UFC

NSAC scatenata: 5 anni di sospensione per Nick Diaz

FreeNickDiaz7 - 5 years of BAN from MMA

Finalmente Nick Diaz e il suo avvocato si presentano alla Commisione atletica del Nevada.

Finalmente Nick Diaz e il suo avvocato si presentano alla Commisione atletica del Nevada.

Hanno promesso guerra e guerra fu.

Come rircordate Nick Diaz a seguito del match contro Anderson Silva all’UFC 183 è stato beccato positivo alla marijuana a un test. La cosa non era una novità ed anzi è stata usata come aggravante.

I due inquisitori commissari della Commissione Atletica Pat Lundvall e Francisco Aguilar hanno messo in fila le accuse a Nick Diaz: due test falliti in precedenza, un No-show per un test, la rissa nel 2010 in Strikeforce

La loro richiesta un ban a vita dalle MMA per Nick Diaz.

L’avvocato di Nick Diaz, tale Lucas Middlebrook, si è guadagnato la pagnotta e ha fatto un lavoro della madonna:

  • ha tirato fuori un’ora di fatti sul perchè alcuni test erano fallati (sembra che Nick sia uscito pulito da dei test pre-match)
  • Ha chiamato un esperto di test anti-droga che ha affermato che i risultati dei test erano medicalmente impossibili
  • Ha fatto notare come Nick ha passato il primo e il terzo test – che era stato analizzato in un centro accreditato WADA mentre ha fallito quello analizzato dalla Quest Diagnostics.
  • Diaz ha fatto più volte richiamo al quinto emendamento evitando cosi di auto incriminarsi
  • Ha usato una dialettica favolosa riuscendo a far sbagliare le parole e contraddicendosi persino alla commissione.

Nonostante questo, Nick si becca 5 anni di Ban dalle MMA e il 33% di Multa (su una borsa da 500K $!!!) dalla commission che si è confermata “Arbitraria e Capricciosa”

Probabilmente il piano dell’avvocato era di creare abbastanza materiale per fare appello

Ecco un po’ di Twitter sulla cosa #FREENICKDIAZ

FreeNickDiaz6FreeNickDiaz12FreeNickDiaz11FreeNickDiaz10FreeNickDiaz9FreeNickDiaz8

FreeNickDiaz2 FreeNickDiaz FreeNickDiaz3 FreeNickDiaz4 FreeNickDiaz5  FreeNickDiaz7

 

Chi è l'autore

Manolo

Manolo "El ChupaCabra"

Praticante di MMA, agonista di BJJ e grappling, ottimo conoscitore delle arti marziali miste e del valetudo. Manolo "El Chupacabra" non è niente di tutto questo.

4 Commenti

  • Io ho commentato subito su Twetter che era un’assurdità.
    Però caro, Nick, non ti puoi presentare davanti a una commissione e mandare tutti a.
    Loro hanno sbagliato, eccesso di autoritarismo, però hanno spiegato che lui è stato irrispettoso…arrogante.
    C’è da credergli? Vedete un po’ voi.

  • Sono anni che Diaz si fuma le bombe per il suo disturbo di iperattività (cosa legale in alcuni stati americani). Sarebbe anche ora che lasciassero decidere agli atleti se vogliono fumarsi una canna invece di riempirsi di farmaci. Sarebbe ora di cambiare questo stupido regolamento, visto che gli spinelli di certo non aumentano le abilità atletiche dei lottatori, come invece gli asteroidi. La NSAC si conferma una commissione di ritardati mentali. Che poi Diaz sia una testa calda, nessun dubbio, ma cristo, 5 anni sono un’eternità e un lottatore dovrà pur mangiare. A questo punto gli toccherà andarsene all’estero per continuare la carriera, in federazioni dove non c’è la dittatura NSAC, magari nella ONE FC o in Giappone.

  • La commissione atletica fa schifo, 5 anni a nick che non ha usato neanche steroidi,mentre a certa gente che dovrebbe non poter mai piu combattere ancora è in attivita e probabilemente ancora si bomba. Ancora peggio a quanto pare non puo neppure stare all’angolo di suo fratello o aiutarlo negli allenamenti.. Non so se comunque nick avrebbe combattuto ancora,visto che contro anderson ha preso l’ultima palata di soldi e se ne andato,mostrando piu o meno la voglia di vincere di mio nonno in carrozzella. Non credo poi che a lui manchino i soldi non facciamo come se fosse a rischio di morire di fame,qui è proprio una questione di ingiustizia,per principio bisognerebbe protestare.

  • Indipendentemente che sia giusta o meno la regola è chiara e dopo tre trasgressioni è difficile essere dispiaciuti per Nick Diaz. E’ un atleta professionista, seguire quelle regole è il suo lavoro.

X