principi cardine del BJJ. Ma vediamo nel dettaglio alcuni di questi principi riconoscibili nel gioco di Leonardo Viera quando passa la guardia:

POSTURA: mantieni una base bassa e larga, domina le prese, e metti pressione.

MURO DIFENSIVO: Non far chiudere la guardia al tuo avversario. Chiudi i gomiti e impedisci al tuo avversario di ottenere la sua posizione desiderata.

PRESE CORRETTE: LA presa- bavero pantalone permette molti passaggi diversi, come il X pass, il passaggio col ginocchio che scivola, e il leg drag pass. Questi passaggi possono essere collegati insieme su entrambi i lati, inoltre tutti i passaggi funzionano meglio quando si stendono le gambe dell’avversario con una presa al pantalone bassa.

USA POCHI PASSAGGI: utilizza un numero limitato di passaggi, non più di 3-4, che possono essere collegati insieme su entrambi i lati del tuo avversario.

IMPONI IL TUO GIOCO: alterna pressione e transizioni veloci, sii aggressivo, ma non forzare una posizione e porta la lotta la dove ti senti dominante.

TROVA I PUNTI DEBOLI: Ricerca e sfrutta i punti deboli del tuo avversario. Il modo migliore è impegnare il tuo avversario a difendersi da un lato e poi passare dall’altro. Usa le prevedibili risposte del tuo avversario contro di lui.

Cosa dicono di lui  i suoi avversari :

“Man, the pressure Rodolfo brings is unbelievable. He doesn’t stop attacking; his pace is out of this world. In other words, he didn’t give me any room; nor did he give me time to fight.” Victor Estima

“[Rodolfo] has an absurd amount of determination; he goes with a position till the very end, never gives up.” Antonio Braga Neto

Chiudiamo il post con un suggerimento di Vieira:

“Practice the same position over and over to gain confidence.You have to do a lot of repetitions to get everything just right in training before putting it to practice in competition. You have to be confident in the position for it to come out perfect.”

Questo è l”Highlight che ho realizzato poco tempo fa. A Rodolfo è piaciuto: “”Galera… meu novo highlight , a musica me arrepiou, achei irado demais, espero q gostem !!”  … espero anch’io che vi piaccia!

http://www.youtube.com/watch?v=i3xBxh-V_fU

Fonti:

Graciemag

jiujitsulaboratory

maxbjj

 

 

 

 

 

Chi è l'autore

max

max

1 Commento

X