UFC

UFC 146? Si può fare di meglio

UFC 146? Si può fare di meglio 1

Edoardo, tecnico di pallanuoto nonche fan delle MMA. Mi manda un articolo sull’ Ufc 146 che ho il piacere di pubblicarlo sul sito

UFC 146? Si può fare di meglio 2

Qualche tempo fa ho iniziato una corrispondenza con Edoardo, tecnico di pallanuoto (suo il sito http://spreadingwaterpolo.blogspot.it/ ) nonche fan delle MMA. Mi manda un articolo sull’ Ufc 146 che ho il piacere di girare qui sul sito, per il punto di vista interessante.

I fan più recenti (che vedono le MMA dal 2010 in poi), cosa ne pensano? Concordano con Edoardo?

UFC 146? Si può fare di meglio

Da poco più di un anno appassionato di MMA, seguo con molta attenzione ogni evento che UFC propone, e devo dire che i sentimenti sono contrastanti: a volte mi impressiono per le qualità atletiche di questi lottatori, forti, resistenti, elastici; altre volte vivo momenti di perplessità come nel caso dell’ultima manifestazione, impeccabile nel contorno e certamente prevedibile nelle conclusioni di “Patron” Dana Withe, che altro non avrebbe potuto se non dire che questo 1-4-6 è stato straordinario.

Bè, a me non è sembrato affatto. A parte l’eccezionale armbar di Struve, che seguo con attenzione, devo dire che mi sono appassionato meno del solito. Dalla sua vittoria contro CroCop sono sempre attento quando in gabbia c’è Roy Nelson, ma l’abbattimento dell’avversario (pur di valore) con un solo, spettacolare senza dubbio, sganassone, non è che mi abbia fatto sobbalzare dalla sedia.

Miocic batte del Rosario in un incontro che non passerà forse alla storia, mentre sono contento della vittoria di Varner su un Edson Barboza che a discapito del pedigree ha saputo mandare a destinazione qualche bel calcio ma le ha prese di santa ragione, come se appartenesse due categorie sotto rispetto l’avversario.

Ma veniamo a2 Main Event: Cain Velasquez ha domato un Piede Grande reso cieco dal suo stesso sangue, che gli inondava gli occhi e gli impediva di difendersi. Non dico che avrebbe vinto, ma di certo il match avrebbe potuto vivere qualche sussulto in condizioni normali, invece mi sono dovuto sorbire un incontro di una piattezza mortifera. Che dire poi di JDS che batte Mir? L’americano alla fine ha riconosciuto grande velocità nei movimenti del campione, ma vorrei esporvi una mia modesta teoria: non è invece che sia solo Mir ad essere andato al rallentatore, con quella pancetta in più che non ricordavo avesse?

Morale della favola, per non essere frainteso: riconosco il valore di questi grandi campioni e MMA è un amore a prima vista che rispetta le attese, ma non questa volta. Per intenderci non mi schiero tra i tifosi che se non c’è un KO spettacolare non si divertono: ricordo certamente alcuni abbattimenti, come quelli di CroCop e di Belfort su Wanderlei, ma apprezzo tantissimo quella gara di tattica che spesso si gioca a terra e per questo motivo sono le vittorie di Emelianenko o dello stesso Mir ad avermi attratto di più.

Certamente il mio post non troverà il consenso di tutti, ma credo che oltre ad essere innamorati si debba anche essere critici, così come sono sicuro che quando si scrive lo si fa anche per leggere in risposta pareri contrari.

Un Cordiale saluto a tutti

Edoardo Osti

Tecnico di Pallanuoto e blogger su http://spreadingwaterpolo.blogspot.it/

Chi è l'autore

Manolo

Manolo "El ChupaCabra"

Praticante di MMA, agonista di BJJ e grappling, ottimo conoscitore delle arti marziali miste e del valetudo. Manolo "El Chupacabra" non è niente di tutto questo.

14 Commenti

  • concordo in parte. cioè concordo fino ai pessi massimi. purtroppo a mio avviso ci sono due categorie che stanno vivendo una sorta di “stallo”: i light heavy weight e gli heavy weight. jones è una macchina schiaccia avversari, jds per essere un massimo è davvero veloce, oltre che preciso e potente, e intorno a questi due campioni non dico ci sia il deserto, ma quasi.
    il problema sta che i famosi “top contender” so sempre quelli. rischiarsi un giovane, potrebbe bruciarlo, o non attirerebbe gente allo stesso modo.per jds, oltre a cain velasquez chi, onestamente, potrebbe impegnarlo, impensierirlo?
    secondo me andrebbero riviste due tre cose, e forse jones dovrebbe passare ai massimi. buona giornata ragazzi

  • Molto interessante questo articolo, concordo sulla quasi totalità delle idee espresse, con qualche riserva. Il KO di Nelson, per esempio, il salto sulla sedia me lo ha fatto fare, così come ho trovato interessante il match di Velasquez, forse più per la brutalità delle scene che per la bellezza tecnica. L’analisi, per quanto critica (critica in senso positivo e costruttivo) è anche piuttosto obiettiva, ergo nulla da eccepire. Per quel che riguarda Mir, anche a me ha lasciato perplessa, ma vorrei aggiungere che Dos Santos è una bella bestiola da affrontare…

  • JDS ne ha ancora uno da “bruciare”. Un certo olandese mangiacavalli, che appena avrà scontato l’anno di squalifica perderà (molto probabilmente) anche lui, forse riuscendo a regalarci qualche emozione in più. Dopodichè anche Jon Jones avrà davvero finito gli avversari in LHW, salirà negli HW e ci sarà quello che poterebbe essere davvero l’incontro della storia per l’UFC.
    Il problema è: nel frattempo, che faranno questi due? A meno che non spunti qualche giovane bravo (ma non ne ho visti di papabili negli incontri preliminari), si prospettano mesi di noia per i “cinturati” UFC

  • l’articolo è scritto bene ma nn lo condivido per niente,nn capisco,che senso ha criticare un evento in questo modo,poi come sarebbe che nn ci sono tattiche o strategie come fedor e mir!??jds è il piu grande stratega della divisione ha fatto tutto senza un errore,mir è sempre stato lento!!cain è l’unico al mondo che va di gnp senza sedersi a terra nella guardia avversaria,mai!!sta sempre in piedi e l’avversario viene rimesso giu ogni volta che tenta di scappare,oltre che malmenato a sangue,per fare ciò ci vuole tattica,cardio e lotta ai massimi livelli!!miocic e del rosario sono due ragazzi di 110kg bravi in tutto(del rosario un po’ meno a terra)gran cardio,gran mento,giovane età!!nn capisco dove sta l’errore in questa card,mir e fedor piu tattici di questa gente??mir ha tutte vittorie nel primo round quasi,è molto piu istintivo di quanto si pensi e ha sempre affidato le sorti dei match al suo talento,idem fedor,perchè scambiare con mirko in piedi e con nog a terra nn è una gran tattica,,ma se si ha il talento fuori dal comune si fa questo e altro!!per me la card è stata prevedibile nei risultati,ma nn per questo è difettosa anzi,cosa c’è di male se le cose vanno come dovevano andare!!??poi nn facciamo tragedie per la mancanza di contender,gsp 2 anni fa doveva passare ai medi secondo il mondo intero,ora tra l’infortunio e gli ultimi sviluppi si trova almeno 3 nomi validi,piu altri tra qualche mese!!succederà anche a jones e pure a dos santos,visto che cain è gia stato scelto per il rematch!!ragazzi la boxe esiste da 100mila anni negli ultimi 5-6 si sente parlare solo di floyd,pacquiao e i fratelli klitscho,l’mma esiste da pochissimo tempo e gia ci lamentiamo!??!!

  • Scusate ma a me piacciono gl’incontri con gli Happy end.E all’UFC 146 se ne sono visti parecchi.E’ questo che vuole il pubblico pagante.Se poi a qualcuno piace una vittoria ai punti, va bene.Per me e’ anche molto importante l’intensita’ dell’incontro.Seno’ rischio di addormentarmi.
    Pero’ e’ anche vero che molti incontri ad alto livello possono sembrare noiosi ma se uno osserva attentamente i due avversari capisce che si annullano perche’ sono molto tecnici.

    Concordo con Emanuele.JJ deve passare agli HW per rendere piu’interessante gli HW e gli LHW.
    Pero’ io penso che rimarra’ ancora un po’ negli LHW.

  • Ciao a tutti, vorrei rispondere a crocop.
    Io non ho detto che non ci sono tattiche alla Emelianenko o Mir, solo ho cercato di definire il mio approccio all’incontro, ovvero che non è necessario un ko travolgente per farmi stare bene, mi piace anche un incontro che finisca in tapout.
    Detto questo JDS mi piace assai, infatti Mir dice bene una cosa: JDS è stato bravo a fare il combattimento che vuole lui e non quello che voglio io.
    Nella pallanuoto o nel basket si parlerebbe di timing, cioè di “gestire l’orologio della gara”: inutile se sei più veloce nei contropiedi, se poi non te li lascio fare e ti faccio giocare alla mia velocità.

    Detto questo, la mia critica non era alla manifestazione in sè ma al significato di grandezza che Mr Dana White ha voluto dare.

    Oh, ovviamente sto monitorando uno dei miei idoli, Roy Nelson, per vedere se come Sansone perderà la forza pedendo ciccia oppure se quando si vedranno gli addominali saprà dare gli stessi cartoni come l’ultimo … :)

  • va be ma dana esgaera sempre questo evento nn fa eccezione!!:Dper me cmq hanno fatto na gran cosa,considerenado che un anno fa la strikeforce era riuscita a mettere 8 hw di livello tutti insieme e si era mostrata una rivale credibile(almeno per i pesi massimi),l’ufc in un anno ha risposto alla grande,prima la compra,poi organizza in poco tempo una super card,e nonostante la cazzata di overeem riesce ad aggiustarla mantenendo nomi di un certo livello!!e tutti i match chiusi in massimo 2 round!!!inoltre roy nelson nn perde i suoi poteri,anzi è tornato bello grasso(4 kg in piu rispetto all’ultimo match) e infatti ha rivinto!!!fat roy is a happy roy!!

  • Non è questione di UFC 146….Quasi tutti gli eventi con pesi massimi terminano prima del limite,mani troppo pesanti….. La tecnica pura si vede in altri pesi… Ogni categoria ha le sue caratteristiche…Premesso ciò abbiamo cmq visto un Striking di livello altissimo da parte di JDS ed una lezione di alto livello di g a p da parte del messicano…Quindi tanto di cappello

  • Ciao Edoardo ovviamente ognuno ha la sua idea e io rispetto molto la tua ma, anche io, devo dissentire.
    Principalmente perché spesso gli eventi UFC finiscono ai punti o con incontri di Kickboxing molto strategici e per questo poco avvincenti mentre in questo caso hanno avuto tutti quanti “il botto”.
    Inoltre c’erano a mio parere tante carte in tavola soprattutto sul piano futuro: Cain doveva far capire quanto è determinato, Miocic e Del Rosario dovevano far capire che valore possono avere nella division, Nelson doveva far capire se si ricorda come si fa a vincere; JDS doveva far capire se può aprire un ciclo oppure sarà un campione da un paio di difese con quasi tutti gli ultimi HW.
    Se poi vai cercando il grande scontro tra Jutsuoka, non lo hai trovato ma anche la categoria è sbagliata, quasi tutti i massimi hanno abbandonato un monolitico JJ e imparato a utilizzare tanto striking.

    Cmq grande Edoardo, vieni più spesso a scrivere sulle nostre pagine :-)

  • bah non so. magari il fatto che cìerano 5 match di massimi che si sa che è una categoria un pò particolare e ballerina.
    Poi le mma stesse sono molto particolari. Con sti guantini cambia tutto in un attimo.
    Poi comunque è uno sport e non una rappresentazione teatrale. Gli atleti sono spesso infortunati ecc ecc…
    A me il livello è sembrato comunque alto e il mio interesse è sempre enorme. Sicuramente perchè io la guardo con un occhio anche da atleta e non solo da fan.

  • L’UFC non può essere sempre come quella 140 che è stata a dir poco strabiliante. Inutile ricordare tutti quei match.
    Spesso, molto spesso, però è capitato che i prelims siano stati più divertenti e qualitativamente più interessanti dei match della main card.
    Ed i vari Ufc on Fox e on Fuel TV ci hanno dato degli incontri notevoli oltre ad aver messo in luce tanti nuovi fighter che contribuiscono ad accrescere il livello delle MMA e il numero dei lottatori delle nuove generazioni.

  • Intanto ringrazio Dave Blizzard per il bel post, non mancherò di scrivere ancora!
    Quel che mi ha colpito è stato l’intervento di White nella Press Conference, in cui mi è parso mettesse quasi le mani avanti.
    Impressione mia, ovvio. Ma vi faccio una considerazione da neo arrivato: MMA è spettacolare di per sè, per il suo contenuto, per il contorno, per la velocità con cui cresce. Ha dinamiche business molto interessanti che forse creano inimicizie da parte di chi potrebbe vedere la propria popolarità minata(NBA? NFL?): di conseguenza UFC potrebbe avere il fucile spianato contro, e da qui la necessità da parte di White di far passare per unico un evento che non giudico straordinario.
    D’accordo con Lorenzo, nella MMA cambia tutto in un attimo, ed è una delle cose che mi attrae di più. Ma non è successo tra JDS e Mir: mi sembrava una delle troppe partite di pallanuoto dove il più forte controlla tranquillamente l’avversario, e si capisce già da subito che non ci sarà un risultato a sorpresa. Ripeto, bravo JDS, che a me piace molto per come sa imporre il proprio gioco, è una caratteristica di rarissima intelligenza sportiva. Ma forse Mir era solo sulla carta capace di ribaltare i valori in campo: una volta nell’ottagono mi è parso lontano anni luce da quello che Rogan ha sostenuto prima dell’incontro, cioè il miglior Mir di sempre.
    Buona notte a tutti!

    • Ahah… Rogan dice SEMPRE è nella “forma migliore” e anche “l’incontro più importante della sua carriera”; ovviamente non c’è da crederci; d’altro canto Mir è davvero uno dei pochi HW che si inventa la sottomissione “della domenica” grazie alla sua grande tecnica.

X