UFC

Dos Anjos vs Khabib Nurmagomedov

Khabib Nurmagomedov

Finalmente il pericoloso ma “sconosciuto” Khabib Nurmagomedov ha trovato un avversario ( vi ricordate la boutate con Diaz, Melendez e compagnia danzante?) .

Finalmente il pericoloso ma “sconosciuto” Khabib Nurmagomedov ha trovato un avversario ( vi ricordate la boutate con Diaz, Melendez e compagnia danzante?) .

Khabib Nurmagomedov

Credit: Bruce Fedyck-USA TODAY Sports

 

Sarà Rafael dos Anjos (20-6 MMA, 9-4 UFC) il suo avversario e l’ UFC on FOX 11 di Aprile la data.

Dos Anjos aveva come avversasari un altra furia, Rustam Khabilov (17-1 MMA, 3-0 UFC) – programmato per l’UFC 170 di fine mese, ma per qualche motivo è saltato.

Parliamo del match: Dos Anjos è, secondo me più pericoloso di quanto il suo ranking (#11) e il score in UFC dicano. Arriva da 5 vittorie consecutive (tra cui Mark Bocek, Evan Dunham e Donald Cerrone).

Khabib Nurmagomedov (21-0 MMA, 5-0 UFC) per ora ha incontrato solo avversari fuori dai top ten, ma se li è macinati tutti e oltre a essere imbattuto sta scalando la classifica dei pesi leggeri ( è in 9 posizione. Anche lui ha scalpi importanti (Thiago Tavares, Abel Trujillo, Jorge Masvidal e Pat Healy – e Vinc Pichel – per suplex!!).  Khabilov, ex campione dell’M-1 si allena alla American Kickboxing Academy.

 

Chi è l'autore

Manolo

Manolo "El ChupaCabra"

Praticante di MMA, agonista di BJJ e grappling, ottimo conoscitore delle arti marziali miste e del valetudo. Manolo "El Chupacabra" non è niente di tutto questo.

14 Commenti

  • Chupa che confusione! Gli articoli sui russo-daghestani te li dovrei scriver io :)
    Hai sovrapposto Khabib Nurmagomedov a Rustam Khabilov, so che sono amici e si stimano(uno ce l’ho tra i contatti su Face Book) ma sono molto diversi.
    Thiago Tavares, Abel Trujillo, e Pat Healy li ha Battuti Khabib, che è membro della American Kickboxing Academy. Vinc Pinchel e Jorge Masvidal sono stati battuti da Rustam che si allena invece con Greg Jackson.
    Entrambi hanno progressivamente cambiato il loro modo di combattere nei primi match in UFC. Abbracciando un game plan più strategico e oculato.

  • Muah ah ah, Bepo! Chupa mi è andato in confusione, dopo l’addio di Teodoro, non si è più ripreso, sul fronte ex cccp!
    Comunque mi suggeriresti qualcosa per farmi piacere questi fighter? Quando leggo i loro nomi mi viene una sorta di sindrome depressiva. Ma perchè?
    A dei miei amici viene quando fanno vedere in tv i telefilm/film tedeschi. Anche qui, ma perché?

  • loo grande bepo!
    hai ragione su tutta la linea. accetto la tua candidatura :-)
    e faccio il mea culpa, andando a memoria pur sapendo che è bacata e sapendo che i daghestani mi affaticano ancora di più..

    Come dice Rogier Teodoro non mi telefona più e sono un po’ triste…

  • Dave, Rogier, Chupa vi lovvo tutti e tre. Fra poco vado a cercare un sambista(NON E’ UNO SCHERZO!)e vi dico. Quando torno ti rispondo Rogier.

  • L’incontro di Rustam Khabilov vs Rafael dos Anjos ad UFC 170 sarebbe saltato a causa di un infortunio alla mano del fighter russo che ha postato la foto su facebbok col tutore al pollice fasciato; ecco perchè il brasiliano ora dovrà combattere ad aprile con l’atro lottatore caucasico.

  • Per tornare ai fighter, è una fortuna che questi atleti abbiano cominciato a prendere la via del nuovo continente. La scuola asiatico-russa è una delle principali nelle arti marziali, era troppo importante per restare fuori, un vero peccato visto che storicamente ha avuto ed ha una delle maggiori tradizioni nella lotta. Il Sambo nato come arte marziale per l’armata rossa si è poi evoluto in sport, ed è da un secolo che fonde le tradizionali arti asiatiche ed europee. Di sicuro sin dall’inizio chi l’ha creato ha combinato la lotta al judo: Vasili Oshchepkov,uno dei due fondatori, ad esempio fu allievo proprio di Jigoro Kano. Quindi probabilmente nel S. possiamo trovare elementi che nel judo come lo conosciamo oggi si sono persi. Basti pensare all’esperienza evolutasi parallelamente in Sud America col Maetro Maeda che ha dato avvio al Jiu Jitzu in Brasile. Anche se nell’arte marziale russa per antonomasia non so di preciso quando si sia sviluppata la variante ‘combat’ che include i colpi.
    Poi se si guardano i video di tornei di Combat S. ci si può accorgere di quanto lo scontro sia realistico, seppur regolato. Ho visto decine di incontri su Youtube e tutti sono stati davvero interessanti. Gli atleti si dimostrano sempre molto combattivi anzi impetuosi. E devo dire che almeno all’inizio anche in UFC lo sono stati, vedi Khabilov vs Pinchel o Nurmagomedov vs Tavares. Del resto una delle caratteristiche di Fedor non era quella di avanzare sempre come un leone?
    Per adesso sono degli outsider, ma probabilmente si ritaglieranno sempre più spazio. Non ultimo il discorso culturale. Questi ragazzi, tutti provenienti dal Daghestan, sono la prova evidente che l’Islam non esporta dei barbuti oscurantsti che si fanno saltare in aria in mezzo a una folla di innocenti. Infatti pur essendo legati alla loro identità a un tempo russa e islamica, proprio negli USA, sono perfettamente integrati. Questo è il dato interessante, anche un fervente musulmano che ringrazia Allah(che poi vuol dire Dio)alla fine dell’incontro, può essere un ragazzo moderno e scanzonato che entra con una maglietta spiritosa e posta le sue foto degli allenamenti in palestra e delle uscite al pub con gli amici.

X