News & Media UFC

RISULTATI UFC FIGHT NIGHT ADELAIDE

Lorenzo
Scritto da Lorenzo
L'UFC, il Bellator e la BOXE sono in esclusiva su DAZN.Gratis un mese di prova. CLICCA QUI

Brutta serata anzi mattinata per gli atleti australiani. Nella main card vince solo il debuttante Jimmy Crute in un match rocambolesco contro Paul Craig.
Da lì in poi i quattro australiani non reggono la pressione e commettono errori. Jake Matthews viene strangolato al terzo round da Anthony Martin mentre aveva il match in pugno.
Dopo di lui Mark Hunt non sembra in gran forma e vien frustrato dal gioco attendista di Justin Willis. Nel secondo e terzo round Willis mette più colpi con The SuperSamoan inspiegabilmente incapace di tagliare la gabbia.

Nel co-main event Tyson Pedro mette quasi tko Shogun nel primo round. Purtroppo la troppa foga non gli permette di capitalizzare. Nel secondo round subisce un infortunio alla caviglia e all’inizio del terzo round la sua gamba cede e Tyson si trova sotto un ground and pound da cui non può uscire.
Ottimo ritorno per Shogun che dimostra ancora di valere la top10 dei massimi leggeri.

Nel main-event Tai Tuivasa viene introdotto da una cerimonia aborigena. Tutto carico, il giovane tamarro di Western Sydney sembra avere la meglio su JDS nel primo round con parecchi clinch e low kick.
Purtroppo come per suo cognato Pedro è ancora la troppa foga che lo condanna con Cigano che contrattacca un attacco scomposto con due perfetti ganci. Tai va giù, Cigano lo segue in monta dove l’australiano si dimostra totalmente inetto cercando di tirare pugni da sotto la monta. Il beniamino di casa non va ko ma l’arbitro è costretto a fermare. Interruzione che è forse prematura ma Tai se l’è cercata.

Risultati completi:

Junior Dos Santos def. Tai Tuivasa via TKO (punches) – Round 2

Mauricio Rua def. Tyson Pedro via TKO (punches) – Round 3

Justin Willis def. Mark Hunt via unanimous decision

Anthony Rocco Martin def. Jake Matthews via technical submission (anaconda choke) – Round 3

Sodiq Yusuff def. Suman Mokhtarian via TKO (punches) – Round 1

Jim Crute def. Paul Craig via submission (kimura) – Round 3

Aleksei Kunchenko def. Yushin Okami via unanimous decision

Wilson Reis def. Ben Nguyen via unanimous decision

Keita Nakamura def. Salim Touahri via split decision

Kai Kara-France def. Elias Garcia via unanimous decision

Christos Giagos def. Mizuto Hirota via unanimous decision

Damir Ismagulov def. Alex Gorgees via unanimous decision

 

Chi è l'autore

Lorenzo

Lorenzo

Una delle colonne portanti di Gitalia dal primo momento. Dopo anni di esilio in terra Australiana è tornato a insegnare a fare barbeque e parlare di MMA.
E' il capo-redattore delle MMA mondo (UFC in particolare) e cura colonne molto apprezzate come "sorvegliato speciale"

Lascia la tua opinione

25 Commenti

  • Se penso che qualche anno fa di ‘sti tempi il mondo delle mma era proteso verso l’incontro del ‘secolo’ Ronda Rousey vs Holly Holm…come eravamo caduti in basso…come si era bischeri…

    • Penso che la Rousey sia stata sempre un po’ pompata. Bravissima, per carità, ma quella sera prese una memorabile lezione di pugilato. Di mio, credo non avesse preparato con la giusta serietà quelll’impegno. Ora è passata all’incasso, ( in parte lo faceva già con i film e altre amenità).

  • Se vuoi il mio parere, Tommy, solo l’uso di sostanze dopanti, poi interrotto, può spiegare il crollo psico fisico, quindi del rendimento nelle prestazione della Rousey.
    Prima di quel match era una macchina, una predatrice, poi con la Holm, una cicciona scondizionata, lentissima, pesante, prevedibile, quasi fiacca. Alla luce di quanto visto prima e dopo, bisogna avere l’onestà di guardare i fatti. Non riusciva nemmeno a fare ciò che le era più naturale, clinchare; non dico atterrare nella maniera più basica, una che non era nemmeno una lottatrice, ma neanche a chiudere riusciva, anzi addirittura veniva lei sollevata e portata a terra. Troppo.
    La spiegazione che mi do, è che probabilmente suoi contatti vicini alla usada le avevano fatto capire che a sto giro i controlli glieli avrebbero fatti, quindi è arrivata in quel modo, irriconoscibile per chi come noi l’aveva, evidentemente non sopravvalutata, ma conosciuta in una condizione ben differente.
    Exploit nelle prestazioni e condizione assurde come quelle della Nunes e ultimamente della Andrade non mi convincono affatto, mi danno da pensare, anzi mi convincono del fatto che li non si tratta solo di allenamento. Affatto!

    • E questo ci porta a spostare il discorso su ciò che ci interessa davvero le categorie maschili.
      Se ci pensiamo, possiamo tracciare una linea netta tra il periodo pre stretta Usada e post stretta Usada. Gente che sembrava incrollabile, devastante, ha avuto un crollo della condizione e prestazioni talmente evidente da non poterlo negare. Mi viene subito in mente uno come Hedricks e tutti gli altri che sapete…

      • concordo….ma chi batteva belfort in piena trt???!!! Non parliamo poi del pride, dove wanderley era talmente pieno che se una zanzara lo pungeva diventava hulkzara.

        Tornando all’evento ufc di ieri, mi è piaciuto vedere i nonnetti menare i giovinastri….per me anche hunt doveva vincere, nn ho capito dove avrebbe perso…

    • non togliamo dall’equazione anche la Holm, su cui ho più volte letto voci e ho sospetti.
      La rousey era arrivata a un punto di svolta:
      ha fatto i soldi, finalmente, dopo anni di fatica –
      un po di vida loca (remember diaz bros?) e
      probabilmente una stretta sui controlli usada.

      A questo aggiungiamo, le avversarie non erano più scappate di casa, ma fighter vere, la Holm che si allenava coi top del mondo (non mi ripeto sui sospetti di doping)… facile vedere che nell’equazione un one trick pony come Rondona non aveva possibilità.

  • Non sono d’accordo tommy, quello è stato il ko più scioccante che abbia mai visto, eravamo tutti convinti che holm non avesse speranze e invece un massacro..giuro nemmeno il ko di mcgregor su aldo mi impressionò così tanto, è stato un upset trascendentale.

    • Mcgregor contro Aldo ha vinto, ma non mi ha convinto. non il colpo della domenica, ma quasi.

      Anche il mio amato Aldo comunque ha avuto un calo devastante post Usada (e anche il ragno se vogliamo dirla tutta), incredibilemente Ubereem se non avesse la mascella cosi di cartone sarebbe ancora un top player anche se sgonfissimo

  • Hai già scritto tutto tu e mi trovi d’accordo. Aggiungo piccole considerazioni. Dos Santos sembra aver ritrovato la mascella. In diversi degli ultimi incontri i colpi forti li accusava tanto/troppo. Tuivasa ha messo a segno qualche bella tranvata sia di pugno che di gomito, che il brasiliano ha incassato senza eccessive difficoltà. Al contrario l’australiano ha accettato lo scambio, chiamandolo, ed è stata la sua condanna. Non è che stai tirando con uno cui manca il pugno. Quello ce l’ha sempre avuto e pure Velasquez ne sa quacosa. Pure questo è uno che ha i mattoni nei guantini.
    Pedro ha bucato un paio di possibilità di chiudere la pratica già nel primo e nel secondo è venuta fuori tutta l’esperienza di Shogun. Shogun che, con una spazzata da dietro, lo ha infortunato. Lo si è notato dai replay post fight. Lì l’incontro ha preso una linea definita. Se non hai più mobilità sulle gambe al 99% è fatta. Difatti, inizio terzo è andato giù. L’esperienza, in entrambi i casi, ( 9 e 10 anni di differenza tra vincitori e sfidanti), ha significato molto.
    Willis è stato bravo a tenere sempre la distanza e ad essere attendista. Tra l’altro credo che Hunt abbia pagato l’infortunio alla gamba del primo round; nel secondo, se non erro, non ha mai calciato. Certi momenti sembrava non poggiare benissimo il piede. Qua l’età, 13 anni di differenza, alla lunga sembra aver avuto un po’ di peso. Mi spiace, cmq, perchè Hunt l’ho sempre apprezzato e rispettato e perdere l’ultima, in casa, è stato brutto. Apprezzabile Willis che ha lasciato il microfono al padrone di casa appena sconfitto.

  • JDS ha vinto ma prima dei colpi decisivi ha preso dei colpi importanti. Da rivedere. Contro Ngannou, che lo ha sfidato, non supererebbe i 2 minuti. E sono generoso.
    Stesso discorso per Shogun. Grande leggenda che prende sistematicamente una marea di colpi terribili, prima di reagire contro il secondo Tyson del giorno (l’altro è Tyson Fury anche lui sconfitto nello stesso giorno).
    Belle vittorie di tenacia quindi, per i due brasiliani, ma da qui al ko è un attimo. Un po’ graziati dalla sorte?

    • Tyson Fury in realtà ha pareggiato e per qualcuno aveva vinto, anche se ha subito 2 knock down.
      Ho visto il match senza audio e appena è finito ho spento credendo che Fury avesse perso…scusate…pardon!!

      • Stilisticamente un abisso, lo ha surclassato, possiamo anche dire ridicolizzato.
        Tuttavia è andato due volte KD e contato, non vedo come potesse vincere un match in questo modo, sarebbe stato molto più scandaloso se lo avessero assegnato la vittoria a Lui che a Wilder.
        Il pareggio salva capra e cavolo, e allo stesso tempo prepara il terreno al rematch, che quindi si preannuncia ancora più seguito.
        Wilder non è mai riuscito a centrargli il mento, mentre invece la nuca si, la prossima volta dovrebbe mirare a quella, e il match finirebbe molto prima.
        A me dei due piace di più Fury, molto di più. E’ lui che ci ha fatto assistere a un match ‘altri tempi, ma a tifare per lui proprio non riesco…

        • Bepo, sinceramente a parte nella 9 e nella 12ma c’è stata ben poca ciccia. Fury gli va dato atto di essere un gigante con una ottima mobilità. Ma non l’ha toccato come si deve. In compenso era pulito in volto, quasi incolume, mentre mi aspettavo senz’altro un match con molto più attrito e danni fisici.

        • Come hai scritto, col pareggio salvano capre e cavoli. Però, pur con i due atterramenti, se doveva esserci un vincitore doveva, ovviamente per me, essere l’inglese. Tre arbitri, tre cartellini completamente differenti. Uno vittoria all’americano, uno pareggio, uno vittoria a Fury. Wilder ha il personaggio, un colpo molto pesante e il titolo. Fury ha tutto il resto. Non sono riuscito a tifare per nessuno dei due anche se, da semplice osservatore super partes, l’occhio l’ha rubato solo uno. Wilder stava alcuni kg. sotto i 100. Fury è un peccato che si sia perso dietro ai demoni e alla droga. Mi fa piacere rivederlo a buon livello anche se, come detto, non ho mai tifato per lui. Cmq un po’ di pepe nei massimi serviva. in attesa di vedere come cresce Dubois

          • Comunque avete visto la promotion enorme che hanno fatto per Wilder vs Fury a cominciare da addirittura luglio? hanno fatto un tour di apparizioni lunghissimo in giro tra america e uk. Non ricordo niente del genere nella boxe…che abbiano preso il modello ufc per Aldo vs McGregor?

          • Hanno fatto tanta promozione perchè i due, e i loro manager, la sanno lunga. Dovevano incontrarsi qualche anno fa ma poi saltò tutto, per i noti motivi. Wilder ora avrebbe voluto Joshua ma la negoziazione non è andata a buon fine. Stavano parlando e c’era quasi l’accordo ma la WBA ha dato 24 ora a Joshua per accettare l’incontro con Povetkin. L’incontro tra Wilder e Joshua avrebbe dovuto slittare ad aprile 2019, ( ma non saprei). Fury ci si è buttato a pesce, proponendosi. Hanno iniziato a creare interesse attorno all’evento. Però Joshua è un’altra roba, a livello di richiamo e vendite. Ha Wembley a disposizione e mega contratti, tra gli altri, con Sky.
            Cmq io sono troppo giovane e ne ho solo letto e visto vecchi filmati/documentari e film ma robe come The rumble in the Jungle e Thrilla in Manila sono entrate nella storia. Alì però credo che il record in tv, 2 miliardi di persone, lo abbia fatto contro Spinks, la rivincita.
            Don King sarà stato un bip, basta vedere come ha sfruttato Tyson, ma il suo lavoro lo sapeva fare.

          • ma dici che i match di Joshua contro Klitschko e Parker hanno fatto più di questo match americano di Fury? me lo chiedo perchè la promotion di Joshua sembra più circoscritta al Regno Unito…

          • Joshua vende di più. Non ai livelli di Mayweather ma, vedendo i numeri, quasi al livello di PacMan, e al livello di GGG, Canelo, etc. Ovviamene dipende dall’avversario. Con Klitschko ha fatto il suo record personale, ( cmq meno di Khabib vs McGregor, per fare un paragone tra sport). L’ultimo di Wilder/Fury, a quanto ho letto, in America ha fatto sui 300.000 paganti. Un buon numero ma lontano dai numeri globali dell’inglese. Con una rivincita sicuramente venderanno di più, anche in considerazione della buona figura di Fury. Cmq, rispetto a Tyson, Joshua vende molto meno. Senza andare più indietro, che il confronto diventa improponibile. Alì, Frazier e Foreman sono inarrivabili.

          • ho visto che Joshua vs pParker ha fatto 1,4 mil ppv buys. Però costavano £19.95. Wilder-Fury 300000 buys ma $75(il triplo)…vince comunque Joshua.
            Mi aspettavo di più da Wilder Fury, secondo me è ancora presto per stimare il numero di ppv

  • Non è stato un gran match quello tra Fury e Wilder, ma almeno nel mio caso, mi ha ravvicinato alla Boxe. Va da sé, che in questo periodo della mia vita, le MMA le prediligo di netto.

    • Il pugilato mi è sempre piaciuto. Come in tutte le cose si va a periodi. Certo, per vedere il vero spettacolo, scendo un po’ rispetto ai massimi. Vado da Usyk in giù. Quello che più apprezzo, come molti, è Lomachenko. Se combattono GGG, Joshua, Pacquiao e pochi altri non me li perdo mai o cmq recupero l’incontro a strettissimo giro di posta. Ma quando c’è qualcosa di contatto alla tv, mi fermo a guardarlo. Ieri sera mandavano il grand slam di Osaka, Judo, e che te lo dico a fare. Oggi, tornando alla boxe, per me il numero uno è Loma.

      • Loma è un grande ma nell’era Della comunicazione di massa per me è obbligatorio avere gente che sa comunicare e non solo boxare di finezza.
        Ad esempio mi intrattengo con dei neri ambiziosi e incazzati come Wilder.
        Tuscoloosa Alabama, ti comunica la durezza della vita e ti metre a dormire con una sassata.
        Oppure un chiacchierone maleducato zingaro cone Tyson no Fury. Panza, esce dalla roulotte a petto nudo sotto LA pioggia a fare 10 round di boxe tea zinghi per l’onore del clan

        • La comunicazione è importante, per carità, ma quando sono lì sopra voglio godermeli. Loma è un ballerino, (ha fatto veramente anni di danza),e vederlo è un godimento. Ovviamente parlo per me. E’ bella pure la potenza, ci mancherebbe, ma non fine a se stessa. Wilder ha solo una roba. Non riesco ad apprezzarlo particolarmente. Certo, per uno che a volte non arriva manco a 100 kg ha una grandissima castagna, ma c’è solo quella. Che poi, Marciano, 15 kg più leggero e 20 cm più basso, che mani aveva? Un massimo di 85 kg. Quello si che aveva i mattoni al posto delle mani. Questi di oggi sono interessanti solo se non ci fermiamo a ricordare il passato. Ma manco quello non trascorso da molto, tipo Lennox Lewis, Tyson, Holyfield. Forse sono io che, per nostalgia, li ricordo molto, molto, più forti dei nostri campioni odierni ma non credo.

  • No rib sta tranquillo, pensi davvero che wilder avrebbe battuto un tyson, un lewis, un holyfield, frazier, foreman, ali, o anche solo un tommy morrison al loro meglio? Wilder è una schifezza di pugile, gli sta andando bene per ora ma un vero campione lo fa a pezzettini tipo puzzle da ricostruire.

14 Discussions
Lorenzo
14 Discussions
14 Discussions
Lorenzo
14 Discussions
Lorenzo
2 Discussions
Manolo
Manolo "El ChupaCabra" in RISULTATI BELLATOR HAWAII
14 Discussions
Manolo
Manolo "El ChupaCabra" in Nicky Ryan: Il ragazzo prodigio del BJJ
2 Discussions
Lorenzo
6 Discussions
Rib
6 Discussions
Rib
6 Discussions
Total discussions 34147
X