MMA Europa MMA Italia: Incontri Pro

Giovani leoni: Intervista a Danilo Belluardo post FFC

Intervista a Danilo Belluardo che ha debuttato con successo alla FFC (con Pride Rules)

Danilo-Belluardo

Ciao Danilo, di te sappiamo che fai parte dello Stabile Fight Team e che sei un ragazzo giovane e promettente delle MMA italiane, parlaci un pò di te per chi ancora non ti conosce.

Ciao, sono un ragazzo di 20 anni, l’mma fin da piccolo a scatenato dentro me un’emozione sia fisica che  mentale che mi a portato a stabilire il mio equilibrio, per me l’mma è uno stile di vita, il mio lavoro! Mi alleno sei giorni su sette presso lo Stabile Fight Team, il mio coach è Filippo Stabile.

Il 17 aprile hai debuttato in uno dei più importanti circuiti di MMA Europei, Final Fight Championship (FFC) dove sono sotto contratto diversi atleti ex UFC di alto livello come Alessio Sakara, Igor Pokrajac. Raccontaci un pò questa tua esperienza le tue impressioni.

Si ho debuttato all’ FFC, un’emozione unica, indimenticabile! Organizzazione perfetta di alto livello non vedo l’ora di ricombattere per FFC!!! Questa esperienza mi ha fatto crescere molto mentalmente.

Anche se hai vinto, quanto ha influito l’emozione sulla tua prestazione?

L’emozione è stata grandissima ma salito dentro il ring ero solo concentrato sul mio avversario, attorno a me non vedevo nient’altro!

Il tuo avversario era lo Sloveno Tilen Kolaric vincitore del torneo -70 kg FFC Futures dove combattono i migliori talenti giovani dell’FFC, quindi non proprio un match facile per il tuo debutto!

Anche se ho vinto, rimango con i piedi per terra e cerco di migliorarmi ogni giorno di più e dare sempre il massimo, con il mio team mi sono preparato come sempre in tutto dalla preparazione atletica allo striking, wrestling/grappling, jiu jitsu a prescindere dall’avversario.

All’ FFC si combatte con le regole Pride dove il “soccer kick” è consentito, infatti tu hai vinto per tko “soccer kick” a 1’20” del 1r, come ti sei preparato per combattere con le regole Pride?

Nel mio bagaglio tecnico ho solo aggiunto in più il “soccer kick” e sono entrato nella mentalità delle regole Pride evitando di allenare i colpi di gomito e focalizzandomi sulla possibilità di utilizzare i calci e le ginocchiate alla testa senza dover preoccuparmi dei tre punti d’appoggio! Anche se non ero abituato a combattere con le regole Pride, mi sono dovuto adattare, quindi in palestra il mio Maestro Filippo Stabile mi ha fatto vedere alcune tecniche da utilizzare sia in attacco che in difesa in particolar modo soccer e stomp kick, infatti la tecnica con cui ho vinto era una combinazione studiata in palestra!

Altra cosa è che all’FFC si combatte in un ring, cosa c’è di diverso nel combattere un match di MMA in un ring anzichè in gabbia?

Per me non c’è nessuna differenza tra ring e gabbia, sono dell’idea che un bravo fighter deve essere preparato a tutto. Il ring dell’FFC ha le corde molto rigide e tese che quando ero in clinch non ho sentito alcuna differenza rispetto la rete di una gabbia di mma.

A chi dedichi questa bellissima vittoria?

Dedico questa vittoria principalmente al mio Maestro Filippo Stabile e a tutto il mio team, ai miei sparring partner come Vitali, Vettori, Amedovski, La Torre e tutti gli altri ragazzi dello Stabile Fight Team che mi hanno aiutato e supportato per arrivare al massimo a questo match, dedico la vittoria ai miei amici e fans che mi seguono sempre con tanto entusiasmo e interesse e che sono venuti anche in Slovenia a fare il tifo per me!!!

Quali sono i tuoi obbiettivi nelle MMA?

Semplice! arrivare ad altissimi livelli e portare i colori della bandiera italiana nel mondo, Bellator o UFC.

Hai altri match di MMA in programma?

No per ora non ho nulla in programma, per questo ci pensa il mio coach Filippo Stabile e suo fratello Simone Stabile che sono i miei manager, io mi tengo pronto a tutte le sfide!

Grazie Danilo per la tua disponibilità, noi ti seguiremo con molto interesse!

Grazie a voi per avermi intervistato è stato un piacere!

Danilo-Belluardo-FFC

Chi è l'autore

Manolo

Manolo "El ChupaCabra"

Praticante di MMA, agonista di BJJ e grappling, ottimo conoscitore delle arti marziali miste e del valetudo. Manolo "El Chupacabra" non è niente di tutto questo.

X