UFC

Ronda Rousey vuole fare un regalo al Brasile

Ronda Rousey

Oltre a picchiare la Correia, Ronda Rousey vuole fare un regalo al Brasile: cosa sarà?

Ronda Rousey alla vigilia dell’UFC 190 è in brasile. Prima della partenza era “ottimista ma con cautela” circa il benvenuto che i fan brasiliani gli avrebbero dato. Alla fine la sfidante, Bethe Correia è nata e cresciuta in brasile ed è anch’ella imbattuta… e ci si poteva aspettare un grande tifo per lei.

Ronda era anche pronta a prendersi i fischi dai fan brasiliani, che però si sono mostrati caldi e gli hanno dato un benvenuto caloroso.”

Rousey è 11-0 nell’ottagono, olimpionica, attrice e una delle più grandi star delle MMA. Il suo record, già impressionante non dice nemmeno quanto è stata distruttiva. le ultime tre difese del titolo sono durate:

  • Sara McMann, medaglia olimpica di lotta: 66 sec
  • Alexis Davis, 16 secondi
  • Cat Zingano, 14 secondi

La rousey comunque dice che: “Non esiste questa cosa della chiusura facile in un incontro… è vero che spesso vado per chiudere l’incontro molto velocemente, ma in questo modo mi prendo dei rischi: salto dei passaggi e per esempio mi prendessi il tempo giusto sarebbe tutto molto più sicuro perchè verrebbe ammorbidita nel frattempo”

quest’ultimo appunto è una frecciatina contro Bethe Correia, che Ronda non apprezza per nulla (è riuscita a essermi antipatica quanto la Tate) e a cui ha promesso un po’ di botte.

chiude con questa frase, che manderà in visibilio i Brasiliani: “Bethe su una sola cosa ha ragione. Ha detto che i Brasiliani si meritano una cintura qui. Così ho deciso che dopo la vittoria farò in modo che sia lasciata qui, non la riporto a casa. La lascio come mio regalo al Brasile”.

Chi è l'autore

Manolo

Manolo "El ChupaCabra"

Praticante di MMA, agonista di BJJ e grappling, ottimo conoscitore delle arti marziali miste e del valetudo. Manolo "El Chupacabra" non è niente di tutto questo.

3 Commenti

  • Mah… anche questo match sarà la solita farsa, perché la spocchiosa Ronda Rousey è una ex olimpionica, quarto dan di judo, che ha iniziato ad allenarsi da bambina; mentre Bethe Correia è una modesta cintura blu di BJJ, che ha iniziato a combattere all’età di… 28 anni.
    Tutto ciò è abbastanza ridicolo e non fa che evidenziare, una volta di più, un indiscutibile dato di fatto: nelle MMA il livello medio femminile è veramente basso.
    Ragion per cui Ronda non può che vincere rapidamente.

  • Per Quel che ho visto di Bethe (2 soli match) mi dice che non ha nè il pugno per far male, nè la velocità.
    Forse ha tanta buona volontà, ma a volte non basta a sopperire un’inferiorità tecnica abissale.
    Se ci fossero AGG, direbbero che Ronda con le scapoline di Bethe ci fa un bel posacenere e con la colonna vertebrale ci suona un adagio di Albinoni…

X