MMA USA UFC

Accordo UFC-Reebok: cosa vuol dire

Accordo UFC-Reebok: cosa vuol dire 1

Ieri sera era trapelata la notizia che tra l’UFC e la Reebok si era chiuso un accordo sulla sponsorizzazione. oggi sono state chiarite molte cose:

Accordo-UFC-reebok

Ieri sera era trapelata la notizia che tra l’UFC e la Reebok si era chiuso un accordo sulla sponsorizzazione. oggi sono state chiarite molte cose:

Ecco un comunicato ufficiale (tradotto da me)

“L’UFC ha annunciato una partnership di 6 anni con la Reebok, che è cosi’ diventata la fornitrice ufficiale delle divise nonche dei prodotti commerciali.

L’accordo eliminerà ogni sponsorizzazione indipendente dentro l’Ottagono, e quindi i fighters non potranno più indossare tenute con altri sponsor ne durante il match ne durante la promozione per l’evento, anche se potranno avere sponsor fuori dagli eventi.

Dana White  ha confermato che tutti i profitti iniziali dell’accordo andranno direttamente nelle tasche dei 500 atleti nel roster.”

I termini finanziari dell’accordo, effettivo dal 6 luglio non sono stati dati.

Il presidente della Reebok Matt O’Toole ha iniziato la presentazione, spiegando come il concetto della Reebok di “Tough fitness” è un match perfetto per l’UFC (e il crossfit – ma questo già si sapeva). A questo punto salgono Dana White e Lorenzo Fertitta: entrambi sono felici di aver fatto fare un altro grande passo in avanti all’UFC: con divise ufficiali l’UFC si affianca a NFL, Calcio, MLB nel diventare uno sport mainstream.

Dana White promette che tutti i guadagni dell’accordo vanno ai fighter: aggiunge anche che coloro che avranno del loro merchandise Made in Reebok riceveranno un addizionale 20% dei guadagni… “Ci sono alcuni costi per gestire sta cosa, ma tolti quelli ogni centesimo va ai fighter, questo non è un accordo prendi i soldi e scappa: è l’inizio di una lunga relazione che abbiamo creato con la Reebok. Noi investiamo nei fighter loro nello sport, ha molto senso rendere i fighter partecipi di ‘sta cosa.

La struttura dei pagamenti alloca dei fundi per ogni incontro basandosi sul loro ranking. I campioni ovviamente prendono tanto, poi i fighter da 1 a 5, poi 6-10, 11-15 e fuori dai ranking. I ranking sono votati dai media e supervisionati dalla compagnia.”

Fertitta aggiunge:” I Fighter UFC potranno avere una loro linea e ricevono il 20% del merchandise con il loro nome venduto, e questo include anche quandi si ritirano…stiamo anche pensando di fare una linea “leggende” per i fighter che si sono già ritirati. Facciamo questo per elevare lo sport oltre al livello attuale: Non diversamente da altri sport in cui c’è un solo sponsor per maglietta, cosi farà l’UFC. Le divise comunque lasciano spazio all’individualità e la Reebok presenterà varie linee da questa primavera.”

Oltre a questo saranno vietati i banneroni che i cornerman piazzano alle spalle dei fighter e che l’UFC può anche negoziare UNO spazio con uno sponsor particolare su un fighter particolare per un evento particolare.

Quindi ricapitoliamo l’accordo

  • L’UFC avrà delle divise
  • La Reebok sarà lo sponsor per 6 anni
  • i soldi dello sponsor (unico) andrà in tasca ai fighter
  • I fighter non dovranno più cercarsi sponsor
  • I fighter non avranno proprio altri sponsor nell’ottagono
  • più combatti più soldi prendi
  • più alto sei rankato più soldi prendi
  • Merchandise di Royce Gracie in arrivo?

Accordo UFC-Reebok: cosa ne dicono i fighters?

Guardando i tweet sono quasi tutti felici: sia i top fighter, sia quelli in fondo alla classifica, le donne stanno impazzendo pensando di poter aver la loro linea personale!

Update: Nate Diaz (o meglio, colui che gli “rubato il cellulare”) non è particolarmente felice

Cosa ne penso io dell’accordo

come primo impatto direi che è positivo per i no ranked che avranno altre fonti di reddito e meno preoccupazione… ci sono un bel po’ di aree grigie (ranking e come questo impatterà sulla qualità dei match, dato che adesso è molto più importante essere in altro nel ranking che essere spettacolare), ma un accordo del genere potrebbe davvero portare un po’ più di cibo sul piatto dei fighter, quindi lo promuovo.

Update 2: Sembra che la cifra sia di 7 Milioni per

Update 3: Ecco il comunicato stampa ufficiale Reebok

Reebok-UFC-Dana-white-Fertitta

REEBOK ENTRA NELL’OCTAGON®
IL BRAND DEL FITNESS E IL GIGANTE MMA UFC®
FIRMANO UNA PARTNERSHIP A LUNGO TERMINE.

2 Dicembre, 2014 – Canton, MA – Reebok, marchio leader mondiale del fitness, ha annunciato oggi una partnership rivoluzionaria con UFC®, l’organizzazione più importante nel mondo delle arti marziali miste. Secondo l’accordo a lungo termine, Reebok diventerà l’esclusivo outfitter globale di UFC, creando per la prima volta abbigliamento “Fight Week gear” e un “Fight Night kit” per tutti gli atleti UFC. Reebok sarà, inoltre, il fornitore esclusivo dei prodotti UFC per i milioni di fan sparsi in tutto il mondo.

Gli atleti e gli appassionati UFC non saranno gli unici a beneficiare di questo accordo: l’alleanza tra Reebok e UFC presenta, infatti, una importante componente legata alla beneficenza. A partire dal 2015, una percentuale delle vendite dei prodotti Reebok/UFC sarà devoluta direttamente a favore di Fight fo Peace, una ONG internazionale che utilizza la boxe e le arti marziali, oltre a programmi di istruzione e sviluppo della persona, per permettere ai giovani di alcune comunità tormentate da crimine e violenza di raggiungere il loro potenziale.

“Questa partnership non è un semplice accordo di licenza,” spiega Matt O’Toole, Presidente di Reebok. “È una vera e propria collaborazione tra due grandi brand, che non solo fornirà a UFC un nuovo ed emozionante look, ma sfrutterà la portata globale di entrambi i brand per aiutare giovani in tutto il mondo, in particolare quelli a rischio di essere coinvolti nel crimine e nella violenza.”

“Insieme a Reebok, stiamo cambiando il panorama delle MMA,” dichiara Lorenzo Fertitta, Presidente e CEO di UFC. “Collaborare con un brand globale dotato di una storia così importante nel training e nel fitness avrà un valore importantissimo nel lungo periodo per gli atleti UFC e per la loro popolarità, innalzando l’importanza e la professionalità degli eventi e di questo sport in generale. Ogni atleta UFC avrà a disposizione prodotti di altissima qualità progettati, realizzati e testati appositamente per garantire le massime performance agli atleti MMA. Mai prima d’ora questo sport ha potuto beneficiare dell’influenza di un brand globale per la fase di ricerca e sviluppo di prodotti specifici per le MMA.”

La linea di abbigliamento Reebok/UFC, inclusi i prodotti “Fight Week gear”, “Fight Night kit” e i prodotti per i fan, sarà interamente sviluppata in collaborazione con UFC e i suoi atleti, inclusi gli atleti Reebok Johny Hendricks (Campione UFC dei pesi welter) e Anthony Pettis (Campione UFC dei pesi leggeri). Inoltre, gli atleti UFC collaboreranno con Reebok per sviluppare una nuova linea di abbigliamento da training specifico per il combattimento.

“Non solo le arti marziali miste rappresentano uno degli sport maggiormente in crescita nel mondo, ma si tratta anche di una disciplina che richiede una dedizione estrema per l’allenamento e un livello di fitness fisico e mentale elevatissimo. Tutto questo è evidentissimo negli eventi UFC Octagon,” spiega O’Toole. “Questa partnership solidifica la posizione di Reebok al vertice del mercato del fitness, e ci permette di raggiungere un pubblico ancora più ampio, diventando il brand più importante per più di 35 milioni di consumatori in tutto il mondo che praticano discipline come boxe, kickboxing e arti marziali miste per vivere uno stile di vita all’insegna del fitness.”

Partnership a vantaggio di Fight for Peace
La scorsa settimana, presso la Fight for Peace Academy di Londra, Reebok ha annunciato il suo impegno a lungo termine per sostenere Fight for Peace, organizzazione fondata nel 2000 da Luke Dowdney MBE, ex pugile non-professionista e Campione dei pesi medi delle Università Britanniche, e l’acquisizione di LUTA Sportswear, un brand nel mercato della boxe e delle arti marziali miste, fondato anch’esso da Dowdney per sostenere la missione di Fight for Peace.

“La nostra partnership con Reebok è incredibilmente emozionante per il presente e il futuro di Fight for Peace, e questo nuovo accordo con UFC aumenterà ulteriormente l’impatto positivo e l’influenza della nostra collaborazione,” ha dichiarato Dowdney. “Reebok e Fight for Peace credono fermamente nell’importanza del fitness (in particolare dell’allenamento al combattimento) e nell’impatto che può avere nella vita delle persone giovani, in particolare quelle a rischio di essere coinvolte nel crimine o nella violenza. L’annuncio della collaborazione tra Reebok e UFC ci permetterà di continuare a far conoscere la missione di Fight for Peace a un pubblico sempre più ampio, e di raggiungere e aiutare un numero ancora più grande di giovani a rischio in tutto il mondo.”

Per maggiori informazioni e documenti, visita Reebok News Stream su news.reebok.com
Per maggiori informazioni su UFC, visita www.ufc.com
Per maggiori informazioni su Fight for Peace, visita www.fightforpeace.net

* Nella foto da sinistra: Reebok CMO Matt O’Toole, UFC CEO Lorenzo Fertitta, UFC President Dana White

Contatti stampa
PR Reebok
Alessandra Corbi
alessandra.corbi@reebok.com
+39 342 8228722

Informazioni su Reebok
Reebok International Ltd., con sede a Canton, Massachusetts (USA), è leader mondiale nella progettazione, commercializzazione e distribuzione di calzature, abbigliamento e attrezzature per lo sport, il fitness e il tempo libero. Reebok è un brand globale dal carattere americano, pioniere nell’industria dei prodotti per lo sport e con una ricca, storica eredità nel mondo del fitness. Reebok sviluppa prodotti, tecnologie e programmi legati al movimento e si impegna a guidare i consumatori verso il raggiungimento del loro pieno potenziale. Reebok si rivolge a chi vuole restare in forma, attraverso ogni genere di attività: training, running, walking, dance, yoga e aerobica.  Reebok Classic prende spunto dalla storia del brand nel fitness e dalle sue radici nel mercato sport lifestyle. Società controllata dal Gruppo adidas, opera con le numerose divisioni del marchio Reebok, Reebok-CCM Hockey e Sports Licensed Division. Reebok è exclusive outfitter di CrossFit e dei CrossFit Games, official title sponsor della Reebok Spartan Race e fornitore esclusivo di abbigliamento per Les Mills.
Per maggiori informazioni, visita www.reebok.com o, per le ultime news http://news.reebok.com/.
Trovate Reebok anche su: facebook , twitter, instagram

Informazioni su UFC®
UFC®, di proprietà di Zuffa, LLC, è l’organizzazione numero uno nel mondo delle arti marziali miste (MMA) ed è il fornitore più importante di eventi pay-per-view del mondo. UFC, con sede principale a Las Vegas e uffici a Londra, Toronto, Singapore e San Paolo, produce più di 40 eventi dal vivo ogni anno, che fanno registrare regolarmente il tutto esaurito nei palazzetti più prestigiosi del mondo. I programmi UFC vengono trasmessi in 129 paesi, in quasi 800 milioni di abitazioni e in 28 lingue diverse. UFC ha firmato un accordo pluri-annuale di trasmissione con FOX negli Stati Uniti, che include quattro eventi annuali trasmessi sui canali della rete FOX Network, il reality show televisivo The Ultimate Fighter® e migliaia di ore di programmazione sui canali FOX Sports 1 e FOX Sports 2. Nel 2014, UFC ha presentato UFC FIGHT PASS™, un servizio digitale di abbonamento con eventi live esclusivi e migliaia di combattimenti on-demand. L’organizzazione UFC, inoltre, fornisce licenze a oltre 100 palestre UFC GYM®, e possiede UFC.TV® (che trasmette gli eventi live e video on-demand in tutto il mondo), UFC FIT® (un programma di fitness e nutrizione in-home), UFC Magazine, una serie di videogiochi in collaborazione con EA SPORTS, UFC Fight Club®, UFC Fan Expo®, abbigliamento marchiato UFC, DVD e Blu-rays e Topps Trading Cards. Per ulteriori informazioni, visita UFC.com e segui UFC su Facebook.com/UFC, Twitter e  Instagram: @UFC.

Informazioni su Fight for Peace
Fight for Peace è stata fondata nel 2000 a Rio de Janeiro da Luke Dowdney MBE, un ex pugile non-professionista, per offrire un’alternativa al crimine e alla violenza ai giovani che crescono nelle favelas più difficili della città. Fight for Peace oggi à un programma completo che unisce boxe e arti marziali a programmi di istruzione, educazione professionale, sviluppo personale e leadership, oltre a offrire una vasta gamma di servizi di sostegno. Nel Novembre 2007, la Fight for Peace Academy di Londra è stata fondata nel quartiere di Newham per continuare ad aiutare i più giovani attraverso il suo modello olistico. Fight for Peace coinvolge direttamente oltre 3.000 giovani ogni anno nelle accademie di Rio e Londra, e ha istruito e contribuito alla creazione di oltre 100 organizzazioni basate sullo stesso tipo di comunità in 24 paesi. Per maggiori informazioni, visita www.fightforpeace.net
 

Chi è l'autore

Manolo

Manolo "El ChupaCabra"

Praticante di MMA, agonista di BJJ e grappling, ottimo conoscitore delle arti marziali miste e del valetudo. Manolo "El Chupacabra" non è niente di tutto questo.

8 Commenti

  • Ahah Brandon… te li immagini a fare match di mma con la rash sopra e sotto? Alcuni, magari quelli più statuari, si faranno fare una divisa completamente nera tipo diabolik :) Altri si potranno sbizzarire con i colori…

  • Non ho capito bene sto accordo…cioè niente più venum,tapout, ecc..? Solo reebok? E se con gli altri sponsor beccavo più soldi di quelli che mi da la reebok? Sicuramente non ho capito.

  • Sto lavorando per voi per avere più informazioni…
    credo che per “uniformi” intendano “pantaloncini”… ma non sarebbe male vederli combattere con rushguard…..

  • @Sonny – i top fighter avranno forse un po di rogne (penso a quelli sponsorizzati NIKE per esempio) i bottom fighter secondo me qualche soldo lo fanno (da capire se sono 100$ o 10000$)…

  • @Manolo è proprio questo che intendo jon jones prenderà più soldi dalla reebok che dalla nike? E la reebok ha tutti sti milioni per pagare tutti? Mah mi pare strano…

  • Mah, qualsiasi cosa vada a diminuire l’individualità e la libertà dei fighters per me è una cosa negativa…vedremo in pratica l’effetto ma sono molto dubbioso.
    Dal punto di vista economico per l’UFC ha senso: con un debito di oltre 500 milioni ed un modello PPV ormai totalmente inaffidabile sono in cerca di entrate stabili. Per gli atleti boh, mi mancano gli strumenti per giudicare.

    @Sonny
    Jones è già stato scaricato dalla NIKE da mesi.

  • Quindi uno dei più grossi sfruttatori di lavoro sottopagato e schivizzato nel terzo mondo, sfrutterà in esclusiva il brand più famoso delle mma per fatturare miliardi sulle spalle dei gonzi che si sentiranno dei campioni ad indossare il suo marchio in palestra (peraltro dacendogli anche pubblicità gratuita) e saranno disposti a spedere 100 per una maglietta cucita da uno schiavo sottopagato del Vietnam a 0,1 . Scusate. ..dimenticavo la beneficenza. ..

X