Bellator MMA MMA USA News & Media

BELLATOR 207+208: BADER VS MITRIONE & FEDOR VS SONNEN

Lorenzo
Scritto da Lorenzo
L'UFC, il Bellator e la BOXE sono in esclusiva su DAZN.Gratis un mese di prova. CLICCA QUI

Questo venerdì e sabato ritorna il Heavyweight World Grand-Prix di Bellator con due eventi back-to-back. Prima dal Connecticut e poi da Nassau, New York, abbiamo nei match clou le due semifinali del torneo. Venerdì cominciano i favoriti Matt Mitrione e Ryan Bader. Finora è tutto aperto ma rispetto alla più attesa Fedor vs Sonnen, questa è sulla carta la più forte con due fighters ex-ufc che inseguono ancora  il picco della carriera. Di contrasto il sabato sera abbiamo due vecchie glorie che non hanno più tanto da chiedere allo sport all’infuori di golose borse.

Ryan Bader è il campione in carica dei 205 libbre e nonostante Matt Mitrione sia un gigante ex-NFL e con piedi veloci, molti vedono il wrestling di Bader capace di mettere in difficoltà Meathead. Nel cast della serata abbiamo anche i due veterani Roy Nelson contro Sergei Kharitonov, Lorenzo Larkin e Kimbo Slice Jr.

Lo Zar Fedor Emelianenko è stato visto allenarsi in Olanda con gente sconosciuta. Invece il Chael Sonnen che era sembrato il più motivato tra le vecchie glorie quando battè Rampage al primo turno, è ora un pò impedito dal grosso volume di lavoro come analista e commentatore per ESPN.
Qualsiasi sia la situazione siamo comunque tutti in attesa dell’ eterno destraccio alla Fedor.

Bellator 207 main card(venerdì):

Matt Mitrione vs Ryan Bader

Roy Nelson vs Sergei Kharitonov

Lorenz Larkin vs Ion Pascu

Kevin Ferguson Jr. vs Corey Browning

Carrington Banks vs Mandel Nallo

 

Bellator 208 Main card(sabato):

Fedor Emelianenko vs Chael Sonnen

Benson Henderson vs Saad Awad

Alexander Shlemenko vs Anatoly Tokov

Cheick Kongo vs Timothy Johnson

Henry Corrales vs Andy Main

 

 

Chi è l'autore

Lorenzo

Lorenzo

Lascia la tua opinione

9 Commenti

  • Si prevedono scintille in questi due match. Bader da un bel po’ fa incontri con molto acume tattico, sono curioso di vedere come se la caverà. Fedor per me vincerà facile con una delle sue palate. A che punto è il trash talking del ganster?

  • La cosa memorabile di quel destro fedoriano fu il rumore. Una cosa terribile. E sono già passati 9 anni :-(
    Mannaggia a come vola il tempo.

    • Anche a me Rib, pare ieri.
      Fedor fino a Werdum sembrava un dio intoccabile inavvicinabile. In quel periodo tra l’altro nel Tennis che seguo con altrettanta passione, c’era un altro dio mostruoso quasi omofono: Federer. E io non ci capivo più una fava. Una combinazione o un messaggio esoterico? Muuuu!

      • L’immagine voleva dire molto. Questo russo che si allenava a torso nudo nel freddo della mattina e faceva il bagno nel laghetto semighiacciato. I video degli allenamenti in stanze non dico diroccate ma povere, con materassini messi contro i muri. Era un’immagine leggendaria che andava a riprendere,magari neppure volendo, gli allenamenti intravisti su Rocky e che si erano visti, realmente, in tempi passati, ai tempi di Carnera e dei campioni che si allenavano in quegli anni lì e un po’ dopo. Mancava giusto, o forse non l’ho visto, l’immagine di lui che spaccava la legna. Mi fa strano vedere che ancora combatte, come pure ancora ci prova Anderson Silva. Prima avevo amato solo Ramon Dekkers, ( Tyson pure, ma era trasversale tra noi giovani). Quando spezzò, se non erro, Djebli fu una cosa che non avevo mai visto. Erano altri tempi. Oggi i giovani sono fortunati, ad avere tutto, o quasi, in un unico posto, per allenarsi, ad avere in continuazione nuovi video sulla rete, altro che i vhs scambiati in palestra, e ad avere organizzazioni che sono pubblicizzate e messe in onda spesso se non spessissimo. Oh, non sono un vecchiaccio. Sono entrato, mio malgrado, negli anta e ho tanti ricordi figli di una passione nata durante l’adolescenza. Riguardo al tennis, il mio mito era Ivan Lendl. Come ho amato lui, sarà che ero piccolo, nessun altro. Un gran bastardone ma fortissimo. A distanza di una vita ancora rosico per la sua sconfitta,a Wimbledon, contro un giovanissimo, ( ma io lo ero di più), Boris Becker e ancora ricordo la prima pagina del giornale sportivo il giorno dopo. Quelli sono stati anni in cui non mi perdevo un torneo. Federer è un vero fenomeno, bellissimo da vedere, ma il primo grande amore non si può dimenticare :-)

        • Bellissimo post, Rib. Spossato per una lunghissima ‘conversazione’ con la mia banca approvo ancora di più il tuo commento.
          Essendo meno giovane di te, invece il mio idolo assoluto è stato e rimarrà sempre Bjorn Borg, di cui avevo parecchi accessori: dalla racchetta (una Donnay indomabile), alla benda clamorosa per i capelli e i polsini. Ricordo quella finale e ricordo di aver visto Lendl dal vivo in una Finale (allora WCT) contro Gerulaitis al meglio dei 5 set. La chiudo qui se no faccio arrabbiare i capoccioni al vertice della cupola di Grappling Italia.

          • Grazie. Beh, i ricordi belli uno deve sempre mantenerli vivi. Pensavo lo avessi ammirato in Italia, in una delle rarissime apparizioni. Invece, fortuna tua, credo tu lo abbia visto all’estero. Due piccioni con una fava. Pure io mi facevo regalare, ero troppo giovane e con poca pecunia, magliette e racchette. Per non far arrabbiare nessuno ho già commentato Bader vs Mitrione e pure Roy Nelson. Mitrione manco ricordavo di come avesse avuto vita facile contro Lewis. Vero che sono pure passati 4 anni. Lewis che ora combatterà per il titolo UFC mentre Mitrione le becca a Bellator. Ma ci sono pure 7 anni di differenza. 33 vs 40.

  • Il main event è stato a senso unico. Bader ha avuto vita facile. Mi spiace per Big Country ma, pure qua, c’è poco da dire. Certe volte si ha un po’ l’effetto cimitero degli elefanti. Vabbè.

  • Io lo seguivo poco, perchè nella mia zona a giocarci erano solo i più abbienti parvenu, parecchio montati, quelli che d’estate sfoggiavano le le La Coste colorate.
    Mio padre mi ha sempre parlato dei vari Mc Enroe, Borg, Becker.
    Io ricordo bene la Graff, e tante altre tipo la Sabatini, la Navratilova e la poco attraente Sanchez.
    Tra gli uomini erano i tempi di Sampras e Agassi, ma non ci ho mai capito un cazzo.
    Ricordo solo che anni fa Nadal fece un’incontro durato tipo 8 ore, in cui rimase pimpante fino alla fine…
    Ma Tommy pure nell’altro articolo mentre si parlava di Volkov e Lewis hai tirato in ballo il tennis..
    Una settimana per parlare del Leprecano vs Orso Bimbo e ancora troppo poco … :D

Sonny
8 Discussions
8 Discussions
8 Discussions
Rib
8 Discussions
74 Discussions
74 Discussions
1 Discussions
Grigiosenna
8 Discussions
Sonny
74 Discussions
8 Discussions
Total discussions 33815
X