Eventi & Risultati UFC MMA USA UFC

Report di UFC Fight Night 64 Poland: Cro Cop vs Gonzaga II

Kamil Werno
Scritto da Kamil Werno

Featherweight: Taylor Lapilus (9-1) vs Rocky Lee (3-1)

Il francese Taylor Lapilus non ha avuto grossi problemi nel vincere l’incontro di apertura contro il fighter di Taiwan,Rocky Lee.I due lottatori hanno debuttato in UFC durante l’evento Fight Night 64: Krakow e fin dall’inizio Lapilus ha dimostrato di avere pieno controllo del suo avversario; Lee ha provato più volte a buttare a terra il suo rivale ma Taylor riusciva a prevedere tranquillamente le intenzioni di Rocky,che tentava inutilmente i takedown.Lapilus non è riuscito a chiudere il match prima del tempo e vince per  decisione unanime (30-27, 30-27, 30-27).

Lightweight: Marcin Bandel (13-4) vs Stevie Ray (17-5)

Il fighter polacco dei Pesi Leggeri Marcin Bandel (8° nel ranking polacco) dovrà riflettere sul suo bilancio UFC di 0-2.Il 4 Ottobre 2014 l’atleta della città di Lodz,aveva debuttato in UFC contro Mairbek Taisumov (23-5) presentando il suo record di 13 vittorie,di cui 12 per Submission; nella serata di Cracovia ha sfidato lo scozzese Stevie „Braveheart” Ray,veterano di Cage Warriors e BAMMA,senza però trovare la strada della vittoria.„Braveheart” non ha avuto problemi nel difendersi dagli attacchi alle gambe che il polacco cercava di portare a termine e,sul finire del 1° round,Bandel resiste per 10/12 secondi al tentativo di arm triangle da parte di Stevie: lo scozzese ci mette tutta la forza possibile ma il polacco resiste,probabilmente aiutato dal tifo imponente della Tauron Arena.Nel 2° round Ray riesce a colpire in modo preciso il polacco,che cade a terra e subisce un violento gnp.Stevie Ray vince per TKO (pugni) – Round 2, 1:35.

Women’s Strawweight: Izabela Badurek (5-3) vs Alexandra Albu (2-0)

Nel 1° round la fighter debuttanteUFC di Mosca Alexandra Albu,è riuscita a portare a segno diversi pugni sul volto dell’altra debuttante polacca UFC durante la lotta in piedi che,a sua volta,cercava di accorciare la distanza,lavorava sul clinch e tentava più volte di portare a terra Alexandra,senza però riuscirci.Izabela sembrava non avere abbastanza dinamicità e velocità durante i tentativi di takedown e Albu riusciva a difendersi bene.Nel 2° round Alexandra inizia da subito ad attaccare la Badurek,che incassa diversi colpi e non riesce a schivare le forti combinazioni della fighter di Mosca; Izabela riesce a portare a terra la sua avversaria ma lascia pericolosamente la testa libera e Alexandra Albu ne approfitta per chiudere con una ghigliottina,vincendo così per submission (ghigliottina) – Round 2, 3:34.

Heavyweight: Daniel Omielanczuk (16-5-1   1 n/c) vs Anthony Hamilton (14-4)

Daniel Omielanczuk (UFC 1-2    5° nel ranking polacco) ha sfidato il colosso americano Anthony Hamilton (UFC 2-2) in un match che sicuramente non ha regalato grosse emozioni e grande spettacolarità.Il 1° round inizia con Anthony che si lancia fin da subito con forti colpi sul polacco che,forse non aspettandosi un attacco così veloce,si “stampa” sulla parete della gabbia.Per quasi tutto il round il fighter di Seattle lavorava molto nel clinch e riusciva a portare a segno diversi colpi sul volto di Daniel da posizione dominante.Nel 2° round ancora clinch tra i due lottatori dove „Freight Train” aveva la meglio; qualche scambio tra i due e solo per un momento Omielanczuk era riuscito a  portare in modo preciso qualche colpo sul viso di Anthony,più una ginocchiata sul corpo dell’americano.Nel 3° round Daniel si ritrova ancora con la schiena attaccata sulla parete della gabbia e tra i due ci sono stati diversi colpi,dove Hamilton colpisce con forti ginocchiate mentre il fighter di Varsavia porta a segno qualche pugno sul corpo da 1,95 m di altezza di Anthony. Vince Anthony Hamilton per decisione unanime (29-28, 29-28, 29-27)

Featherweight: Damian Stasiak (8-3) vs Yaotzin Meza (21-9   1 n/c)

Damian ha firmato il contratto per il suo debutto in UFC appena 2 settimane prima dell’evento UFC Fight Night 64 di Cracovia.Stasiak (UFC 0-1   3° nel ranking polacco) è un ottimo atleta di karate e ha dato del filo da torcere all’americano,che però ha dimostrato di essere superiore al 25-enne di Lodz.L’incontro non ha avuto momenti di stallo e ci sono state numerose varianti nel corso dei 3 round.Tutti e 2 i lottatori hanno avuto diverse occassioni per poter chiudere l’incontro prima del tempo.Damian,che si allena alla United Gym,ha servito al suo avversario diversi calci sul fegato e credo che Meza quando ripenserà a quei colpi,anche tra qualche giorno,farà ulteriori smorfie di dolore.Yaotzin ha avuto anche la possibilità di chiudere il match chiudendo in submission (arm triangle).Nel 3° round è proprio l’americano che attacca maggiormente e riesce a guadagnare punti portando a terra il polacco,che deve ammettere la superiorità del suo rivale.Vince Yaotzin Meza per decisione unanime (30-27, 29-28, 29-28).

Welterweight: Sergio Moraes (9-2) vs Mickael Lebout (13-4-1   1 n/c)

Il match non inizia in maniera dinamica.Molto studio tra i 2 e vengono esplosi solamente colpi isolati: il 1° round viene vinto dal 32-enne brasiliano Sergio,che riesce a portare a terra il francese acquistando così i primi punti utili per la vittoria.Nel 2° round il 27-enne di Parigi,Mickael Lebout,capisce che deve ataccare di più se vuole vincere l’incontro e lo fa colpendo diverse volte il brasiliano in maniera precisa.Nel 3° round Moraes porta a segno qualche colpo e subito dopo porta a terra Mickael; Sergio mostra la sua superiorità nella lotta a terra: prima riesce ad andare in monta,poi in side control e infine tenta la submission vincente senza riuscirci.Vince Sergio Moraes decisione unanime (29-28, 29-28, 29-28)

Middleweight: Bartosz Fabinski (12-2) vs Garreth McLellan (12-3)

Fino a questo momento nessun tifoso polacco aveva motivo di essere contento o soddisfatto,visto che nessun fighter “di casa” aveva ancora ottenuto una vittoria.L’attesa era lunga ma finalmente è arrivato l’atleta che ha spezzato la serie di sconfitte dei polacchi: parliamo del 28-enne Bartosz Fabinski (UFC 1-0  4° nel ranking polacco).Il rappresentante della palestra S4 Fight Team ha tenuto sotto controllo il suo avversario per tutta la durata dell’incontro.Ha portato Garreth a terra numerose volte e continuava i suoi attacchi con pesanti gomiti che il Sudafricano,veterano della promotion Extreme Fighting Championship,cercava di schivare.Fabinski è stato efficace durante tutti i tentativi di atterramento seguito da colpi che hanno portato punti preziosi e deciso la vittoria del polacco. Vince Bartosz Fabinski per decisione unanime (30-27, 30-27, 30-27)

Welterweight: Seth Baczynski (19-13) vs Leon Edwards (9-2)

Avete letto il titolo di questo match? Allora dovete sapere che il tempo impiegato a leggerlo è esattamente lo stesso della durata dell’incontro…esattamente 8 secondi! Seth “The Polish Pistola” Baczynski è nato il 26 Ottobre 1981 a Kauai (Hawaii),ha origini polacche ma non è riuscito a regalare una vittoria ai suoi tifosi.Arrivava da 2 sconfitte consecutive: la prima contro Thiago Alves (UFC on FOX 11 – 19 Aprile 2014) e la seconda con Alan Jouban (UFC Fight Night – 16 Agosto 2014).Leon Edwards è nato il 25 Agosto 1991 a Kingston (Jamaica) e sul conto UFC presentava un record 0-1  perchè,nel suo debutto del 8 Novembre 2014 a UFC Fight Night 56,aveva perso contro Claudio Henrique da Silva.L’incontro comincia…Leon tiene la guardia,si avvicina a Seth e lo colpisce con un potente destro,poi un’altro pugno quando Baczynski è già a terra: colpi che non danno via di scampo a “Polish Pistola”.Vince Leon knockout (pugni) – Round 1, 0:08

Women’s Strawweight: Joanne Calderwood (9-1)  vs Maryna Moroz (6-0)

La 29-enne scozzese Joanne Calderwood,era sicuramente la favorita rispetto alla debuttante ucraina di 23 anni Maryna Moroz: Joanne ha vinto il TUF 20 con la vittoria su Seo Hee Ham(15-6) per decisione unanime. Maryna è entrata molto decisa nella gabbia ed era disposta a tutto per non macchiare il suo record immacolato.Il match termina nel 1° round,dove Maryna Moroz vince per armbar submission (armbar) – Round 1, 1:30.

L’esultanza della fighter di Volnogorsk era alle stelle.Ha corso intorno lungo tutto il perimetro interno della gabbia per poi sedersi  e urlare in direzione di Joanna Jedrzejczyk,che era seduta in prima fila.La Campionessa polacca,inquadrata dalle telecamere,ha ricevuto un caloroso saluto dal pubblico della Tauron Arena mentre Maryna è stata coperta da fischi durante l’intervista realizzata dentro la gabbia.Moroz vorrebbe sfidare Joanna per il Titolo ma credo che sia troppo presto anche solo per parlare di questo ipotetico match.

Welterweight: Pawel Pawlak (11-1) vs Sheldon Westcott (8-3-1)

Pawel Pawlak è l’altro fighter della bandiera bianco-rossa che porta a casa una vittoria per il pubblico polacco.Il fighter della Gracie Barra Lodz ha debuttato già a UFC il 31 Maggio 2014,perdendo contro Peter Sobotta per decisione unanime ma,dopo una preparazione fisica adeguata e un percorso fatto insieme ad un mental coach,è tornato per confermare le sue vere capacità contro il canadese Sheldon Westcott.Sheldon inizia il match andando in clinch e tenta varie volte di portare a terra il polacco ma Pawel si difende bene e riesce a rimanere in piedi.Nel 1° round si vedono molti momenti di clinch dove Pawlak,anche con la schiena attaccata alla gabbia,riesce a portare a segno diverse ginocchiate sul corpo di Westcott.A un minuto e mezzo dalla fine Pawel riesce a portare a terra il canadese ma senza importanti sviluppi per l’incontro.

Nel 2° round il fighter di Lodz colpisce bene con il ginocchio il suo avversario ma non continua il suo attacco con altri colpi decisivi,così Sheldon sceglie l’opzione clinch e porta il suo rivale contro la rete della gabbia: Pawel però non rimane passivo e colpisce con gomiti il volto di Sheldon.Verso la fine del round Pawlak si sveglia e attacca in modo deciso con serie di calci,pugni e ginocchiate…a questo punto Westcott cade a terra e incassa altri pugni ma si rialza per poi essere portato di nuovo a terra dal polacco.

Arriva il 3° round che Pawlak inizia con un forte gancio destro,seguito da altri pugni sul volto dell’avversario,che a sua volta cerca di difendersi accorciando la distanza andando in clinch: il pubblico non gradisce più questa difesa del canadese e copre la Tauron Arena con i fischi. Pawel continua a colpire con i gomiti e porta a terra Westcott andando in side control dove,usando gomiti e pugni,conferma ancora di più la meritata vittoria.Pawel Pawlak vince per decisione unanime (29-28, 29-28, 29-28)

Light Heavyweight: Jan Blachowicz (18-4) vs Jimi Manuwa (15-1)

Incontro molto atteso quello tra Jan Blachowicz e l’inglese Jimi Manuwa.L’atleta 32-enne polacco della Ankos Zapasy Poznan affronta un pesante strinker che,prima del match,presentava 14 vittorie di cui 13 per KO/TKO; Jan sapeva di dover stare attento alle pesanti mani di Jimi; prima dell’incontro aveva dichiarato di voler combattere in piedi e,solo in caso di difficoltà,avrebbe portato a terra Manuwa.L’incontro è durato per tutti i 3 round dove Blachowicz non riusciva a dettare il suo ritmo e il suo stile sull’ avversario; Jimi risultava più attivo e attaccava con diverse combinazioni di calci-pugni metre Jan si limitava a rispondere con colpi singoli che non creavano grossi problemi all’inglese.Manuwa era più efficace nei clinch e,con Blachowicz attaccato con la schiena alla rete della gabbia,colpiva con diverse ginocchiate la coscia e il ginocchio dell’atleta di Cieszyn: gli ultimi 10 secondi prima della fine del match sono stati quelli dove i due atleti hanno scambiato in maniera forte e decisa cercando forse un KO spettacolare o per guadagnare altri punti per ottenere la vittoria.Vince Jimi Manuwa per decisione unanime (30-27, 30-27, 29-28)

Arriviamo ora al Main-event: MIRKO “CRO COP FILIPOVIC” vs GABRIEL GONZAGA II

Breve video poco prima del match

Heavyweight: Mirko “Cro Cop” Filipovic (31-11-2   1 n/c) vs Gabriel Gonzaga (16-10) II

“Stasera,devo vendicare la mia prima sconfitta”: questo deve aver pensato il croato prima di questo incontro.Il re del high-kick torna nell’ottagono UFC e lo fa vincendo al 3° round contro il brasiliano Gabriel Gonzaga che,dopo il main event di Cracovia,incassa la sua 3° sconfitta consecutiva.”Napao” nei primi 10 minuti ha dominato pienamente sul veterano del Pride,mostrando maggiore attività e iniziativa nell’attacco.”Cro Cop” nei primi 2 minuti dell’incontro rimaneva in attesa del suo avversario e non proponeva nessuna iniziativa sul suo rivale; nel 1° e 2° round ha portato a terra Gonzaga ma senza creare grossi problemi al grappler brasiliano,che riusciva a controllare gli attacchi di Mirko.Gabriel tenta anche di finalizzare il croato ma senza riuscirci.Filipovic arriva al 3° round (dei 5 previsti)  dando l’impressione di non riuscire a portare a casa la vittoria: come dovevano sentirsi all’inizio del 3° round i tifosi croati arrivati numerosi alla Tauron Arena? Questo possiamo solo immaginarlo ma sicuramente al minuto 3:20 sono esplosi di gioia (sia i croati che tantissimi altri che tifavano “Cro Cop”) quando nella fase di clinch, Mirko colpisce con forti gomitate il volto del brasilaino,che cade a terra e riceve altri potenti colpi che dichiarano il risultato del match: vince  Mirko Filipovic TKO (colpi) – Round 3, 3:20

Riassunto della conferenza stampa dopo UFC Fight Night 64 Krakow. Gabriel Gonzaga era assente in quanto ha dovuto farsi medicare all’ospedale.

IMG_3325

DAVID ALLEN:

IMG_3316

– Gabriel Gonzaga è dovuto andare all’ospedale

– Si è congratulato con Steven Ray per l’ottimo debutto

– Ora la concentrazione è sull’evento di Berlino poi verranno comunicati altri dettagli sul quello in Scozia

– I tifosi polacchi sono tra i più preparati per quanto riguarda l’ MMA

– Per l’evento di Cracovia sono arrivati tifosi da 31 Paesi

– L’UFC vuole tornare in Polonia l’anno prossimo

– Fight Pass funzionerà ancora in Polonia

MIRKO FILIPOVIC:

IMG_3323

– Ha fatto quello che doveva perchè era preparato molto bene

– Questo era tra gli incontri più importanti della sua carriera.

– Gonzaga era un avversario difficile

– Il piano era di arrivare al 3° round e provare a batterlo

– Fiero di sè e del suo team

– Non sapeva di quanto era grave il suo taglio, ma nel 2° round il mio team mi ha detto che dovevo aumentare il ritmo se no l’arbitro avrebbe fermato il match

– Sapevo che questo incontro non sarebbe durato fino al 5° round

– Secondo lui 2 incontri con Gonzaga bastano

– I gomiti nelle MMA sono delle armi molto pericolose

– Non pensava al tifo durante l’incontro ma grazie ai tifosi è stata una serata stupenda

– Non è completamente favorevole riguardo all’accordo tra Reebok e UFC. La qualità è ottima ma è tutta questione di stabilire il guadagno del fighter.

– Non pensa al suo prossimo avversario.Prima vuole tornare a casa e curare definitivamente tutti i piccoli infortuni che ha subito durante gli allenamenti

JIMI MANUWA:

IMG_3291

– Era sicuro di aver vinto i 3 round ma per lui era una novità lasciare la decisione ai giudici

– Una settimana prima del match,il medico gli ha detto di non combattere ma lui non voleva perdere questo appuntamento

– Indipendentemente dal suo stato di salute,vorrebbe combattere quest’anno almeno 2 volte con qualcuno dei TOP 10

– Ha combattuto con i legamenti del ginocchio danneggiati e per questo dovrà essere operato

– Nel secondo round ha acquistato maggiore sicurezza e poteva attaccare Jan a piena velocità

– Passa molto tempo nel migliorare la propria tecnica, movimenti del busto ma per un mese e mezzo non riusciva ad allenarsi pienamente

JAN BLACHOWICZ: 

IMG_3288

– Prima dell’annuncio del risultato,pensava di aver vinto lui

– Deve vedere il match ancora una volta e capire cosa è andato storto

– La tattica era quella di colpire e cercare di portare a terra

– Forse in futuro riceverà ancora una possibilità ma non vuole insistere

– Era sorpreso del grande tifo

– Crede che tutti i polacchi torneranno a combattere ancora più forti di prima

– Nno ha avuto modo di usare la sua arma segreta,come aveva anunciato prima dell’incontro

– Vorrebbe che il suo prossimo avversario fosse di alto livello e forte come Jimi

PAWEL PAWLAK:

IMG_3305

–  A Berlino era sconfortato a causa degli infortuni e da altre cose  ma ora il team e gli allenatori hanno fatto in modo che lui abbia la giusta fame di combattere

– Voleva farlo soprattutto per sè stesso,la famiglia e il suo team

– Contento del suo match ma contava di battere Sheldon già nel 3° round

– Crede che UFC sia la sua casa

– Verso la fine del 2° round sentiva di essere stanco ma nel 3° si è ripreso e ha accelerato

MARYNA MOROZ:

IMG_3294

– Ha lanciato la sfida a Joanna Jedrzejczyk per sfidarla: è quello che ha urlato dopo la sua vittoria dalla gabbia

– Secondo lei non è troppo presto per chiedere un match per il Titolo

– Crede di poter battere Joanna

– Jedrzejczyk forse non si aspettava un risultato così del suo incontro

– Vorrebbe che il prossimo incontro fosse per il Titolo

 

Per completare tutte le informazioni legate al primo evento UFC in Polonia,aggiungiamo che la più grande promotion di MMA del mondo ha reso pubblica la notizia,solamente il giorno prima dell’evento – 10/04/2015,di aver firmato un contratto di 4 anni con il Canale tv “Extreme Sports Channel”.Una grande parte di pubblico polacco,che non era riuscita a partecipare di persona all’evento,poteva vedere comodamente in tv gli incontri proposti dall’UFC. Una parte di tifosi avrà giustamente pensato: “Nel caso io non avessi una tv (oppure nel mio pacchetto tv non ci sia il Canale in questione) posso comprarmi la visione su Fight Pass” …. qui è nato un piccolo problema,perchè chi ha pensato di vedere tutta la fight-card sul pc,ha avuto la brutta sorpresa di vedere bloccata la trasmissione per tutta la durata della Main-card: non sono state date notizie o spiegazioni ufficiali su quanto accaduto.Le persone che hanno pagato Fight Pass,come devono sentirsi quando,dopo tutta la preliminary-card,non possono vedere la main-card? (La notizia è stata data dal portale “mmanews.pl” e si parla principalmente di blocco della trasmissione Fight Pass su territorio polacco: non si parla di altri Stati.Cercheremo di capirne di più e aggiornarvi su questo tema).

Chi è l'autore

Kamil Werno

Kamil Werno

Responsabile della sezione Est Europa, Kamil è famoso su grappling-italia per il suo occhio: i fighter di cui parla oltre ad appassionare diventato sempre dei campioni !

3 Commenti

  • A me il match di Manuwa ha fatto pena! Mi sembrava una torta, raramente ho visto di peggio. Poi ho saputo che Manuwa ha combattuto da infortunato.
    La ragazza ukraina mi ha impressionato, è leggermente fuori di testa, quel tanto che basta, buffissima nel chiedere a Joanna il match. A me cmq Joanna sembra per il momento molto superiore.
    Di Mirko e di Gonzaga ho già scritto. Mirko ha fatto un match molto sornione ma molto intelligente, Gonzaga l’avevo visto molto bene se non benissimo fino alla gomitata fatale.

  • Ho aggiunto ora nel report il video dell’intervista di Sergio Moraes.Parlando del match Blachowicz- Manuwa volevo dire che Jan poteva tranquillamente vincere ma ha combattuto con il freno a mano tirato: niente attacchi decisi,low kick pochi,poche combinazioni…però sono stra-sicuro che nel prossimo incontro cambierà totalmente: a Cracovia non era lui.Ho letto che sul suo profilo Facebook chiede scusa a tutti,perchè era sicuro di essere in vantaggio ai punti e lui stesso non sa il motivo per cui la pensasse così.Ha scritto che quasi sicuramente tornerà a combattere tra 3 mesi.

X