MMA Italia: Incontri Pro News & Media UFC

MARVIN VETTORI FLAGGATO DALL’USADA

Lorenzo
Scritto da Lorenzo
L'UFC, il Bellator e la BOXE sono in esclusiva su DAZN.Gratis un mese di prova. CLICCA QUI

Brutte notizie per il portabandiera italiano delle mma. Marvin “The italian Dream” Vettori ha annunciato sul suo profilo instagram di essere stato trovato positivo ad una sostanza proibita durante un controllo random.
L’ USADA ha rilevato la presenza di ostarina nel campione di Marvin.

View this post on Instagram

Hi guys, many of you are asking me everyday when my next fight is going to be, so I thought to do this video to explain you the current situation. It is right that you know from me what happened, that I can tell you what happened in the most straightforward way possible. At the seventh USADA test, I was found positive for a very low trace of ostarine, and since August Im still in the middle of the process of it and I’m waiting for final news. No official press release has yet been done, because the new USADA policy is to say nothing until the confirmation of all the tests, given the many cases of contamination or accidental, like mine. Since the beginning of my career I have always been a clean fighter, I have never intentionally assumed anything that could favor my performances inside the cage because I am convinced that the results are the result of sacrifice, dedication, blood and sweat. This is just a small stop on the way to achieve what I have set. As soon as I will be allowed to return to the cage, I will do it as always at my best and with only one goal in mind. I thank Jeff Notivky for helping me understand the steps in this process with the USADA and I thank the USADA for keeping our sport clean. I thank my team and all of you who follow me everyday. I have never stopped training and I will never do it, the goal remains the same. #theitaliandream

A post shared by Marvin Vettori (@marvinvettori) on

L’annuncio è venuto dal fighter stesso perchè l’ultimo regolamento dell’USADA prevede di non pubblicare più nè i casi di positività nè alcun flag. Questo per via del grande numero di casi di contaminazione che si sono succeduti negli ultimi tempi. L’ intento è di non danneggiare eccessivamente il nome del fighter che si trova ad affrontare un processo di aggiudicazione della non consapevolezza dovuta ad integratori contaminati.

Il programma USADA in UFC è ancora agli inizi e si sa che le cose non funzionano al massimo da subito. Però gli ultimi casi capitati a Josh Barnett, Anderson Silva, Junior Dos Santos e per non parlare della telenovela Jon Jones, stanno a mio avviso alienando i fighter e compromettendo il core business dell’UFC.

Per tornare a Marvin Vettori, vedremo cosa succederà ma è una brutta gatta da pelare che potrebbe tenerlo fuori per parecchio.

Chi è l'autore

Lorenzo

Lorenzo

Lascia la tua opinione

12 Commenti

  • Non ci voleva..
    Rimango convinto che il nostro Marvin non sia uno dei … ma uno dei molti, forse tutti…
    Vedendo atleti come Woodley, Romero ti chiedi come facciano a esistere persone così.
    Ad ogni modo, speriamo che la condanna per il nostro non sia pesante.
    E rimanendo in tema di fighter italiani dell’UFC coinvolti in casi di doping, c’era stata poco tempo fa una querelle tra l’UFC e non ricordo quale organo italiano a proposito della squalifica emessa nei confronti della Romero Borella, arrestata per spaccio di prodotti dopati in ambito di body building insieme al suo compagno dell’epoca.

    • interessante su Mara Borella. L’avevo visto su un sito americano. Sui siti italiani niente. In pratica l’articolo americano di mesi fa non la nominava neanche nell’articolo e più che altro parlava del fatto che sia stata ora squalificata a vita da una federazione italiana per quella vicenda criminale.
      Non volli farne un articolo perchè la vicenda dello spaccio è appunto vecchia e sarebbe sembrata una ficcanasata nel passato di Mara…
      Tra l’altro mi sa che si trattava di spaccio di droghe recreative più che altro. Tipo coca ecc…se non sbaglio

  • l’ostarina è un SARM, in pratica un simulatore….fa credere ai ricettori che stai dando loro del testosterone o derivati e loro si comportano di conseguenza. Ma a dirla tutta non è che proprio li imbrogli, li imbrogli per un decimo si e no. In pratica hai un effetto molto blando su forza e massa muscolare, ma io che l’ho provata (è perfettamente lecita la vendita e mi domando come faccia a rientrare nelle sostanze proibite) posso tranquillamente dire che se un decadurabolin\testovis\sustanon ti danno 1000, l’ostarina ti da 10….è quasi ridicolo considerarla doping….anche perchè non ha nessunissima controindicazione, non è epatotossica, non sopprime il lavoro delle gonadi, non altera l’umore o l’aggressività….è alla stregua di un tribulus terrestri un po’ più efficace, un integratore che si trova ovunque ed è assolutamente di libera vendita.

  • La stessa Wada nel luglio 2017 aveva fatto un comunicato in cui invitava gli atleti a stare attenti all’assunzione di integratori perchè:

    it’s especially important to be aware of the recent increase in supplement contamination and supplement-related incidences involving ostarine. The unfortunate reality is that some dietary supplement manufacturers illegally put ostarine and other SARMs in their products, and some omit ostarine from the label entirely or use misleading names to confuse consumers. You should look out for ostarine’s many synonyms, including MK-2866, enobasarm, (2S)-3-(4-cyanophenoxy)-N-[4-cyano-3-(trifluoromethyl)phenyl]-2-hydroxy-2-methylpropanamide, and GTx-024 on supplement labels.

    Below are some figures that indicate just how problematic ostarine has become in the sports community.

    Positive tests involving ostarine have increased steadily in recent years, with WADA reporting 28 cases globally in 2015.
    Since 2014, USADA has announced 13 cases involving the use or possession of ostarine.
    There are currently 36 products on the High Risk List that contain ostarine.

    As you can see, ostarine is a very real risk for athletes, and as always, it’s important for athletes to be informed consumers. This is especially true when it comes to supplements because the FDA does not analyze the safety, efficacy, or label accuracy of supplements before they are sold to consumers. When considering supplements, keep in mind that product advertising or branding cannot be used to determine if a product is more or less risky.

    The only way to have zero risk is to use zero supplements, so athletes who choose to use dietary supplements do so at their own risk.

    Detto questo, l’ostarina rientra nelle sostanze sempre proibite.
    Sono comunque certo che Marvin riuscirà a dimostrare l’assunzione di un supplemento contaminato. Glielo auguro.

  • @Redwolf
    Ottima analisi. Tu propendi per una sostanziale innocuita’ della ‘ ostarina’.
    Volevo solo ricordare che anche il meldonium era non dopante finché non si sono accorti che a grosse dosi iniziava a dare vantaggi. Cosa ne pensi Red?

  • tommy non conosco le sostanze dopanti aerobiche, cioè quelle che migliorano l’apporto di ossigeno nel sangue e che riguardano sport diversi da quelli che seguo…ma posso affermare con un certo grado di certezza, che molte sostanze non hanno alla base studi clinici veramente coi controcoglioni….si presume che possano dare un vantaggio, ma non è quantificabile. I sarm danno un vantaggio? Mah, io dico che sono efficaci tanto quanto la creatina o gli aminoacidi ramificati….si senti un po’ di giovamento ma non come quando hai in circolo del testo cipionato. Se l’usada va avanti così….farà fatica a trovare anche un solo atleta “lindo”, bannando a destra e sinistra qualsiasi cagatina che esce sul mercato degli integratori…..considerando che è un mercato che vale milioni e milioni di $, quindi ogni mese esce un composto nuovo, non testato, che solo ipoteticamente da dei risultati ma che spesso è solo un incentivo a fare le cose per bene e quindi i risultati sono arrivati perchè ti sei inquadrato con allenamenti\dieta\sonno o per il prodotto? Io propendo per la prima.

  • Purtroppo certi commenti vengono nascosti e non so il perché, così li leggo sempre qualche giorno dopo.
    A parte questo piccolo inconveniente, è molto interessante anche quello che riporta Rib.
    Adesso il quadro è più completo e ci si può fare un’idea più netta.
    Come dice Lorenzo sembra che la Wada voglia atleti lindi come dopo una lavatrice a 90°
    La fatica immensa di questi atleti sembra non tangere più di tanto quest’organo di controllo che non deroga su nulla.
    D’altra parte ricordo un grande mezzofondista italiano, lo spezzino Stefano Mei, che diceva che lui non prendeva nemmeno un’aspirina.
    E come avversario aveva avuto un certo Lasse Viren che poi si è saputo essere un cliente dei reparti trasfusionali…
    Qui nelle MMA, però, oltre alla fatica, e alla sconfitta che brucia sempre, si rischia di prendere anche tante botte; se un avversario parte con il ‘vantaggino’ di essere bombato il rischio aumenta ancora di più. Il che a mio avviso incrementa il ricorso ad aiuti chimici di una certa portata.
    In sintesi, come nel caso della Sharapova, ritengo che Vittori sia innocente e che se mai avesse assunto l’ostarina, come dice Redwolf, non ne ha avuto dei benefici tali da giustificare una prestazione superiore a quella ‘normale’.

  • Ogni tanto i miei commenti restano nel limbo. Però uno solo, ma ho il dubbio di non averlo spedito, non è mai comparso. Considerando le positivà passate, ovviamente mi riferisco ad altri atleti, e a come si sono comportati quelli dell’agenzia, spero che Marvin si sia tenuto da parte gli integratori. Alla fine della fiera vale solo una cosa, il possesso o meno dell’integratore contaminato. Considerando i problemi riscontrati, mi auguro che i nostri ragazzi, almeno per il periodo in cui risiedono negli States, conservino una parte degli integratori usati. Intendo dire che se di un integratore hai 20 porzioni, un paio le lascerei come eventuale prova a discolpa. Almeno fino alle analisi. Le passi? Puoi passare oltre. Non le superi? Hai da parte tutti gli integratori, parte di essi, utilizzati nelle ultime settimane. Perchè lo dico? Sono capitati atleti che hanno presentato 2 confenzioni e entrambe erano positive. Per questo si sono salvati. E’ pure capitato, al contrario, chi, pur presentando 10 integratori, non ha portato quello contaminato. Anche perchè deve essere proprio il tipo riscontrato nelle analisi e non altro. Quindi ora, per il nostro, conta solo una cosa. Deve presentare l’integratore contaminato. Senza quello, son dolori. Si può passare da nulla a una sanzione blanda fino a anni di squalifica. Poi, chiaro, le cose cambiano di caso in caso. Ad ogni modo, per quel poco che ho potuto leggere, mi sembra che l’estremo siano stati 4 anni, ( non so poi ridotti a quanto). Che certe sostanze abbiano un effetto blando oppure no non conta nulla, se fanno parte della lista dei prodotti banditi. Non le puoi usare e punto. Ti puoi salvare, dimostrando un’assunzione involontaria. Mi auguro sia questo il caso.

  • mi permetto di fare una disanima sul doping e il suo utilizzo, perchè vedo troppa confusione, soprattutto da parte degli organi preposti al contrasto del doping. Io darei una definizione univoca al doping, utilizzando una prospettiva salutistica: tutto ciò che un atleta può usare per migliorare le proprie performance ma che al tempo stesso arreca all’atleta un possibile danno fisico, CONCLAMATO E VERIFICATO da una casistica. Se un atleta usa la trt, saprà che immette nel proprio organismo una sostanza artificiale che andrà a sostiuire il lavoro delle gonadi….che lavorano anche fino a 60\70 anni (dipende dalla persona) e quindi originerà il famoso ball-shrinking (rinsecchimento delle palle), che è una cosa negativa in quanto, una volta fermata la trt, si dovrà procedere con sostanze gonadotropanti per riattivare la normale produzione….inoltre si corrono rischi epatici e, se si usano prodotti in soluzione oleosa, rischi anche per la circolazione del sangue. Sto enfatizzando….sono tutti rischi che si corrono facendo le cose senz’usta (allo sbaraglio) e un mesetto di ciclo non fa praticamente danni (sempre a seconda della persona). Ecco, io considererei doping solo quelle sostanze che fanno rischiare qualcosa all’atleta, solo quelle che lo portano più vicino ad un rischio piuttosto che al risultato vincente. Se prendiamo in considerazione il mercato del doping, la trt ha dei rischi, i ph (pro-hormoni) hanno dei rischi, il gh ha dei rischi altissimi ma in usa lo usano come l’ormone della giovinezza anche chi sport non fa. I sarm che rischi hanno? Praticamente nessuno, anzi, alcuni hanno delle proprietà particolari come il rad140 che previene la degenerazione dei neuroni (sempre secondo studi non ufficiali, ma l’ho letto da diverse fonti). Se un prodotto non da rischi, che giovamento potrà mai dare? E’ come giocare in borsa con 10 euro e guadagnarne 10000….nn esiste, per guadagnare rischiando devi rischiare grosso, non gli spiccioli.

Lorenzo
2 Discussions
2 Discussions
4 Discussions
Sonny
4 Discussions
Lorenzo
4 Discussions
4 Discussions
15 Discussions
2 Discussions
Sonny
15 Discussions
15 Discussions
Total discussions 33947
X